Animal Instinct

Hitler, la soia e il seitan: il video-parodia di Vegan Chronicles fa impazzire il web

b2ap3_thumbnail_hitler.png
Si danno sempre un gran bel da fare per farci ridere i ragazzi di Vegan Chronicles, la web serie comica che affronta il tema della scelta vegana con ironia e leggerezza. Li avevo incrociati al Vegan Fest all'inizio di settembre, dove, a conferma del loro successo, hanno venduto tutto il loro merchandising (ma una maglietta sono riuscita a prenderla!). E li avevo intervistati qualche mese prima, lo scorso Marzo, nel pieno della campagna di crowdfunding per raccogliere i fondi necessari a realizzare gli episodi.

La cifra raccolta non è stata quella prefissata, ma l'interesse intorno al progetto è cresciuto e Claudio Colica, attore romano protagonista della serie, e Andrea , il regista, si sono messi al lavoro per le riprese. Promettono di aggiornarci con delle novità. Nel frattempo, godetevi questa parodia di Hitler e i vegani che riproduce una parte de 'La caduta', un film del 2004 che racconta gli ultimi giorni della vita di Adolf Hitler, interpretato da Bruno Ganz. A me sono venute davvero le lacrime per il troppo ridere. "Soia chi molla"...
Qui invece il promo della serie e i primi teaser.
Buon divertimento! E non dimenticate: tutto il resto è soia!
SEGUIMI SU FACEBOOK E TWITTER

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

20 meravigliose foto sull'amore (in tutte le sue f...
Come preparare un bagno rilassante o energizzante ...
 

Commenti 6

Ospite - Marco il 26 10 2014
Marco Marcellino

Siete molto simpatici. Da nutrizionista non condivido la dieta vegana ma ho rispetto per chi la segue con criterio. Non la giudico dannosa per la salute a patto di fare le cose per benino, non la condivido perchè alimentarsi deve essere una cosa semplice e piacevole, riconosco al cibo e all'alimentazione un valore che va al di la degli aspetti nutrizionali. Se ci sono delle persone che provano soddisfazione e si sentono appagate a mangiare in questo modo, buon per loro, posso soltanto consigliargli di integrare per bene tutto ciò che è indispensabile e non si riesce ad assimilare con quel tipo di alimentazione. Va da se che per lo stesso motivo hanno tutto il mio disprezzo chi giudica quest'alimentazione come la migliore possibile, chi critica e criminalizza tutti gli altri, questo perchè non si può imporre un alimentazione dispendiosa e per alcuni poco gratificante, perchè i gusti vanno rispettati e anche il lato economico non va sottovalutato. Comunque se il tono del progetto è questo siete sulla buona strada!

0
Siete molto simpatici. Da nutrizionista non condivido la dieta vegana ma ho rispetto per chi la segue con criterio. Non la giudico dannosa per la salute a patto di fare le cose per benino, non la condivido perchè alimentarsi deve essere una cosa semplice e piacevole, riconosco al cibo e all'alimentazione un valore che va al di la degli aspetti nutrizionali. Se ci sono delle persone che provano soddisfazione e si sentono appagate a mangiare in questo modo, buon per loro, posso soltanto consigliargli di integrare per bene tutto ciò che è indispensabile e non si riesce ad assimilare con quel tipo di alimentazione. Va da se che per lo stesso motivo hanno tutto il mio disprezzo chi giudica quest'alimentazione come la migliore possibile, chi critica e criminalizza tutti gli altri, questo perchè non si può imporre un alimentazione dispendiosa e per alcuni poco gratificante, perchè i gusti vanno rispettati e anche il lato economico non va sottovalutato. Comunque se il tono del progetto è questo siete sulla buona strada!
Ospite - Gio il 28 10 2014

@Sig. M.Marcellino

Rispetto la sua opinione e la ringrazio per il tono pacato delle sue critiche ma vorrei farle notare che:

* Un crescente numero di dietologi e nutrizionisti non solo non rigettano ma consigliano la dieta vegana.

* Un crescente numero di dietologi e nutrizionisti considerano dannosi per la salute i prodotti animali (anche quelli di derivazione biologica e non processati).

* Mi auguro che lei abbia provato le migliaia (letteralmente) di ricette vegane, molte delle quali molto semplici), prima di implicare che sia difficile trovare "gusto" nelle dieta vegana.

* Mi chiedo in base a cosa lei giudica questa alimentazione "dispendiosa" dato che il costo di frutta e verdura fresca e', per quanto possa attestare", inferiore al costo dei prodotti animali di PARI QUALITA'.

* Nessuno criminalizza chi segue una dieta diversa. Tutti hanno il sacrosanto diritto di criminalizzare coloro che per "gusto" decidono di torturare e sacrificare la vite di 55 miliardi di esseri senzienti (con un capacita' di provare ed analizzare emozioni pari ed anche superiore a quella umana)....all'anno!.

* Sul gusto le vorrei far notare che non e' una costante ma una variabile. Praticamente a nessuno piace il sapore delle sigarete FINCHE' non diventa fumatore.

In sintesi, mi piacerebbe che abbia modo di provare la dieta vegana per qualche anno, con tutte le sue sfumature, capire a fondo le argomentazioni e poi forse le sue critiche saranno piu' obiettive.

Cordiali Saluti,
Gio

0
@Sig. M.Marcellino Rispetto la sua opinione e la ringrazio per il tono pacato delle sue critiche ma vorrei farle notare che: * Un crescente numero di dietologi e nutrizionisti non solo non rigettano ma consigliano la dieta vegana. * Un crescente numero di dietologi e nutrizionisti considerano dannosi per la salute i prodotti animali (anche quelli di derivazione biologica e non processati). * Mi auguro che lei abbia provato le migliaia (letteralmente) di ricette vegane, molte delle quali molto semplici), prima di implicare che sia difficile trovare "gusto" nelle dieta vegana. * Mi chiedo in base a cosa lei giudica questa alimentazione "dispendiosa" dato che il costo di frutta e verdura fresca e', per quanto possa attestare", inferiore al costo dei prodotti animali di PARI QUALITA'. * Nessuno criminalizza chi segue una dieta diversa. Tutti hanno il sacrosanto diritto di criminalizzare coloro che per "gusto" decidono di torturare e sacrificare la vite di 55 miliardi di esseri senzienti (con un capacita' di provare ed analizzare emozioni pari ed anche superiore a quella umana)....all'anno!. * Sul gusto le vorrei far notare che non e' una costante ma una variabile. Praticamente a nessuno piace il sapore delle sigarete FINCHE' non diventa fumatore. In sintesi, mi piacerebbe che abbia modo di provare la dieta vegana per qualche anno, con tutte le sue sfumature, capire a fondo le argomentazioni e poi forse le sue critiche saranno piu' obiettive. Cordiali Saluti, Gio
Ospite - Sara Romagnoli il 27 10 2014

Gusti sono scegliere se vestire di rosso o di nero, poichè nel concetto di gusto si implica l'aspetto strettamente personale (ovvero che va a totale carico della persona che sceglie), nel momento stesso in cui le scelte che si compiono impattano su altri al di fuori di noi (come nel caso del decidere/scegliere di cosa/chi nutrirsi) allora la questione va affrontata su un piano decisamente differente, non perchè lo dico io sia chiaro, ma perchè in logica, le argomentazioni funzionano così.
Che poi socialmente parlando si sia sempre stati educati a vederla come "scelta alimentare" che ha a che fare col gusto personale è altra questione. Un vegano che abbia riflettuto sull'aspetto socio-politico dell'alimentazione però non può non tenerlo da conto e comunque ribadisco, che questo tipo di scelta, più di tante altre, ricada IN PRIMIS su altri e poi su chi sceglie (ovvero in PRIMIS sull'individuo animale ucciso per "gusto" e POI su me che mentre me ne nutro sollecito le mie papille provando piacere), è un fatto. Non un'opinione. E personalmente parlando è proprio su questo che credo il dibattito debba essere centrato. L'argomentazione del gusto personale, così articolata, renderebbe lecite un sacco di "schifezze" che invece lecite non sono e che anzi, trovano una condanna sociale estremamente forte e netta.

0
Gusti sono scegliere se vestire di rosso o di nero, poichè nel concetto di gusto si implica l'aspetto strettamente personale (ovvero che va a totale carico della persona che sceglie), nel momento stesso in cui le scelte che si compiono impattano su altri al di fuori di noi (come nel caso del decidere/scegliere di cosa/chi nutrirsi) allora la questione va affrontata su un piano decisamente differente, non perchè lo dico io sia chiaro, ma perchè in logica, le argomentazioni funzionano così. Che poi socialmente parlando si sia sempre stati educati a vederla come "scelta alimentare" che ha a che fare col gusto personale è altra questione. Un vegano che abbia riflettuto sull'aspetto socio-politico dell'alimentazione però non può non tenerlo da conto e comunque ribadisco, che questo tipo di scelta, più di tante altre, ricada IN PRIMIS su altri e poi su chi sceglie (ovvero in PRIMIS sull'individuo animale ucciso per "gusto" e POI su me che mentre me ne nutro sollecito le mie papille provando piacere), è un fatto. Non un'opinione. E personalmente parlando è proprio su questo che credo il dibattito debba essere centrato. L'argomentazione del gusto personale, così articolata, renderebbe lecite un sacco di "schifezze" che invece lecite non sono e che anzi, trovano una condanna sociale estremamente forte e netta.
Ospite - Gio il 28 10 2014
La Logica Viene Prima del Gusto

@Sara R.
Grazie per una risposta (al Sig.Marco M.) basata sulla logica anziche' sulle proprie esperienze/emozioni/nozioni ecc. ecc.

0
@Sara R. Grazie per una risposta (al Sig.Marco M.) basata sulla logica anziche' sulle proprie esperienze/emozioni/nozioni ecc. ecc.
Ospite - Gio il 28 10 2014
Ma il Video dov'e?

Salve e grazie per il post ma il video dove si trova? Nel loro canale su YouTube non c'e' al momento.

Grazie,
Gio

0
Salve e grazie per il post ma il video dove si trova? Nel loro canale su YouTube non c'e' al momento. Grazie, Gio:)
Ospite - lucignolo il 09 04 2015
hahahaha!!! ma...

molto divertente, ma avete trascurato il fatto che proprio HITLER ERA VEGETARIANO E NON MANGIAVA CARNE; con tutto quello che ha combinato, forse non è il miglior testimonial...

0
molto divertente, ma avete trascurato il fatto che proprio HITLER ERA VEGETARIANO E NON MANGIAVA CARNE; con tutto quello che ha combinato, forse non è il miglior testimonial...
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 25 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram