Dal Giappone la ricetta dell'Anko: la marmellata dolce di fagioli azuki

b2ap3_thumbnail_A1.jpg

L'Anko, ovvero la pasta dolce di fagioli azuki rossi, in Giappone è uno degli ingredienti fondamentali della pasticceria tradizionale, quella ancora non invasa dai dolci a base di latte occidentali.

I fagioli utilizzati per fare questa confettura sono impropriamente chiamati "soia rossa" o fagioli azuki (Vigna angularis), che in realtà con la soia gialla (Glycine max) non hanno nulla a che fare appartenendo a specie e genere differenti. Nella cucina orientale i fagioli azuki sono comunemente mangiati zuccherati, e io che purtroppo non amo molto i fagioli, sono golosissima di un dolce giapponese confezionato con questa pasta di fagioli zuccherata: delle tortine di pasta a the verde ripiena di anko e ricoperta di sesamo prima di essere fritta.

Mi piacciono talmente tanto che ho cercato ovunque la ricetta del ripieno e sono approdata in questo sito di cucina giapponese che spiega tutto in modo molto chiaro. Lo stesso ripieno viene utilizzato per un altro dolcetto giapponese, fatto con una pastella morbida di farina di riso, i famosi mochi, oppure gli wagashi.

b2ap3_thumbnail_mochi_redbeancut.jpg

Qui da noi non sono molto conosciuti, ma durante l'ultimo viaggio in Canada, a Montreal c'erano pasticcerie giapponesi prese d'assalto proprio per queste specialità. Insomma, trovati i fagioli azuki, mi sono cimentata in questo esperimento e devo dire che ne è valsa la pena. Anche se molto dolce, dato che essendo per me una novità ho quasi seguito le dosi indicate, abcge se ho utilizzato lo zucchero di canna grezzo invece di quello bianco, la marmellata di azuki è buonissima e il sapore è identico a quello dei miei adorati dolci giapponesi.

b2ap3_thumbnail_dpicc.jpg

Ora devo trovare il modo di inserirli in un dolce di riso meno complicato di quelli sopracitati: come vi ho spiegato in precedenza, è sempre bene mangiare i legumi accompagnati da carboidrati, in modo da evitare che le sostanze antinutrizionali presenti in questi alimenti ci impediscano di assorbire nutrienti importanti: i fagioli azuki sono una ricca fonte di carboidrati, proteine, vitamine, minerali e fibre, tuttavia, contengono anche sostanze come fitati e inibitori della tripsina: la tripsina è in grado di ridurre le proteine a polipeptidi più piccoli o singoli aminoacidi che possono essere assimilati dall'intestino ed è pertanto un enzima fondamentale nella digestione delle proteine. Se mangiamo legumi cotti male, oppure senza accompagnarli ai carboidrati, spesso le loro proteine non le assorbiamo, anzi, viene inibito l'assorbimento anche di altri nutrienti. E soprattutto è importante eliminare l'acqua di ammollo e in questo caso, anche l'acqua in cui sono bolliti viene cambiata una volta. Ecco il loro aspetto una volta ammollati:

b2ap3_thumbnail_CBIG_20141217-010245_1.jpg

Io per non sbagliare ho seguito la tradizione giapponese ed ecco la semplice ricetta:

Ingredienti

Una tazza di fagioli azuki secchi

Una tazza di zucchero di canna grezzo muscovado (la ricetta originale utilizzava zucchero bianco e le dosi erano di una tazza e mezzo, a voi la scelta)

Procedimento

La notte prima mettere a bagno i fagioli secchi in abbondante acqua fredda. Il giorno dopo scolarli e metterli in una pentola capiente. Aggiungere 3 tazze di acqua e portare rapidamente a bollore. Abbassate il fuoco, lasciate bollire per 5 minuti, poi spegnete, scolate i fagioli dall'acqua di cottura e lavate la pentola. Coprite di nuovo i fagioli con 2 o tre tazze di acqua fredda, aggiungete lo zucchero e riportate a bollore, per poi abbassare il fuoco e far cuocere a fuoco lento per circa due ore, fino a quando i fagioli non sono morbidi e ben cotti. Aggiungete altra acqua durante la cottura se è necessario, alla fine i fagioli devono essere umidi ed avere un po' di liquido.

A questo punto io, ho inserito il minipimer nel composto e l'ho frullato, per ottenere una bella crema. Sicuramente il colore ed il sapore utilizzando lo zucchero di canna grezzo sono leggermente differenti dall'originale, ma il risultato è soddisfacente. Il sapore è particolare, vagamente nocciolato, per niente fagioloso..insomma, buono!

Potete servire la crema fredda con il gelato di riso, oppure come accompagnamento a pancakes, farcitura di torte....presto vi suggerirò il modo più sfizioso e semplice che ho trovato, intanto...

Buon appetito!!

Isy

Puoi seguirmi su Facebook, google+, Pinterest oTwitter. Puoi trovarmi su Instagram come isypedia

Mappare il vuoto: nuovi orti urbani a Matera, Capi...
Merende golose: la versione light della torta al c...
 

Commenti 6

Ospite - fabiana il 01 05 2015
provala con i dorayaki

mio figlio è appassionato di doraemon il gatto spaziale che adora i dorayaki,informandomi in rete ho trovato che sono ripieni di questa salsa anko di cui parli ma i dorayaki sono una specie di pan cake(si trova anche la versione vegan) molto facili da fare rispetto ai dolci di riso che hai citato tu.

1
mio figlio è appassionato di doraemon il gatto spaziale che adora i dorayaki,informandomi in rete ho trovato che sono ripieni di questa salsa anko di cui parli ma i dorayaki sono una specie di pan cake(si trova anche la versione vegan) molto facili da fare rispetto ai dolci di riso che hai citato tu.
Clorofilla il 22 05 2015

Grazie mille!

0
Grazie mille! :)
Ospite - Anurb il 25 10 2015

Cercavo da tempo questa ricetta o una simile per farcire i Tayaki di cui mi sono fatta arrivare il ferro per cuocerli a forma di pesce; fino ad ora li ho sempre fatti salati perchè non riuscivo a capire che tipo di Fagioli rossi erano quelli di cui si parlava nella ricetta...Grazie infinite di aver condiviso il risultato della tua ricerca!

0
Cercavo da tempo questa ricetta o una simile per farcire i Tayaki di cui mi sono fatta arrivare il ferro per cuocerli a forma di pesce; fino ad ora li ho sempre fatti salati perchè non riuscivo a capire che tipo di Fagioli rossi erano quelli di cui si parlava nella ricetta...Grazie infinite di aver condiviso il risultato della tua ricerca!
Ospite - Sarah il 27 07 2016
informazioni

Ciao Isy!
Che bella sorpresa il tuo sito!
Grazie per la ricetta, volevo chiederti una cosa: dato che sono da poco una grande estimatrice dei dolcetti che citavi anche tu (quelli fatti a pallina fritti con il sesamo) e non riesco a trovare la ricetta per farli da nessuna parte, potresti aiutarmi?
I fagioli rossi dove li compri?
Grazie ancora ciao!
Sarah

1
Ciao Isy! Che bella sorpresa il tuo sito! Grazie per la ricetta, volevo chiederti una cosa: dato che sono da poco una grande estimatrice dei dolcetti che citavi anche tu (quelli fatti a pallina fritti con il sesamo) e non riesco a trovare la ricetta per farli da nessuna parte, potresti aiutarmi? I fagioli rossi dove li compri? Grazie ancora ciao! Sarah
Clorofilla il 06 08 2016
Ciao!

Ciao Sarah, scusa il ritardo e grazie per i complimenti! Trovi i fagioli azuki di sicuro nei negozi di prodotti naturali, tipo natura si. Ultimamente li trovo anche nei supermercati. Per fare i mochi devi cercare la farina di riso glutinoso, io l'ho trovato in un negozio etnico. Io ho trovato molto ben fatta la ricetta di questo blog: http://biancorossogiappone.blogspot.gr/2010/06/i-miei-wagashi-irodori-mochi.html?m=1

Quelli non fritti ripieni di questa marmellata si chiamano Daifuku. Dopo averli fatti li bagni con l'acqua, li rotoli nei semi di sesamo e li friggi qualche minuto. https://justsayingno.wordpress.com/2010/01/27/fried-daifuku/ Spero di esserti stata utile, un abbraccio! Isy

0
Ciao Sarah, scusa il ritardo e grazie per i complimenti! Trovi i fagioli azuki di sicuro nei negozi di prodotti naturali, tipo natura si. Ultimamente li trovo anche nei supermercati. Per fare i mochi devi cercare la farina di riso glutinoso, io l'ho trovato in un negozio etnico. Io ho trovato molto ben fatta la ricetta di questo blog: http://biancorossogiappone.blogspot.gr/2010/06/i-miei-wagashi-irodori-mochi.html?m=1 Quelli non fritti ripieni di questa marmellata si chiamano Daifuku. Dopo averli fatti li bagni con l'acqua, li rotoli nei semi di sesamo e li friggi qualche minuto. https://justsayingno.wordpress.com/2010/01/27/fried-daifuku/ Spero di esserti stata utile, un abbraccio! Isy
Ospite - Falco il 15 02 2018

Aiuto! Sono 3 ore che i fagioli sono in pentola ma sono sempre duri!!!

0
Aiuto! Sono 3 ore che i fagioli sono in pentola ma sono sempre duri!!!
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 15 Novembre 2018
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram