Clorofilla

I lupi di Chernobyl: come la natura riprende il potere in assenza degli esseri umani, nonostante le radiazioni.

b2ap3_thumbnail_RR.jpg

Ieri camminando tra i monti dell' Appennino Modenese ho incontrato le tracce dei lupi che sono sempre più numerosi nel nostro territorio. Mi fa davvero piacere, perché da sempre questi animali, sono stati perseguitati per la concorrenza che fanno ai cacciatori, non perché attaccassero gli esseri umani. Certo, servono iniziative da parte delle amministrazioni per tutelare chi ha bestiame e subisce danni, ma preferisco di gran lunga che la selezione di animali in esubero, come cinghiali, caprioli, cervi e daini, sia fatta dai predatori naturali, e non dai cacciatori di selezione.

b2ap3_thumbnail_10300962_693471820740618_5302975155532058481_n.jpg

Mi è venuto in mente uno dei documentari più belli che ho mai visto, che ha per protagonisti proprio i lupi, ma dei lupi speciali, quelli che si sono riusciti a riprodurre a Chernobyl e a riconquistare il territorio libero dagli esseri umani a causa dell'incidente nucleare del 1986 quando la fusione nucleare presso la famigerata centrale nell'attuale Ucraina, ha lasciato chilometri di territorio radioattivo.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva1_20140714-220043_1.JPG

I residenti delle zone più contaminate dal disastro sono stati evacuati e trasferiti per ordine del governo, e da quel giorno campi, fiumi e foreste tenuti sotto il controllo umano, si sono trasformati in una sorta di Eden post-nucleare, popolato da castori, scoiattoli, visoni, bisonti, cavalli selvatici, uccelli, pesci e governato dai lupi.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva2_20140714-220225_1.JPG

I castori hanno iniziato a costruire dighe indisturbati, fermando il corso dei fiumi e facendo aumentare le paludi e le zone umide, così importanti per la riproduzione di tante specie. I lupi sono gli unici a tenere il loro numero basso, in quanto preferiscono loro, prede facili, al cacciare grossi mammiferi.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva5_20140714-220253_1.JPG

Se i lupi abbondano, e loro sono all'apice della catena alimentare, significa che il resto della fauna è presente un buona quantità e in salute, e quindi anche la vegetazione di cui si nutrono gli erbivori.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva3_20140714-220234_1.JPG

Per gli scienziati è possibile passare qualche ora nelle zone contaminate per effettuare i loro studi, con le debite precauzioni e hanno avviato ricerche sullo stato di salute delle popolazioni di lupi e uccelli, soprattutto. La loro salute viene confrontata con quella degli animali che vivono lontani dalle zone contaminate. Sorprendentemente, il Dottor Jim Smith, un radio ecologo che sta studiando Chernobyl da 20 anni, dice che le evidenze di laboratorio testimoniano che non ci sono stati danni consistenti alla vita selvatica, anzi, le popolazioni e la biodiversità sono aumentate. E il motivo principale è che non c'è più l'influenza dell'attività umana.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva6_20140714-221443_1.JPG

Circa 100 specie sulla lista rossa delle specie minacciate si trovano ora nella zona evacuata, che copre più di 4.000 chilometri quadrati in Ucraina, Bielorussia e Russia. Circa 40 di queste specie, tra cui alcune specie di orso e lupo, non erano mai stati avvistati in quelle zone prima dell'incidente.

Ma come è possibile che gli animali vivano tranquillamente in un luogo che sarà proibito per migliaia di anni a venire alla vita umana? Semplice, gli animali con mutazioni serie muoiono e solo quelli sani sopravvivono, trasferendo i loro geni più forti alla prole. Per gli animali, come i lupi ad esempio, che fanno molti cuccioli, queste perdite sono accettabili. Per un essere umano, che un figlio nasca deforme e muoia, e che la sua vita sia abbreviata di decine di anni, magari da malattie terribili, non è un rischio accettabile.

b2ap3_thumbnail_Diapositiva4_20140714-220245_1.JPG

A me vedere questo video ha dato un senso di speranza. Sulla capacità di recupero della Madre Terra. Sul fatto che, possiamo, se vogliamo, ancora fare un passo indietro e far tornare la terra un paradiso, dove anche noi possiamo vivere in armonia con gli animali.

Oppure semplicemente, aspetto con ansia il giorno che la Terra sarà finalmente libera dalla nostra specie deleteria alla sua salute. Molto più di un incidente nucleare, a quanto pare.

Isy

Per altre curiosità e notizie sulla natura seguimi su Facebook!

Guarda qui il bellissimo documentario di Klaus Feichtenberger

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

L'artista che trasforma macchine impolverate in op...
Esperimenti golosi: torta al cioccolato e caffè. T...
 

Commenti 8

Ospite - Ambra il 18 07 2014
Save the Humans

Ciao Isy, molto bello il tuo post.

Hai ragione piena...quello che gli umani non capiscono è che distruggere la Terra è impossibile. Per fortuna non abbiamo questo potere. La Natura tornerà a prendere il sopravvento. Gli animali torneranno a popolare il pianeta. Alberi e piante cresceranno ancora più floridi. Il pianeta continuerà per la sua strada.

L'unico che sarà tagliato fuori è l'uomo.
L'unico che non andrà avanti a lungo di questo passo, è l'uomo.
L'unico che cadrà vittima della sua stessa stupidità e alienazione da ciò che lo circonda, è ancora l'uomo.

Non bisogna salvare il Pianeta, bisogna salvare gli Uomini!

1
Ciao Isy, molto bello il tuo post. Hai ragione piena...quello che gli umani non capiscono è che distruggere la Terra è impossibile. Per fortuna non abbiamo questo potere. La Natura tornerà a prendere il sopravvento. Gli animali torneranno a popolare il pianeta. Alberi e piante cresceranno ancora più floridi. Il pianeta continuerà per la sua strada. L'unico che sarà tagliato fuori è l'uomo. L'unico che non andrà avanti a lungo di questo passo, è l'uomo. L'unico che cadrà vittima della sua stessa stupidità e alienazione da ciò che lo circonda, è ancora l'uomo. Non bisogna salvare il Pianeta, bisogna salvare gli Uomini!
Non bisogna salvare il Pianeta, bisogna salvare gli Uomini!

ma pochi sono in grado di capire recepire che le scalfiture-uomo, sulla natura, sono potenzialmente, pericolosi ma, soloper l'uomo_società-Malate !

0
ma pochi sono in grado di capire recepire che le scalfiture-uomo, sulla natura, sono potenzialmente, pericolosi ma, soloper l'uomo_società-Malate !
Clorofilla il 18 07 2014

Giusto Ambra, dobbiamo salvarci da noi stessi

0
Giusto Ambra, dobbiamo salvarci da noi stessi :(
Ospite - andrea il 19 07 2014
complimenti per l'articolo! mi hai fatto riflettere su tante cose.

grazieeeeeeeee!!!

0
grazieeeeeeeee!!!
Clorofilla il 21 07 2014

Grazie Andrea, ne sono felice.

0
Grazie Andrea, ne sono felice. :D
La Natura, "Tutto si rigenera, nulla si distrugge"; L'Uomo ... Autolesionista

condivido in toto e, se vogliamo risollevare la nostra economia disastrata, abbattere drasticamente l'utilizzo di FARMACI veleni untori base della saluta umana, e untori avvelenatori della nostra economia !!, eliminare tutti gli allevamenti intensivi LAGER, fonti di malattie animali e per l'uomo che utilizza i suoi prodotti, maggiori controlli su alimenti bevande pieni ci additivi chimici, come per il tabacco delle sigarette !, costruzioni dalle mini centrali alle mega centrali idroelettriche, azzerare gli scempi ambientali delle centrali eoliche e/o dei pannelli solari, costruire centrali nucleari, se necessarie indispensabili e con oculatezza, per risollevare l'economia nazionale, dopo questo articolo che EVIDENZIA, in modo REALE e, senza masturbazione mentale alcuna, che il nucleare non è dannoso come hanno sempre fatto credere-diffuso-divulgato, pseudo-ignoranti-presuntuosi-autolesionisti-malati-masturbati-mentali scienziati opportunisti !

0
condivido in toto e, se vogliamo risollevare la nostra economia disastrata, abbattere drasticamente l'utilizzo di FARMACI veleni untori base della saluta umana, e untori avvelenatori della nostra economia !!, eliminare tutti gli allevamenti intensivi LAGER, fonti di malattie animali e per l'uomo che utilizza i suoi prodotti, maggiori controlli su alimenti bevande pieni ci additivi chimici, come per il tabacco delle sigarette !, costruzioni dalle mini centrali alle mega centrali idroelettriche, azzerare gli scempi ambientali delle centrali eoliche e/o dei pannelli solari, costruire centrali nucleari, se necessarie indispensabili e con oculatezza, per risollevare l'economia nazionale, dopo questo articolo che EVIDENZIA, in modo REALE e, senza masturbazione mentale alcuna, che il nucleare non è dannoso come hanno sempre fatto credere-diffuso-divulgato, pseudo-ignoranti-presuntuosi-autolesionisti-malati-masturbati-mentali scienziati opportunisti !
Ospite - J Dotta il 09 08 2014
Equilibrio Ecológico igual ao equilibrio quimico/atomico

Nós humanos nao podemos simplesmente nos colocar contra o progresso em nome da natureza. Sim a natureza é importante, mas nós recebemos a "capacidade" de mudá-la, nao somente porque o homem é selvagem, orgulhoso, etc. e sim porque, por enquanto, é uma necessidade "eu nao quero que meu filho morra de doencas se eu tenho a capacidade de medicá-lo" com medicamento que o levam a baixa resistencia clínica/médica... e tambem à sobrevivencia reprodutiva dos nao tao aptos. Talvez um dia tenhamos que passar por uma outro grande "cataclisma ou Big-Bang" reorganizador para reacomodiar este nosso globo terrestre... Assim é, e será o equilibrio ecologico incluindo o homem, claro... por termos a capacidade de mudar as coisas. O que nao podemos fazer e nao o faremos será, como os lobos ou mesmo os homens selvagens ainda selvagens, que tem uma grande prole dos quais sobriverá somente os mais aptos. Nossos filhos, resistentes ou menos resistentes, nós os queremos todos vivos...

1
Nós humanos nao podemos simplesmente nos colocar contra o progresso em nome da natureza. Sim a natureza é importante, mas nós recebemos a "capacidade" de mudá-la, nao somente porque o homem é selvagem, orgulhoso, etc. e sim porque, por enquanto, é uma necessidade "eu nao quero que meu filho morra de doencas se eu tenho a capacidade de medicá-lo" com medicamento que o levam a baixa resistencia clínica/médica... e tambem à sobrevivencia reprodutiva dos nao tao aptos. Talvez um dia tenhamos que passar por uma outro grande "cataclisma ou Big-Bang" reorganizador para reacomodiar este nosso globo terrestre... Assim é, e será o equilibrio ecologico incluindo o homem, claro... por termos a capacidade de mudar as coisas. O que nao podemos fazer e nao o faremos será, como os lobos ou mesmo os homens selvagens ainda selvagens, que tem uma grande prole dos quais sobriverá somente os mais aptos. Nossos filhos, resistentes ou menos resistentes, nós os queremos todos vivos...
Clorofilla il 09 08 2014

Sorry, I can't write in portughese...I agree with you, I don't think science and progress are all bad. They can be the key to live in harmony with nature. But noone wants to be the parent of the hill generation who have to survive to something like cernobyl. I prefer the silence of death. But is just a personal opinion.

0
Sorry, I can't write in portughese...I agree with you, I don't think science and progress are all bad. They can be the key to live in harmony with nature. But noone wants to be the parent of the hill generation who have to survive to something like cernobyl. I prefer the silence of death. But is just a personal opinion.
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 20 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook