Disintossicarsi e combattere l’ansia con la zeolite

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La zeolite è un minerale vulcanico con proprietà disintossicanti, antiossidanti e depurative. La sua struttura chimica le consente di assorbire metalli pesanti, pesticidi, tossine e radicali liberi. Grazie a queste sue proprietà, la zeolite permette di disintossicare l’organismo ed eliminare anche alcune tossine che possono provocare disturbi d’ansia.

Le tossine che provocano l’ansia

Ci sono delle sostanze in grado di scatenare un disturbo d’ansia? Sì, sono molte e molto diffuse, sono nascoste in prodotti e alimenti di largo consumo, come dimostrano molti studi e inchieste recenti. Come non parlare del glifosato, il diserbante killer tanto discusso per i possibili effetti cancerogeni. Sperando che la Commissione Europea decida di vietarne l’utilizzo una volta per tutte, è bene ricordare che gli effetti dannosi per la salute di questa tossina possono essere svariati e coinvolgere disturbi e malattie molto diffuse come la celiachia, l’autismo, la depressione e l’ansia.

Se vuoi saperne di più sul glifosato, vai a questo articolo.

Pesticidi e metalli pesanti provocano l’ansia

Secondo una ricerca, anche molti pesticidi diffusi in agricoltura, come gli organofosfati, possono causare ansia e depressione, oltre ad altri disturbi cognitivi. Non per niente questi insetticidi condividono la stessa struttura chimica del gas nervino. Anche i metalli pesanti possono provocare stati d’ansia e attacchi di panico e un’esposizione prolungata può favorire lo sviluppo di disturbi cronici come l’ansia e la depressione. Piombo, cadmio, mercurio e arsenico sono i principali inquinanti compresi nel pacchetto dei nostri stili di vita industrializzati.

Tracce oltre la norma di mercurio ad esempio, sono presenti nel pesce e in altre specie animali, a causa del riversamento nelle acque e nei terreni di liquidi di scarico e altri materiali. Un avvelenamento di mercurio porta a gravi conseguenze sul piano della salute, come la sclerosi multipla e vari problemi di tipo neurologico e cognitivo.

detox e depurazione con la zeolite, la lava vulcanica che disintossica

Disintossicarsi con la zeolite, la lava vulcanica

La zeolite è forse il miglior aiuto che la natura ci offre per disintossicarci ed eliminare tossine ed inquinanti che minacciano la salute del nostro organismo. Questa pietra di origine vulcanica può essere assunta per via orale, ingerita in forma di polvere o compresse facilmente reperibili in erboristerie e farmacie, anche online e se assunta nelle giuste quantità, è in grado di assorbire le sostanze nocive per poi espellerle con le feci.

Come funziona la zeolite: la doppia azione benefica

Esistono decine di tipi diversi di zeolite naturale e la più adatta alla disintossicazione e all’ingestione è la zeolite clinoptilolite, che ha una struttura microporosa di silicio e alluminio ed è in grado di svolgere una doppia azione benefica: una volta ingerita, cede sostanze preziose per la salute, come sodio, potassio, calcio e magnesio e al loro posto assorbe quelle dannose, come i metalli pesanti, i pesticidi, le tossine e i radicali liberi.

La zeolite quindi da una parte fornisce elementi essenziali per il funzionamento del nostro organismo e dall’altra aiuta a disintossicare gli organi da quelle tossine che entrano nel nostro corpo grazie all’inquinamento di aria, acqua, terreni e alimenti di vario tipo. Non solo, la zeolite svolge anche un’azione antiossidante, grazie all’assorbimento dei radicali liberi, i famosi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

La zeolite è sicura?

La zeolite, come dimostrato in questo studio pubblicato sul Journal of Molecular Medicine, non solo non ha effetti collaterali o rischi per la salute, ma è considerata un valido aiuto nella cura del cancro. La zeolite migliore è sicuramente quella di origine naturale e controllata; la zeolite infatti è anche prodotta sinteticamente per utilizzo industriale. L’unica controindicazione è di assumerla inizialmente in piccole dosi, perché il processo di depurazione può provocare rari episodi di stitichezza.

La zeolite per combattere l’ansia

L’ansia è un disturbo dalle mille facce: non ha solo un aspetto mentale, ma anche corporeo. Alimentazione, stili di vita, sedentarietà, cattive abitudini e inquinamento possono abbassare le difese dell’organismo ed esporlo al rischio di sviluppare varie forme d’ansia. Molti sono gli studi che sottolineano una stretta relazione tra la presenza di sostanze nocive nell’organismo, il suo generale stato di salute e l’ansia.

Depurare l’organismo e riportarlo ad uno stato di salute consente di combattere l’ansia efficacemente e la zeolite può davvero fornire un ottimo aiuto, migliorando la funzionalità del fegato e dell’intestino, il nostro “secondo cervello”. La zeolite permette all’organismo di eliminare le tossine presenti e migliorare il funzionamento di un organo che ha un ruolo di primo piano nello sviluppo dell’ansia, come l’intestino.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook