Clorofilla

Pasta frolla veloce: con la farina di castagne e di riso. E una torta senza dolcificanti. Dolcissima!

b2ap3_thumbnail_cake.jpg

Come ogni anno in questa stagione, mi rifornisco della mia adorata farina di castagne, con la quale confeziono tutto l'anno piatti dolci e salati (leggi qui alcune gustose ricette). E' una farina leggera e molto nutriente, senza glutine e ricca di sostanze preziose per il nostro organismo, come minerali e vitamine, indispensabili per superare i lunghi mesi invernali.

Questa volta la farina di castagne è stata la mia alleata per preparare una pasta frolla facile, buona e veloce, che non ha nemmeno bisogno dell'aggiunta di zucchero grazie alla naturale dolcezza delle castagne, in particolare se la farcitura che utilizzerete è già dolce. La verità? IO ODIO fare la pasta frolla, aspettare che si riposi nel frigorifero e anche tirarla. E' il mio punto debole in cucina, e per superare questo scoglio e fare qualche crostata per la colazione ho sperimentato questa pasta frolla, senza latte nè glutine, che non deve essere messa in frigorifero, non deve essere impastata a lungo, nè stesa col mattarello. L'impasto di farina di castagne, riso, olio e acqua si amalgama bene e si trasforma in tante briciole che poi si vanno a compattare direttamente nella teglia. La pasta resta poi unita e sottilissima, e le torte si riecono anche a sformare. Vittoria!!! Ecco a voi la ricetta, è completamente senza zucchero, latte e uova, ricca di fibre e salutare.

CROSTATA DI FARINA DI CASTAGNE E COMPOSTA DI PRUGNE SECCHE

Ingredienti per la frolla

100g di farina di castagne

100g di farina di riso

1 cucchiaino raso di bicarbonato alimentare

100g di olio di semi di mais o girasole

25 ml di acqua

Accendete il forno a 180°C. Mescolare tutti gli ingredienti in una terrina, impastando con le mani fino ad ottenere un impasto che se, schiacciato, rimane unito.Voi disgregatelo in tante briciole e stendetele su una tortiera unta precedentemente. A questo punto schiacciate con i polpastrelli il briciolame stendendo la pasta uniformemente sul fondo e sui bordi. E' pronta per essere farcita.

b2ap3_thumbnail_frolla-castagne-1.jpg

Composta di prugne secche

600g di prugne secche

il succo di 6 clementine o mandarini

2 bicchieri di acqua

Un pizzico di cannella in polvere

Mettere tutti gli ingredienti in una padella antiaderente, se le prugne hanno il nocciolo, come le mie lo eliminerete una volta cotte. Fare cuocere a fuoco vivissimo fino a quando tutta l'acqua non sarà stata assorbita e le prugne saranno idratate e quasi caramellate.

b2ap3_thumbnail_2_20131120-225820_1.jpg

A questo punto, una volta intiepidite, togliere i semi e frullare la polpa con il minipimer. Stendere la composta sulla pastafrolla e infornare per circa 30 minuti nel forno già caldo.

Se per il vostro dolce avete invece una farcitura poco dolce, consiglio di aggiungere 50g di zucchero di canna all'impasto della frolla.

Buon appetito!

Isy

Per altre notizie sulla natura seguimi su facebook, o sul mio blog di "cucina botanica"

b2ap3_thumbnail_torta.jpg

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Gli ultimi indigeni: prima che scompaiano. Le foto...
Sardegna e clima: cronaca di morti annunciate
 

Commenti 23

Lara il 21 11 2013

Salve,
Mi ispira la composta di prugne vorrei farla e conservarla come potrei fare?

1
Salve, Mi ispira la composta di prugne vorrei farla e conservarla come potrei fare? :)
Clorofilla il 21 11 2013

Salve Lara! Direi di seguire il procedimento illustrato, e dopo aver passato tutto al frullatore, aggiungere un altro bicchiere d'acqua e riportare a bollore. Fare assorbire l'acqua, ma non tutta come in precedenza, lasciare la composta umida e morbida e invasare ancora bollente in contenitori di vetro sterilizzati come si fa per le comuni marmellate. Fammi sapere come va!
Isy

1
Salve Lara! Direi di seguire il procedimento illustrato, e dopo aver passato tutto al frullatore, aggiungere un altro bicchiere d'acqua e riportare a bollore. Fare assorbire l'acqua, ma non tutta come in precedenza, lasciare la composta umida e morbida e invasare ancora bollente in contenitori di vetro sterilizzati come si fa per le comuni marmellate. Fammi sapere come va! Isy
Lara il 21 11 2013
Pectina

Grazie Isy,
Quindi secondo te non serve la pectina? O magari metto una mela o il limone al suo posto? :-)

0
Grazie Isy, Quindi secondo te non serve la pectina? O magari metto una mela o il limone al suo posto? :-)
Ospite - Mahadevi il 22 11 2013
Composta di prugne

Ciao Lara! Io ho appena fatto una composta di prugne fresche, ho messo solo un po di cinnamon e fatto bollire per tre/quattro ore, poi invasato direttamente in contenitori come Isy l´ha discritto. Secondo me non serve la pectina. È una composta morbide e dolce, si puo mettere sulla pane o prendere per le torte o altro. yummi! saluti dalla germania!
Mahadevi

1
Ciao Lara! Io ho appena fatto una composta di prugne fresche, ho messo solo un po di cinnamon e fatto bollire per tre/quattro ore, poi invasato direttamente in contenitori come Isy l´ha discritto. Secondo me non serve la pectina. È una composta morbide e dolce, si puo mettere sulla pane o prendere per le torte o altro. yummi! saluti dalla germania! Mahadevi
Clorofilla il 22 11 2013

Ciao! Grazie dell'informazione, magari per essere certa che non si formino muffe pastorizzala, basta fare bollire i vasetti una mezz'ora a bagnomaria!

0
Ciao! Grazie dell'informazione, magari per essere certa che non si formino muffe pastorizzala, basta fare bollire i vasetti una mezz'ora a bagnomaria! :)
Clorofilla il 21 11 2013

Secondo me non serve, se fai restringere bene a fuoco vivo sarà anche troppo densa..

0
Secondo me non serve, se fai restringere bene a fuoco vivo sarà anche troppo densa..
Ospite - Grazia il 21 11 2013
Un consiglio

Molto interessante la ricetta! Grazie per condividerla! Il mio problema è che dove vivo è impossibile trovare farina di castagne (sono a Lima, in Perú), ho a disposizione quella di riso e molte altre farine, ma quella di castagne no. Con quale tipo di farina mi suggerisci di sostituirla? Grazie mille, non vedo l'ora di provare la ricetta!

2
Molto interessante la ricetta! Grazie per condividerla! Il mio problema è che dove vivo è impossibile trovare farina di castagne (sono a Lima, in Perú), ho a disposizione quella di riso e molte altre farine, ma quella di castagne no. Con quale tipo di farina mi suggerisci di sostituirla? Grazie mille, non vedo l'ora di provare la ricetta!
Clorofilla il 21 11 2013

Dunque fammi pensare...

0
Dunque fammi pensare...
Clorofilla il 21 11 2013

Ciao Grazia! Potresti sostituirlo con farina di grano saraceno e aggiungere all'impasto 50g di zucchero...ci proverò anche io, buoni esperimenti! sono stata in Perù anche io due anni fa, é un posto meraviglioso...potresti avere a disposizione qualche tipo di farina di patate li per sostituire le castagne, che dici?

0
Ciao Grazia! Potresti sostituirlo con farina di grano saraceno e aggiungere all'impasto 50g di zucchero...ci proverò anche io, buoni esperimenti! :) sono stata in Perù anche io due anni fa, é un posto meraviglioso...potresti avere a disposizione qualche tipo di farina di patate li per sostituire le castagne, che dici?
Ospite - SILVIA il 28 11 2013
FARINA DI RISO

SI PUO' SOSTITUIRE LA FARINA DI RISO?

0
SI PUO' SOSTITUIRE LA FARINA DI RISO?
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 22 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook