Che cosa FAI in primavera?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Due giornate per scoprire i tesori nascosti in casa nostra! Perchè per godere della bellezza spesso non serve andare lontano.

Sarà presto primavera, anche sul calendario. Per celebrare questa stagione di rinascita, il FAI – Fondo Ambiente Italiano – organizza la ventiduesima edizione delle Giornate di Primavera. Sabato 22 e domenica 23 Marzo siamo tutti invitati a riscoprire angoli preziosi e nascosti del nostro territorio, luoghi spesso sottovalutati anche da chi li ha a due passi da casa.

Giornate FAI di Primavera è l’evento più importante che il FAI organizza ogni anno per riavvicinare grandi e piccini alle (spesso bistrattate) bellezze del nostro Paese. L’evento più importante, ma non certo l’unico per questa fondazione che si adopera costantemente per tutelare e valorizzare il patrimonio culturale ed ambientale italiano. Come? Sensibilizzando, educando, disegnando itinerari, mobilitando volontari ed appassionati, promuovendo un turismo culturale di qualità.. cercando insomma di generare ricadute positive a lungo termine sul territorio, a vantaggio di tutti.

Le Giornate di Primavera sono una vera e propria “festa popolare” che mette in scena arte e bellezza, uno spettacolo che nel corso degli anni ha coinvolto fino a 7 milioni di persone in tutta Italia.

b2ap3_thumbnail_FAI-giornate.jpg

Immagine tratta da: Pagina Facebook FAI

Anche quest’anno tra sabato e domenica verranno aperti al pubblico centinaia di siti particolari, poco conosciuti e spesso difficili da visitare. In tutta Italia vengono proposti itinerari, curiosità, escursioni a piedi ed in bicicletta, approfondimenti, visite guidate condotte da esperti e volontari (oltre 22.000 saranno i giovani studenti che faranno da Apprendisti Ciceroni). Si tratta insomma di un’occasione da non perdere per coinvolgere, farsi coinvolgere e lasciarsi affascinare dalla bellezza italiana.. una bellezza tanto decantata quanto trascurata.

Ben 120 sui 750 siti che accoglieranno i visitatori nel corso del weekend racconteranno la storia dell’Imperatore Augusto, che ha contribuito alla ristrutturazione ed alla rinascita dell’impero romano: a due millenni dalla sua morte, il FAI ha deciso di dedicare a quest’uomo l’evento di primavera, nella speranza che ripercorrere le sue gesta sia d’ispirazione anche per la rinascita ed il miglioramento dell’Italia di oggi.

Per saperne di più, andate a curiosare sul sito dedicato a queste due giornate. Io – nel mio pur piccolo Friuli Venezia Giulia – non ho ancora deciso che cosa visitare! C’è l’imbarazzo della scelta: non vi resta che trovare i luoghi aperti più vicini a voi, insomma.. non mancate!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook