C’era una volta… Pinocchio

Senza nome scandito 14 200x136

“C’era una volta un vecchio falegname di nome Geppetto che un giorno costruì un burattino di legno che chiamò Pinocchio. La Fata Turchina esaudì il desiderio del buon Geppetto e animò il burattino… ma un giorno Pinocchio non fece più ritorno a casa. Di nuovo?? Non ci posso credere! Ma dov’è il resto della storia?

Forse anche questo libro è diviso in due parti? Aspetta, vado a chiedere a tua madre se sa dove si trova la seconda parte della storia – esclamò papà Ciro rivolgendosi alla piccola. Va bene papà, ti aspetto qui – rispose con aria apparentemente tranquilla Daphne, che in realtà aveva già capito tutto.

Certo che non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio! pensò la piccola mentre si apprestava a sfogliare attentamente il libro di Pinocchio.

La bambina notò una grossa macchia di succo di frutta caduto sulla mensola della libreria qualche giorno prima e che probabilmente era arrivato fino al libro. Ecco perché è scomparsa la storia! esclamò la bambina

Poi, appena sotto la macchia iniziava a comparire il fatidico indizio sotto forma di indovinello: “…con coraggio il suo babbo ritroverà se nella pancia della balena salterà, ma attento a non sbagliar, perché non una, ma due balene ad aspettarlo troverà..”. Daphne si diresse velocemente verso la libreria e iniziò a cercare libri che parlassero di balene. Questo no. Neanche quest’altro… Umm… ma dove può essere? Poi si ritrovò davanti la storia di un altro padre separato dal figlioletto e iniziò a sfogliarne alcune pagine… Ed eccolo lì. L’aveva trovato! Iniziò a leggere “Alla ricerca di Nemo”…

Continua a leggere il racconto nel libro “Daphne, Salvatrice di Fiabe”

Seguici su Instagram
seguici su Facebook