Il vile attacco ai leoni dello zoo di Hangzhou, presi a palle di neve dai visitatori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ci è bastato costringerli a una vita di prigionia, di schiavitù, di miserabile cattività, lontani dal loro habitat naturale, separati dai loro simili, costretti a soffrire di isolamento fisico, psichico e ambientale, di privazione territoriale e motoria. Devono essere anche umiliati, magari colpendoli con le palle di neve. È successo ai leoni dello zoo di Hangzhou, presi d’assalto da un gruppo di visitatori che li hanno usati per il loro codardo tiro al bersaglio.

Se non ci fossero le foto che potete vedere qui, probabilmente nessuno lo avrebbe saputo. Ma per fortuna le immagini del vile attacco, finite nelle mani di alcuni bloggers cinesi, hanno fatto montare il caso, con 24.000 commenti e più di 75.000 condivisioni. Il tutto nel giro di soli due giorni. Il popolo del web ha condannato all’unanimità l’azione dei turisti, definendoli uomini “privi di umanità e di moralità“. In risposta alla montante indignazione, lo zoo di Hangzhou ha rilasciato una dichiarazione ufficiale, in cui chiede ai visitatori di rispettare gli animali perché “sono nostri amici.”

Parole che non hanno fatto altro che rinfiammare la discussione sulla gestione dello zoo, compreso il trattamento dei leoni. L’utente meow_Minnie, ad esempio, ha commentato: “sanno che sono animali africani? Perché se c’è la neve sono all’aperto senza alcun riparo in cui rifugiarsi?”, mentre altri consigliano di installare quantomeno pareti di vetro per proteggere gli animali.

Il 7 gennaio, un funzionario dallo zoo di Hangzhou ha parlato con un giornalista del Xinhua, ammettendo che erano già a conoscenza di questo incidente. Ha aggiunto anche che, pur condannando questo atteggiamento nei confronti dei loro animali, lo zoo comunque non possiede un servizio di sorveglianza adeguato unità per la prevenzione di incidenti di questo tipo. Incommentabile…

Fonte: Meanwhile in China

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook