Vivisezione. Allarme rosso: Gruppo Glaxo importa 32 beagle in Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Allarme rosso: altri 32 beagle provenienti dal Belgio sono stati consegnati al gruppo Glaxo. Dopo il clamore che ha suscitato il tragico destino a cui erano destinati gli 8 beagle destinati alla vivisezione neglii stabilimenti MENARINI / RTC di Pomezia, un altro;ex cliente di GREEN HILL fa incetta di essere viventi per testare farmaci per pressione, emicrania, anti trombosi e malattie psichiatriche.

I volontari alle dogane estere di FRECCIA 45, nel verificare i documenti di importazione degli 8 beagle, per fortuna ora salvi e nelle mani sicure dell’associazione Attivisti per i diritti animali di Pomezia, al loro ingresso nella Comunità Europea hanno scoperto questa notte che i cani giunti al centro di stoccaggio Belga e provenienti dagli Stati Uniti, erano molti di più … TUTTI DIRETTI IN ITALIA. Oltre agli 8 cani recapitati al GRUPPO MENARINI, altri 32 cani partivano dal Belgio via terra per essere consegnati alla loro morte in un ulteriore laboratorio italiano.

glaxo

I 32 beagle sono giunti all’interno della multinazionale di origine britannica GLAXOSMITHKLINE S.p.A. in Via Alessandro Fleming a Verona, il cui Centro Ricerche è ora di proprietà della Società americana APTUIT. Il gruppo GLAXO è autorizzato dal MINISTERO DELLA SALUTE a compiere esperimenti su molti animali tra cui: ratti, topi, ma anche cani, gatti e scimmie del nuovo mondo.

Sui beagle, il laboratorio di Verona cerca di riprodurre le malattie inducendole artificialmente. Per imitare la malattia del cuore i ricercatori stringono con un filo le arterie coronariche (fonte: content/39/2/283).

Sarà questa la fine che faranno i 32 cuccioli ? Il Gruppo GLAXO è stato autorizzato, sempre dal Ministero della Salute, a compiere esperimenti senza anestesia (deroga art 9, Decreto Legislativo 27.01.92, n. 116). In Italia i cani utilizzati nella sperimentazione sono circa 600 ogni anno, a cui debbono aggiungersi più di 500 scimmie (Fonte: Ministero della Salute, bollettini_2011/marzo_11/ 3).

L’Associazione FRECCIA 45, il COORDINAMENTO FERMARE GREEN HILL ed il COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL, grazie alla stampa e alla mobilitazione di molti attivisti e volontari, vogliono bloccare i viaggi della morte e ottenere un reale cambiamento. NON POSSIAMO RIMANERE ZITTI DI FRONTE A QUESTA VERGOGNA.

Blocco mail:

GLAXOSMITHKLINE S.p.A., Via Alessandro Fleming, 37135 Verona

governance.officer@gsk.com, JAI12696@GSK.COM, drugsurveillance-italy@gsk.com , daicom@gsk.com, maria.y.gaggiani@gsk.com, lidia.2.miraglia@gsk.com

APTUIT (VERONA) S.R.L., Via Alessandro Fleming 4, 37135 Verona

Tel. n°: 045 8218111, Fax n°: 045 8219111

contactus@aptuit.com, sabrina.pagliarusco@aptuit.com , chiara.rostello@aptuit.com, martine.garnier@aptuit.com, Silvia.Martinucci@aptuit.com, Ellenia.Bordini@aptuit.com, Lidia.Miraglia@aptuit.com, Domenico.Cufari@aptuit.com, Luca.Ferrari@aptuit.com, Mario.Pellegatti@aptuit.com

MINISTERO DELLA SALUTE

sanita.animale@sanita.it, segreteriaministro@sanita.it, segreteria.cardinale@sanita.it , alimentivet@sanita.it, f.salerno@sanita.it, m.ianniello@sanita.it, pg.facelli@sanita.it, sanita.animale@sanita.it, v.curella@sanita.it, u.santucci@sanita.it, s.bonati@sanita.it, c.cicero@sanita.it, c.campagnoli@sanita.it, d.dechiara@sanita.it, ufficiostampa@sanita.it, urpminsalute@sanita.it, r.matassa@sanita.it, g.ferri@sanita.it, tutela.animale@sanita.it, g.botta@sanita.it

LETTERA TIPO:

LETTERA TIPO (ma potete personalizzare, sempre utilizzando toni civili)

Gentili Signori,

la vivisezione è una pratica obsoleta, inutile ed immorale, contraria ai diritti degli animali sanciti sia dal trattato di Lisbona, che riconosce loro lo status di esseri senzienti, e dalla convenzione di Strasburgo. La sofferenza degli animali usati per la sperimentazione e l’orrore delle torture alle quali sono sottoposti gli animali fino alla morte, tra atroci sofferenze, è inammissibile e pertanto la pratica della vivisezione deve essere considerata inaccettabile. La sperimentazione su animali è considerata assolutamente inadeguata e inutile per l’uomo da moltissimi luminari del settore al punto di essere effettuata in seguito anche sugli uomini, rendendo le pratiche sugli animali assolutamente inutili ed un “doppione” a spese dei contribuenti, ci sono molti precedenti celebri che certificano l’inattendibilità dei test scientifici sugli animali e la pericolosità degli stessi per la salute umana.

E’ un dato di fatto che le normative vengono sistematicamente aggirate con deroghe, anche illegittime, o con permessi ad hoc rilasciati da enti compiacenti (es. deroga alla microchippatura per i cani di Green Hill).

Molte associazioni animaliste e moltissimi cittadini si sono schierati contro la vivisezione con manifestazioni e comunicati stampa (es. il noto scandalo GREEN HILL, che ha coinvolto una Società che non solo alleva, ma commercia ed esporta cani da sperimentazione, accusata di molteplici irregolarità e riscontrate illegittimità).

Con la presente chiediamo alla Vs. Società di prendere UNA POSIZIONE FERMA E DECISA CONTRO LA SPERIMENTAZIONE animale, procedendo in prima istanza il Ministero della Salute a REVOCARE LE AUTORIZZAZIONI CHE PERMETTONO L’ALLEVAMENTO, L’ARRIVO, LO SDOGANAMENTO E COMUNQUE LA MOVIMENTAZIONE DI TUTTI GLI ANIMALI DESTINATI ALLA VIVISEZIONE O SPERIMENTAZIONE, PER QUALSIASI RAGIONE.

Nome e Cognome

PER MAGGIORI INFO CLICCA QUI

LEGGI ANCHE:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Speciale Creme Solari

Creme solari: come sceglierle e a cosa fare attenzione

Germinal Bio

5 colazioni sane per rendere gustosi i tuoi fiocchi d’avena

eBay

Work out: i migliori attrezzi per allenare a casa tutti i muscoli

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook