Pet therapy: struttura psichiatrica sfrattata a Roma. E i cani cercano casa

Vi presento Scimmia, una dolcissima femminuccia di circa 5 anni. Lei è una dei nove cani abbandonati a Roma in una villa ex comunità psichiatrica, in via Erasmo Gattamelata, nel VI municipio di Roma, dopo anni di compagnia e lavoro con i pazienti. Già, perché dismessa la clinica i cani della Pet Therapy sono stati lasciati lì. È così che è cominciata la loro odissea e quella dei due operatori, che hanno bussato senza successo a tutte le porte per ricollocarli.

Ma sembra che nessuna cooperativa della capitale abbia bisogno di loro e così, a malincuore, dovranno separarsi dagli amati animali che sono stati per anni i loro colleghi di lavoro. La preoccupazione è che ora i cani che ancora sono nella struttura nell’attesa dello sfratto definitivo non finiscano in canile. “Sarebbe veramente vergognoso se finissero la loro vita in un canile”, ha detto Valentina Coppola, presidente di EARTH, chiedendo alla Vicesindaco Belviso di prendere in carico la vicenda e magari fare entrare i cani in strutture di accoglienza per anziani o minori, dove potrebbero essere una risorsa preziosa.

Quando la struttura psichiatrica ha chiuso, certamente ci saranno stati tanti problemi nel trovare posto per i malati, vista la carenza di alternative che c’è in Italia, ma abbandonare questi cani al loro destino dopo anni di dedizione ai pazienti e di successi ottenuti nelle terapie è un atto vile e ingiusto. Molte persone si lamentano che “si pensa troppo agli animali e poco ai vecchi” (o ai malati, o ai bambini, o agli affamati, ecc…), bene, questa è l’ennesima dimostrazione dell’assenza di verità, e di realtà, di questo luogo comune. Chi afferma questo non sa e non vuole vedere che gli animali sono sempre i primi a pagare, soprattutto di questi tempi”, si legge sull’evento Facebook creato per aiutare questi pelosi.

LEGGI ANCHE: Mr Gibbs: il cane che tiene in vita una bimba di due anni. Un compito troppo pesante?

Lui, ad esempio, è Blanco, tosato e profumato nella sua nuova casa vicino Roma, presso la Residenza Villa delle Rose, grazie a Con Fido Nel Cuore e alla proprietaria che lo ha adottato. Trovare a tutti loro delle belle adozioni non è una missione impossibile! Forza!

Tra i cani ancora in cerca di adozione oltre a Scimmia, c’è anche Zampetta, femmina, 5 anni, taglia media. “Nonostante una zampa malformata – spiega una volontaria che li ha fotografati- che la rende nei movimenti un cane a 3 zampe, è un cane normalissimo anzi direi un cane speciale! È affettuosa, coccolona e ricerca continuamente il rapporto con l’umano anche perché tende ad essere tende ad essere un po’ esclusa dal branco e perciò ricerca la serenità e la tranquillità di un rapporto a due. Meglio se adottata come “figlio unico” o con cani molto tranquilli! Sta imparando ad andare al guinzaglio con ottimi risultati e ormai anche lei esce dalla villa per delle piccole passeggiate ma dopo un po’ sente la fatica perciò sarebbe preferibile una casa con un bel giardino così che non sia indispensabile uscire! Zampetta è uno di quei cani di cui ci si innamora subito per la sua tenacia nell’essere un cane come gli altri dal punto di vista fisico ma con una marcia in più in quanto a dolcezza!“.

In cerca di casa ci sono anche Nico, Eldina e Cloe. Come necessità pratiche c’è bisogno di sistemare il giardino, toelettare i cani, ma anche di raccogliere medicine, croccantini, antiparassitari e di creare una piccola farmacia da tenere per le urgenze. Per informazioni, supporto e adozioni cliccare qui o contattare la volontaria Luciana, al numero 3334283821.

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

Decathlon

La bici usata? Portala da Decathlon: torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook