Via libera ai cani in bar, ristoranti e pubblici esercizi

CANI BAR

Cani e gatti potranno entrare liberamente e di diritto in bar, ristoranti e pubblici esercizi, nuovi protagonisti di una rivoluzione pet friendly dopo hotel e spiagge. L'annuncio è della Fipe Confcommercio, in occasione dell'ultima giornata di Host, la Fiera Internazionale dell'Ospitalità Alberghiera.


"Da oggi i cani, accompagnati dai loro padroni e provvisti di guinzaglio e museruola, avranno libero accesso a ristoranti, bar, gastronomie, gelaterie e pubblici esercizi in genere. Niente più cartelli e divieti all'ingresso dei negozi dunque, in linea con le ultime disposizioni europee a cui anche l'Italia dovrà presto adeguarsi", si legge nella nota.

In sostanza, gli addetti ai controlli delle Asl e i comuni non potranno impedire l'accesso dei pet. I dettagli della normativa sono contenuti nel Manuale di Corretta Prassi Operativa per Ristorazione, Gastronomia e Pasticceria presentato qualche giorno fa dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi alla presenza di una rappresentanza del Ministero della Salute che ha collaborato alla valutazione e alla stesura del volume. "Le nuove disposizioni legate all'accesso dei cani all'interno di bar, locali e ristoranti – ha dichiarato Marcello Fiore, direttore generale di Fipe - sono una delle novità che interesseranno il sistema dei pubblici esercizi italiani".

Tra le disposizioni della normativa particolare attenzione nel Manuale viene anche riservato al tema della sicurezza alimentare. Marcello Fiore, direttore generale di Fipe, sottolinea il fatto che il processo deve rispettare da un lato gli standard di efficienza organizzativa e dall'altro i requisiti igienico-sanitari richiesti dalle leggi vigenti". Niente più cartelli e divieti all'ingresso dei negozi, dunque, in linea con le ultime disposizioni europee a cui anche l'Italia dovrà presto adeguarsi.

Ma è davvero così? Attenzione, spiega Il Fatto Alimentare: la libertà di circolazione è ammessa solo se il proprietario del bar, ristorante, albergo o gelateria è d'accordo. Tutti i gestori che ritengono inopportuno la presenza di animali nei propri locali possono esporre un cartello all'ingresso con la frase "Vietato l'ingresso ai cani" oppure "Io resto fuori" con il disegno del cagnolino. Occhio anche ai supermercati, che non rientrano nella categoria dei pubblici esercizi.

Voi cosa ne pensate? E' giusto o no consentire il libero accesso ai cani? Io credo che, sicuramente, possano essere molto più educati di certi animali umani...

 

 

Segui Animal Instinct su Facebook: http://www.facebook.com/animalinstinctblog 

Segui Animal Instinct su Twitter: https://twitter.com/animal_isblog 

Vota:
I condomini diventano smart con ECO Courts
Rapporto ILO 2013 sul lavoro minorile: diminuisce ...
 

Commenti 43

Ospite - Elena il Venerdì, 25 Ottobre 2013 11:33
Dipende dal padrone...

Ci sono proprietari di cani che li tengono lindi e pinti e li hanno adeguatamente addestrati o educati, che dir si voglia. Indipendentemente dalla taglia, se il caso fosse quello, non solo lo vorrei in un mio ipotetico locale, sarei anche felice di dare acqua ed eventualmente cibo (se il padrone lo richiede) all'animale.
Ci sono poi padroni che sono più bestie dei loro animali e non se ne curano minimamente. Ho visto cani con ferite divenute infette portati fuori al freddo, legati a guinzagli e lasciati fuori dai locali per ORE. In quel caso farei entrare il cane, NON il padrone!!!!!!

0
Ci sono proprietari di cani che li tengono lindi e pinti e li hanno adeguatamente addestrati o educati, che dir si voglia. Indipendentemente dalla taglia, se il caso fosse quello, non solo lo vorrei in un mio ipotetico locale, sarei anche felice di dare acqua ed eventualmente cibo (se il padrone lo richiede) all'animale. Ci sono poi padroni che sono più bestie dei loro animali e non se ne curano minimamente. Ho visto cani con ferite divenute infette portati fuori al freddo, legati a guinzagli e lasciati fuori dai locali per ORE. In quel caso farei entrare il cane, NON il padrone!!!!!!
Ospite - Barbara Tartaglia il Lunedì, 28 Ottobre 2013 08:51
Direi Molto D'accordo!

un segnale di civiltà da parte dei gestori e dei clienti con i 4 zampe, sempre che questi ultimi dimostrino rispetto nei confronti degli altri clienti che potrebbero avere dei problemi con la presenza di animali. Io per esempio quando porto la mia cagnolina in un ristorante cerco sempre un angolo dove so che non può disturbare, solitamente ricevo molte attenzioni positive e questo mi fa piacere perché vuol dire che ci stiamo aprendo alla convivenza coi 4 zampe. E poi mi fa piacere che sia una decisione di libero arbitrio poiché faciliterà la mia scelta per un locale piuttosto che un altro quindi, i locali che metteranno il cartello di divieto d'ingresso agli animali non mi avranno MAI come cliente, nemmeno senza cane. Multe salate invece ai padroni che non rispettano le regole.... tipo quando fanno fare i bisogni ai propri cani di fronte agli esercizi. Li ho visti coi miei occhi darsela poi a gambe senza pulire. Ecco, polizia in borghese in giro per le strade e multoni salati ai padroni zozzoni!!

0
un segnale di civiltà da parte dei gestori e dei clienti con i 4 zampe, sempre che questi ultimi dimostrino rispetto nei confronti degli altri clienti che potrebbero avere dei problemi con la presenza di animali. Io per esempio quando porto la mia cagnolina in un ristorante cerco sempre un angolo dove so che non può disturbare, solitamente ricevo molte attenzioni positive e questo mi fa piacere perché vuol dire che ci stiamo aprendo alla convivenza coi 4 zampe. E poi mi fa piacere che sia una decisione di libero arbitrio poiché faciliterà la mia scelta per un locale piuttosto che un altro quindi, i locali che metteranno il cartello di divieto d'ingresso agli animali non mi avranno MAI come cliente, nemmeno senza cane. Multe salate invece ai padroni che non rispettano le regole.... tipo quando fanno fare i bisogni ai propri cani di fronte agli esercizi. Li ho visti coi miei occhi darsela poi a gambe senza pulire. Ecco, polizia in borghese in giro per le strade e multoni salati ai padroni zozzoni!!
Ospite - Patrizia Emoli il Sabato, 02 Novembre 2013 06:24
Rispetto da entrambi le parti

Sono d'accordo su tutto con quello che hai scritto barbara e quello che facciamo noi nel nostro bar ristorante, anche del fatto che purtroppo avendo all'esterno del locale dei vasi con piante, i padroni permetto ai loro cani di fare pipì sui vasi e così spesso se non ci accorgiamo doppiamo poi buttare dell'acqua. Quindi da multare e il padrone non il cane. Io quando mi capita di essere a passeggio con il mio cane per la città o in vacanza prima lo porto a fare i suoi bisogni e Raccolgo come è giusto che sia e poi andiamo a fare i nostri giri.

0
Sono d'accordo su tutto con quello che hai scritto barbara e quello che facciamo noi nel nostro bar ristorante, anche del fatto che purtroppo avendo all'esterno del locale dei vasi con piante, i padroni permetto ai loro cani di fare pipì sui vasi e così spesso se non ci accorgiamo doppiamo poi buttare dell'acqua. Quindi da multare e il padrone non il cane. Io quando mi capita di essere a passeggio con il mio cane per la città o in vacanza prima lo porto a fare i suoi bisogni e Raccolgo come è giusto che sia e poi andiamo a fare i nostri giri.
Ospite - Patrizia Emoli il Sabato, 02 Novembre 2013 06:11

Secondo me con questa legge, di fatti non cambierà nulla io ho una bar ristorazione e sulla mia responsabilità ho sempre permesso ai cani di entrare senza nessuna problema sia che il padrone bevesse un caffè o pranzasse, certo cercando di farli accomodare a un tavolo adatto qualora qualcuno non gradisse troppo la cosa. Mentre il mio problema è che dov'è abito io in un paese in provincia di Milano, una volta sono entrata con la mia pincerina (taglia piccolissima kg. 5 di peso) in un bar con la rivendita anche di pane e mi è stato vietato l'ingresso anche se mi ero proposta di prenderla in braccio. Non avendo la possibilità e non volendo lasciarla fuotri legata a qualche palo primo perchè ha il terrore delle persone perché maltrattata da piccolina e comunque con la paura che la potessero portare via, da allora in quel bar / panetteria non sono più entrata anche se non sono in compagnia del mio cane. In conclusio secondo me la legge non è cambiata per nulla e io anche se volessi entrare in quel bar, non poi trei far valere la nuova legge se il titolare decide comunque di negarmi l'ingresso.

0
Secondo me con questa legge, di fatti non cambierà nulla io ho una bar ristorazione e sulla mia responsabilità ho sempre permesso ai cani di entrare senza nessuna problema sia che il padrone bevesse un caffè o pranzasse, certo cercando di farli accomodare a un tavolo adatto qualora qualcuno non gradisse troppo la cosa. Mentre il mio problema è che dov'è abito io in un paese in provincia di Milano, una volta sono entrata con la mia pincerina (taglia piccolissima kg. 5 di peso) in un bar con la rivendita anche di pane e mi è stato vietato l'ingresso anche se mi ero proposta di prenderla in braccio. Non avendo la possibilità e non volendo lasciarla fuotri legata a qualche palo primo perchè ha il terrore delle persone perché maltrattata da piccolina e comunque con la paura che la potessero portare via, da allora in quel bar / panetteria non sono più entrata anche se non sono in compagnia del mio cane. In conclusio secondo me la legge non è cambiata per nulla e io anche se volessi entrare in quel bar, non poi trei far valere la nuova legge se il titolare decide comunque di negarmi l'ingresso.
Ospite - Samuele il Mercoledì, 08 Gennaio 2014 10:51

NON E' UNA LEGGE.

0
NON E' UNA LEGGE.
Ospite - luisa il Martedì, 26 Novembre 2013 10:37
la buona educazione è d'obbligo per tutti!

Io ho una cagnolina ed è molto educata e buona. Da sempre ritengo che gli animali, come nel resto d'Europa possano accedere ai locali pubblici. Quindi non considero giusto che questo sia a discrezione del gestore del pubblico esercizio. Ho però visto, da noi in Italia, tanti cani maschi che non sono stati educati a fare i bisogni fuori all'aperto e "spruzzano" ovunque dentro ai locali... Quindi, io invito caldamente a far entrare i pet ovunque, ma come per gli umani ci vuole buona educazione e rispetto!

0
Io ho una cagnolina ed è molto educata e buona. Da sempre ritengo che gli animali, come nel resto d'Europa possano accedere ai locali pubblici. Quindi non considero giusto che questo sia a discrezione del gestore del pubblico esercizio. Ho però visto, da noi in Italia, tanti cani maschi che non sono stati educati a fare i bisogni fuori all'aperto e "spruzzano" ovunque dentro ai locali... Quindi, io invito caldamente a far entrare i pet ovunque, ma come per gli umani ci vuole buona educazione e rispetto!
Ospite - claudia il Giovedì, 28 Novembre 2013 16:36

ma la museruola addosso??

0
ma la museruola addosso??
Ospite - Nicola il Domenica, 01 Dicembre 2013 09:30

Non cambierà assolutamente nulla. I gestori che fino a oggi hanno vietato l'accesso dei nostri amici a quattro zampe nei loro locali continueranno a farlo, mentre chi, gode di un briciolo di sensibilità in più, continuerà a dibattersi per cercare di far convivere cani con padroni e non più o meno educati. Onestamente non vedi questa grande novità. Anzi non la vedo proprio.

0
Non cambierà assolutamente nulla. I gestori che fino a oggi hanno vietato l'accesso dei nostri amici a quattro zampe nei loro locali continueranno a farlo, mentre chi, gode di un briciolo di sensibilità in più, continuerà a dibattersi per cercare di far convivere cani con padroni e non più o meno educati. Onestamente non vedi questa grande novità. Anzi non la vedo proprio.
Ospite - Bruno il Lunedì, 02 Dicembre 2013 07:49

CHE SCHIFO DI PAESE MAI UNA VOLTA CHE FANNO UNA LEGGE CHIARA E PRECISA.

0
CHE SCHIFO DI PAESE MAI UNA VOLTA CHE FANNO UNA LEGGE CHIARA E PRECISA.
Ospite - mimi il Lunedì, 20 Gennaio 2014 21:45

non avrei nessun problema per quanto riguarda il cane a guinzaglio e con museruola,nella mia città,il padrone porta il cane con se,si siedono a tavolino e fanno colazione,anche il cane,la sua padrona,li compra il cornetto,lo mette a terra e il cane mangia.un altra cosa,ho mia figlia,con l'allergia( chirodiscoides )e' l'acaro che si trova sul pelo del cane,che faccio,creo l'adesivo con sopra una bambina e scrivo,tu non puoi entrare

0
non avrei nessun problema per quanto riguarda il cane a guinzaglio e con museruola,nella mia città,il padrone porta il cane con se,si siedono a tavolino e fanno colazione,anche il cane,la sua padrona,li compra il cornetto,lo mette a terra e il cane mangia.un altra cosa,ho mia figlia,con l'allergia( chirodiscoides )e' l'acaro che si trova sul pelo del cane,che faccio,creo l'adesivo con sopra una bambina e scrivo,tu non puoi entrare
Ospite - maria il Lunedì, 12 Maggio 2014 17:24

certo....semplicemente tua figlia purtroppo dovrà allontanarsi alla fonte dalla sua allergia.....infatti il problema non è causato dal cane ma da un difetto insito al sistema immunitario della ragazzina ....il problema è di tua figlia..... il cane non ha nessuna responsabilità. tua figlia potrebbe essere allergica all'acaro della polvere... che sta ovunque a casa tua compresi gli indumenti che indossa...a questo punto che faresti???? vaghi nuda x le strade perché hai dovuto disfarti di casa e indumenti????? pensa amica basta un po' di tolleranza, accomodazione e buon senso senza ritenere di avere sempre diritto a priorità...perché noi tutti non siamo nessuno oltre a non essere meglio di altro/i .... senza offesa è solo un semplicissimo modo di vedere le cose....saluti

0
certo....semplicemente tua figlia purtroppo dovrà allontanarsi alla fonte dalla sua allergia.....infatti il problema non è causato dal cane ma da un difetto insito al sistema immunitario della ragazzina ....il problema è di tua figlia..... il cane non ha nessuna responsabilità. tua figlia potrebbe essere allergica all'acaro della polvere... che sta ovunque a casa tua compresi gli indumenti che indossa...a questo punto che faresti???? vaghi nuda x le strade perché hai dovuto disfarti di casa e indumenti????? pensa amica basta un po' di tolleranza, accomodazione e buon senso senza ritenere di avere sempre diritto a priorità...perché noi tutti non siamo nessuno oltre a non essere meglio di altro/i .... senza offesa è solo un semplicissimo modo di vedere le cose....saluti
Ospite - Enrico il Venerdì, 02 Gennaio 2015 11:02

Se permetti gli umani vengono prima degli animali, stop! Se la ragazzina è allergica non può andare in giro e il cane si? Ma che sei scema? Pretendi che i cani abbiano sempre diritto e priorità sugli umani, quindi, quello degli umani passa in secondo grado? Sei una nazista, anzi no, chiedo scusa ai nazisti, per loro la gerarchia era chiara, sopra l'uomo e sotto il resto. E poi mi sai dire chi dice che il cane vuole andare al bar, al supermercato? Ti ha fatto la spia il maiale? Te lo ha garantito l'asino? Oppure a te personalmente il cane ti ha detto, testuali parole, usciamo a cena stasera. vorrei sapere cosa ci fai poi col cane dopo una seratina intima.

0
Se permetti gli umani vengono prima degli animali, stop! Se la ragazzina è allergica non può andare in giro e il cane si? Ma che sei scema? Pretendi che i cani abbiano sempre diritto e priorità sugli umani, quindi, quello degli umani passa in secondo grado? Sei una nazista, anzi no, chiedo scusa ai nazisti, per loro la gerarchia era chiara, sopra l'uomo e sotto il resto. E poi mi sai dire chi dice che il cane vuole andare al bar, al supermercato? Ti ha fatto la spia il maiale? Te lo ha garantito l'asino? Oppure a te personalmente il cane ti ha detto, testuali parole, usciamo a cena stasera. vorrei sapere cosa ci fai poi col cane dopo una seratina intima.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:37

Mimi contattami: [email protected]

0
Mimi contattami: [email protected]
Ospite - roscio il Mercoledì, 19 Febbraio 2014 10:07
ma come si fa

Gente, ma ci stiamo dimenticando che siamo esseri umani? Ma stiamo scherzando, tra un po' ci vedremo costretti a vivere insieme agli animali? Quando poi qualche bestia azzanna un bambino invece di sopprimere il cane pensiamo a preservarlo? E che dire di tutti quelli che abbaiano come forsennati per tutta la notte e mi svegliano le figlie? Se io volessi un cane me lo prenderei e non devo essere costretto a sopportare i cani degli altri! Questa si chiama civiltà'? Certo, per chi preferisce vivere con gli animali perché' non e' in grado di vivere con gli umani.....

0
Gente, ma ci stiamo dimenticando che siamo esseri umani? Ma stiamo scherzando, tra un po' ci vedremo costretti a vivere insieme agli animali? Quando poi qualche bestia azzanna un bambino invece di sopprimere il cane pensiamo a preservarlo? E che dire di tutti quelli che abbaiano come forsennati per tutta la notte e mi svegliano le figlie? Se io volessi un cane me lo prenderei e non devo essere costretto a sopportare i cani degli altri! Questa si chiama civiltà'? Certo, per chi preferisce vivere con gli animali perché' non e' in grado di vivere con gli umani.....
Ospite - Valeria il Martedì, 01 Luglio 2014 16:02

La sopportazione dovrebbe essere reciproca, a lei da noia il cane che abbaia a me da noia i figli degli altri che schiamazzano sotto le mie finestre e anch' io non è detto che debba sopportare i figli degli altri, anche al ristorante i genitori seduti e i figli che scorrazzano per il ristorante infastidendo gli altri clienti , oppure gli adulti che escono dalla pizzeria sotto casa mia e restano a parlare, parlare per modo di dire, perchè gridano come forsennati e restano li fuori anche per ore, oppure mi da noia non fare neppure tre passi e trovare in continuazioni extracomunitari che ti vogliono vendere un po' di tutto oppure fanno parcheggiatori abusivi e sei costretto a dargli un euro altrimenti trovi la macchina graffiata, questa la chiama civiltà? allora se mi siedo ad un tavolo con il mio cane vicino per prendermi un gelato penso proprio di non dar noia a nessuno, e in quanto a dover sopportare visto che sopporto tanto io potranno sopportare anche il mio cane!

0
La sopportazione dovrebbe essere reciproca, a lei da noia il cane che abbaia a me da noia i figli degli altri che schiamazzano sotto le mie finestre e anch' io non è detto che debba sopportare i figli degli altri, anche al ristorante i genitori seduti e i figli che scorrazzano per il ristorante infastidendo gli altri clienti , oppure gli adulti che escono dalla pizzeria sotto casa mia e restano a parlare, parlare per modo di dire, perchè gridano come forsennati e restano li fuori anche per ore, oppure mi da noia non fare neppure tre passi e trovare in continuazioni extracomunitari che ti vogliono vendere un po' di tutto oppure fanno parcheggiatori abusivi e sei costretto a dargli un euro altrimenti trovi la macchina graffiata, questa la chiama civiltà? allora se mi siedo ad un tavolo con il mio cane vicino per prendermi un gelato penso proprio di non dar noia a nessuno, e in quanto a dover sopportare visto che sopporto tanto io potranno sopportare anche il mio cane!
Ospite - Enrico il Venerdì, 02 Gennaio 2015 11:04

Giusto, però il cane se ne può rimanere a casa.

0
Giusto, però il cane se ne può rimanere a casa.
Ospite - Enrico il Venerdì, 02 Gennaio 2015 10:54
Enrico

Roscio contattami: [email protected]

0
Roscio contattami: [email protected]
Ospite - mario il Mercoledì, 26 Febbraio 2014 20:32

per togliere qualsiasi preconcetto,faccio presente che sono un animalista e naturalista da sempre. ho la tessera del wwf e della lipu da 40 anni e più.ma sono totalmente contrario che gli animali entrino nei locali pubblici in particolare dove si mangia.non a caso ho assistito a liti tra cani dentro al bar e peggio ancora assistere all animale fare i propri bisogni in mezzo alle persone che stavano al banco.oggi siamo al massimo degrado di questa società,ma tutto ha un limite.

0
per togliere qualsiasi preconcetto,faccio presente che sono un animalista e naturalista da sempre. ho la tessera del wwf e della lipu da 40 anni e più.ma sono totalmente contrario che gli animali entrino nei locali pubblici in particolare dove si mangia.non a caso ho assistito a liti tra cani dentro al bar e peggio ancora assistere all animale fare i propri bisogni in mezzo alle persone che stavano al banco.oggi siamo al massimo degrado di questa società,ma tutto ha un limite.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:39

Mario contattami: [email protected]

0
Mario contattami: [email protected]
Ospite - giuseppe il Mercoledì, 01 Aprile 2015 00:45

sono un gestore di un bar pasticceria, abito in campagna ed ho 6 cani, 2 gatti e vari altri animali... non si puo dire che non mi piacciano gli animali.. ma come dice il sig mario a tutto ce' un limite.. il signore che paragone lo schiamazzo di bambini all'ululare dei cani.. la dice tutta... nel mio locale entrano moltissimi cani.. ma il problema non e' il cane.. ma il padrone, spesso succede cani che si avventano su altri cani.. gente che prende in braccio il cane e lo appoggia sul bancone dove gli altri clienti consumano.. altri che fanno i bisogni nel locale senza che il proprio padrone se ne preoccupi.. e il peggio e' capitato purtroppo piu di una volta che i cani azzannassero i miei dipendenti mentre erani li a fare il proprio lavoro, se per voi questo e' normale...........

0
sono un gestore di un bar pasticceria, abito in campagna ed ho 6 cani, 2 gatti e vari altri animali... non si puo dire che non mi piacciano gli animali.. ma come dice il sig mario a tutto ce' un limite.. il signore che paragone lo schiamazzo di bambini all'ululare dei cani.. la dice tutta... nel mio locale entrano moltissimi cani.. ma il problema non e' il cane.. ma il padrone, spesso succede cani che si avventano su altri cani.. gente che prende in braccio il cane e lo appoggia sul bancone dove gli altri clienti consumano.. altri che fanno i bisogni nel locale senza che il proprio padrone se ne preoccupi.. e il peggio e' capitato purtroppo piu di una volta che i cani azzannassero i miei dipendenti mentre erani li a fare il proprio lavoro, se per voi questo e' normale...........
Ospite - Paola il Martedì, 08 Aprile 2014 09:49
Bisognerebbe chiedere agli animali...

Io gestore di ristorante, con cane gatto tartaruga e co. mi domando sempre se il cane è d'accordo ad essere trattato come un essere umano..... E scusate ma non sono d'acordo sul fatto che possano entrare in un locale come un ristorante chiuso in cui possono entrare persone che soffrono di allergie al pelo del cane....per esempio me. Cosi cosa facciamo? E come la mettiamo con i bambini piccoli che spesso non restano seduti al tavolo e magari vedendo il cane si avvicinano? E magari il cane si agita? I cani non sono tutti uguali, non sono tutti di taglai medio-piccola e sopratutto noi non possiamo assolutamente prevedere le sue reazioni in ambiente estraneo di fronte ad estranei, anche se ci piace pensarlo. Io ho anche visto un cane seduto al tavolo con i proprietari mangiando allo stesso piatto... Non so se a tutti faccia piacere mangiare nello stesso piatto del cane, anche se dopo il piatto viene lavato in lavastoviglie. Insomma provate a mettervi nei panni di ch,i pur amando gli animali ,non ci può vivere a stretto contatto. Penso anche a chi ha la fobia del cane....che in quanto fobia non è che si curi con un guinzaglio imposto al cane. E voi proprietari di cani pensate davvero che a lui piaccia cosi' tanto essere lavato spesso con detergenti agressivi e profumati che permettono a voi di spupazzarvelo in giro ma che non permettono a lui di essere cio che è..... ?

0
Io gestore di ristorante, con cane gatto tartaruga e co. mi domando sempre se il cane è d'accordo ad essere trattato come un essere umano..... E scusate ma non sono d'acordo sul fatto che possano entrare in un locale come un ristorante chiuso in cui possono entrare persone che soffrono di allergie al pelo del cane....per esempio me. Cosi cosa facciamo? E come la mettiamo con i bambini piccoli che spesso non restano seduti al tavolo e magari vedendo il cane si avvicinano? E magari il cane si agita? I cani non sono tutti uguali, non sono tutti di taglai medio-piccola e sopratutto noi non possiamo assolutamente prevedere le sue reazioni in ambiente estraneo di fronte ad estranei, anche se ci piace pensarlo. Io ho anche visto un cane seduto al tavolo con i proprietari mangiando allo stesso piatto... Non so se a tutti faccia piacere mangiare nello stesso piatto del cane, anche se dopo il piatto viene lavato in lavastoviglie. Insomma provate a mettervi nei panni di ch,i pur amando gli animali ,non ci può vivere a stretto contatto. Penso anche a chi ha la fobia del cane....che in quanto fobia non è che si curi con un guinzaglio imposto al cane. E voi proprietari di cani pensate davvero che a lui piaccia cosi' tanto essere lavato spesso con detergenti agressivi e profumati che permettono a voi di spupazzarvelo in giro ma che non permettono a lui di essere cio che è..... ?
Ospite - Michela il Lunedì, 23 Giugno 2014 16:41

avendo un cane facilmente sovraeccitabile in genere evito i posti con troppe persone, anche se so che il gestore del locale non ha niente in contrario, se è affollato lo lascio fuori giusto il tempo di fare quello che devo (che so, prendere il gelato) o se lo porto dentro gli metto la museruola, non perchè lui ne abbia bisogno, ma perchè molta gente purtroppo non sa come comportarsi davanti ad un cane di grossa taglia quindi preferisco evitare spiacevoli incidenti....detto questo, sono d'accordissimo con le nuove disposizioni ma non ho capito: il cartello si deve togliere ma chi non vuole che i cani entrino può lasciarlo? Mi sembra un po' contradditorio no?

0
avendo un cane facilmente sovraeccitabile in genere evito i posti con troppe persone, anche se so che il gestore del locale non ha niente in contrario, se è affollato lo lascio fuori giusto il tempo di fare quello che devo (che so, prendere il gelato) o se lo porto dentro gli metto la museruola, non perchè lui ne abbia bisogno, ma perchè molta gente purtroppo non sa come comportarsi davanti ad un cane di grossa taglia quindi preferisco evitare spiacevoli incidenti....detto questo, sono d'accordissimo con le nuove disposizioni ma non ho capito: il cartello si deve togliere ma chi non vuole che i cani entrino può lasciarlo? Mi sembra un po' contradditorio no?
Ospite - Valeria il Martedì, 01 Luglio 2014 15:49

Ieri ho assistito ad un episodio in esatto contrasto a questa normativa, una signora con il figlio circa tredicenne con un cuccilo in braccio è dovuto restare fuori dalla Conan perchè gli è stato detto che il cane non poteva entrare, io posso arrivare a capire che in un supermercato un cane anche al guinzglio possa alzare la gamba dove ci sono dei generi alimentari e questo non andrebbe bene, ma un cucciolo in braccio cosa poteva fare? inquinargli l' ambiente? Direi che anche nelle proibizioni ci dovrebbe essere più elasticità mentale e non attenersi solo a delle regole. Poi magari non vedono persone che non si mettono i guanti e palpeggiano la frutta in aperto contrasto alle norme di igiene ....e non persone perfettamente pulite!

0
Ieri ho assistito ad un episodio in esatto contrasto a questa normativa, una signora con il figlio circa tredicenne con un cuccilo in braccio è dovuto restare fuori dalla Conan perchè gli è stato detto che il cane non poteva entrare, io posso arrivare a capire che in un supermercato un cane anche al guinzglio possa alzare la gamba dove ci sono dei generi alimentari e questo non andrebbe bene, ma un cucciolo in braccio cosa poteva fare? inquinargli l' ambiente? Direi che anche nelle proibizioni ci dovrebbe essere più elasticità mentale e non attenersi solo a delle regole. Poi magari non vedono persone che non si mettono i guanti e palpeggiano la frutta in aperto contrasto alle norme di igiene ....e non persone perfettamente pulite!
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:43

Per alcuni i cani puzzano, ad altri fanno schifo, altri sono allergici. Basta non andarci al supermercato o al bar. Al guinzaglio oppure in collo, per gli asmatici, il problema è lo stesso. La necessità di portare in luogo pubblico è soltanto del padrone, che "antropizza" il cane, è riconosciuta come malattia mentale.

0
Per alcuni i cani puzzano, ad altri fanno schifo, altri sono allergici. Basta non andarci al supermercato o al bar. Al guinzaglio oppure in collo, per gli asmatici, il problema è lo stesso. La necessità di portare in luogo pubblico è soltanto del padrone, che "antropizza" il cane, è riconosciuta come malattia mentale.
Ospite - Luciano Sbrilli il Sabato, 02 Agosto 2014 11:04

Fatta la legge trovato l'inganno siamo proprio in italia vengo ora dalla Germania e con il mio cane non ho mai avuto problemi qui invece si canta vittoria, ma di cosa se le cose non cambiamo mai , mi viene lo schifo solo a dire che sono italiano

0
Fatta la legge trovato l'inganno siamo proprio in italia vengo ora dalla Germania e con il mio cane non ho mai avuto problemi qui invece si canta vittoria, ma di cosa se le cose non cambiamo mai , mi viene lo schifo solo a dire che sono italiano
Ospite - alberto il Lunedì, 29 Settembre 2014 12:23
Domanda per informazione

Sono d'accordo con la leggeerò mi domando:"cosa succede se un cliente dell'esercizio pubblico è allergico al pelo degli animali?"

0
Sono d'accordo con la legge:però mi domando:"cosa succede se un cliente dell'esercizio pubblico è allergico al pelo degli animali?"
Ospite - valeria il Domenica, 02 Novembre 2014 18:19

Se si parla di allergie allora c' è anche chi è allergico ai profumi, cosa si deve fare proibire alle persone di usarli? In un ambiente grande non credo che se qualcuno è allergico, non standogli accanto e non toccandolo possa avere dei problemi

0
Se si parla di allergie allora c' è anche chi è allergico ai profumi, cosa si deve fare proibire alle persone di usarli? In un ambiente grande non credo che se qualcuno è allergico, non standogli accanto e non toccandolo possa avere dei problemi
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:19

Per i profumi non possiamo fare nulla, e so io quanto vorrei! Per i cani basta il cartello di cui sopra. Facile.

0
Per i profumi non possiamo fare nulla, e so io quanto vorrei! Per i cani basta il cartello di cui sopra. Facile.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:26

Purtroppo hanno problemi anche in ambienti grandi, soprattutto di estate. All'aperto invece, il problema quasi non si pone. Ma la soluzione c'è, lasciare il cane fuori, che di entrare in un bar non gliene frega proprio nulla.

0
Purtroppo hanno problemi anche in ambienti grandi, soprattutto di estate. All'aperto invece, il problema quasi non si pone. Ma la soluzione c'è, lasciare il cane fuori, che di entrare in un bar non gliene frega proprio nulla.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:35

Ed aldilà delle allergie rimane il fatto che la bestia faccia semplicemente schifo a qualcuno. Ero in un bar mezz'ora fa. Una ragazza è entrata col cane, bello, pelosone, mansueto, che però, tanto per farsi gradire, ha starnutito a lungo sui piedi di tutti. Ovviamente la ragazza se ne è fregata del prossimo. Mi accadde pure alle poste, una cagnolino, questo orribile e ed ammalato, annusava e poi starnutiva sui piedi delle signore in una lunga fila agli sportelli. Era estate e le signore portavano i sandali. C'è stata una insurrezione popolare. Il padrone, ovviamente, anche se aveva 5-6 donne urlanti, se ne è fregato, anche quando è stato richiamato dal personale, prima guardando il muro, poi lo smartphone. "Il nostro prossimo è tutto ciò che vive" giusto signora Ragni?

0
Ed aldilà delle allergie rimane il fatto che la bestia faccia semplicemente schifo a qualcuno. Ero in un bar mezz'ora fa. Una ragazza è entrata col cane, bello, pelosone, mansueto, che però, tanto per farsi gradire, ha starnutito a lungo sui piedi di tutti. Ovviamente la ragazza se ne è fregata del prossimo. Mi accadde pure alle poste, una cagnolino, questo orribile e ed ammalato, annusava e poi starnutiva sui piedi delle signore in una lunga fila agli sportelli. Era estate e le signore portavano i sandali. C'è stata una insurrezione popolare. Il padrone, ovviamente, anche se aveva 5-6 donne urlanti, se ne è fregato, anche quando è stato richiamato dal personale, prima guardando il muro, poi lo smartphone. "Il nostro prossimo è tutto ciò che vive" giusto signora Ragni? :)
Ospite - Daria Fantuzzi il Domenica, 02 Novembre 2014 08:05

Sono perfettamente d'accordo con la legge.i cani dovrebbero poter entrare ovunque come lo possono fare le persone maleducate o poco pulite ed i bambini urlanti. Ma se ogni comune poi decide x se ed i gli esercenti hanno la possibilita' di esporre il divieto e di farlo rispettare, a che cosa serve tutto ciò???? Praticamente e' tutto come prima!!!!

0
Sono perfettamente d'accordo con la legge.i cani dovrebbero poter entrare ovunque come lo possono fare le persone maleducate o poco pulite ed i bambini urlanti. Ma se ogni comune poi decide x se ed i gli esercenti hanno la possibilita' di esporre il divieto e di farlo rispettare, a che cosa serve tutto ciò???? Praticamente e' tutto come prima!!!!
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:23

Non credo che sia descritta nella letteratura scientifica una allergia ai bambini rumorosi, ai cani, o meglio, a qualcosa che hanno nel pelo, si. C'è poco da fare. Se la mettiamo sul puzzo di certe persone si cade a bomba nell'argomento. C'è chi ha schifo dei cani comunque, aldilà se è una bestia pulita o no. Però, nella maggiore quantità dei casi i cani puzzano, anche per chi ne ha avuti a decine come me. C'è poco da fare.

0
Non credo che sia descritta nella letteratura scientifica una allergia ai bambini rumorosi, ai cani, o meglio, a qualcosa che hanno nel pelo, si. C'è poco da fare. Se la mettiamo sul puzzo di certe persone si cade a bomba nell'argomento. C'è chi ha schifo dei cani comunque, aldilà se è una bestia pulita o no. Però, nella maggiore quantità dei casi i cani puzzano, anche per chi ne ha avuti a decine come me. C'è poco da fare.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:13

Maleducato, arrogante, irrispettoso, dovrebbe diventare proverbiale. Cara Roberta Ragni "Il nostro prossimo è tutto ciò che vive", bene , siamo dello stesso parere. Perché allora non rispettare quegli esseri viventi, gli umani, che dei cani hanno paura, oppure sono allergici, o più semplicemente, gli fanno schifo? Un asmatico, all'ingresso di una cane, se ne esce dal locale, perchè si vergogna della propria malattia. Piacerebbe a lei avere un attacco d'asma davanti a tutti? Le farebbe piacere diventare cianotica, tossire, cercare l'aria come un topo caduto in acqua? Farebbe prima ad uscirsene, e darla vinta a quel cafone al quale nemmeno per un secondo si è dato la pena di chiedersi se la sua bestia è sgradita. E si chiederebbe lei, per un secondo, se è poi così necessario portarsi il cane in un luogo pubblico? Va bene, una cosa è passare un attimo a comprare le sigarette, dove poi il cane può essere lasciato legato fuori, una cosa è passare pomeriggi a infischiarsene di vedere che molti clienti alzano gli occhi al cielo. Lei mi dirà "è questione di educazione, non del cane ma del padrone". Però i cani entrano sempre e comunque, sempre da umani, e non ho mai sentito nessuno, dico nessuno, chiedere il permesso. E se qualcuno ha il coraggio di chiedere qualcosa il copione è sempre lo stesso, il titola re dell'esercizio in imbarazzo, il padrone del cane che ti accusa di non amare gli animali, che gli animali sono meglio degli umani, ecc,ecc. Se stanno cosi bene coi cani e detestano gli animali, perché non se ne stanno a casa loro senza dare fastidio ad altro "che vive" oltre al loro cane? se le venisse in mente, come del resto a tutti, di dire che non amo gli animali, le dico subito che per fare pari con me, chiunque, dovrebbe dotarsi di una ventina di cani, un centinaio di criceti e cavie, qualche decina di gatti. tanti ne ho avuti in vita mia, ma senza mai pensare di portarmeli al bar.

0
Maleducato, arrogante, irrispettoso, dovrebbe diventare proverbiale. Cara Roberta Ragni "Il nostro prossimo è tutto ciò che vive", bene , siamo dello stesso parere. Perché allora non rispettare quegli esseri viventi, gli umani, che dei cani hanno paura, oppure sono allergici, o più semplicemente, gli fanno schifo? Un asmatico, all'ingresso di una cane, se ne esce dal locale, perchè si vergogna della propria malattia. Piacerebbe a lei avere un attacco d'asma davanti a tutti? Le farebbe piacere diventare cianotica, tossire, cercare l'aria come un topo caduto in acqua? Farebbe prima ad uscirsene, e darla vinta a quel cafone al quale nemmeno per un secondo si è dato la pena di chiedersi se la sua bestia è sgradita. E si chiederebbe lei, per un secondo, se è poi così necessario portarsi il cane in un luogo pubblico? Va bene, una cosa è passare un attimo a comprare le sigarette, dove poi il cane può essere lasciato legato fuori, una cosa è passare pomeriggi a infischiarsene di vedere che molti clienti alzano gli occhi al cielo. Lei mi dirà "è questione di educazione, non del cane ma del padrone". Però i cani entrano sempre e comunque, sempre da umani, e non ho mai sentito nessuno, dico nessuno, chiedere il permesso. E se qualcuno ha il coraggio di chiedere qualcosa il copione è sempre lo stesso, il titola re dell'esercizio in imbarazzo, il padrone del cane che ti accusa di non amare gli animali, che gli animali sono meglio degli umani, ecc,ecc. Se stanno cosi bene coi cani e detestano gli animali, perché non se ne stanno a casa loro senza dare fastidio ad altro "che vive" oltre al loro cane? se le venisse in mente, come del resto a tutti, di dire che non amo gli animali, le dico subito che per fare pari con me, chiunque, dovrebbe dotarsi di una ventina di cani, un centinaio di criceti e cavie, qualche decina di gatti. tanti ne ho avuti in vita mia, ma senza mai pensare di portarmeli al bar.
Ospite - Enrico il Giovedì, 01 Gennaio 2015 21:17

Maleducato, arrogante, irrispettoso, appunto la giusta definizione di chi porta il cane al bar. Cafone come chi lascia la macchina sulle strisce pedonali o nel posteggio degli handicappati senza averne il diritto.

0
Maleducato, arrogante, irrispettoso, appunto la giusta definizione di chi porta il cane al bar. Cafone come chi lascia la macchina sulle strisce pedonali o nel posteggio degli handicappati senza averne il diritto.
Ospite - Luca il Venerdì, 02 Gennaio 2015 11:32
basta enrico

hai esposto le tue idee mi sembri tu il "nazista" che sta cercando di imporre il suo verbo infatti conta quante risposte hai dato!

0
hai esposto le tue idee mi sembri tu il "nazista" che sta cercando di imporre il suo verbo infatti conta quante risposte hai dato!
Ospite - Emliot il Venerdì, 02 Gennaio 2015 23:45

Non ricordo
La legge ma poi ve la dico ...,
Ma per esporre il cartello divieto
Si cani
Bisogna farne domanda al comune

0
Non ricordo La legge ma poi ve la dico ..., Ma per esporre il cartello divieto Si cani Bisogna farne domanda al comune
Ospite - otello il Sabato, 14 Marzo 2015 15:52
se entrano loro io resto fuori.... poi i soldi però, chiedeteli a loro

se entrano loro io resto fuori.... poi i soldi però, chiedeteli a loro. oppure domani mi presento con la mia puzzola preferita che tanto mi fa compagnia!
ASSURDO abbiamo fatto tanto nel dopoguerra per dividere i posti in cui ci abitano gli uomini da quelli in cui ci abitano le bestie....

0
se entrano loro io resto fuori.... poi i soldi però, chiedeteli a loro. oppure domani mi presento con la mia puzzola preferita che tanto mi fa compagnia! ASSURDO abbiamo fatto tanto nel dopoguerra per dividere i posti in cui ci abitano gli uomini da quelli in cui ci abitano le bestie....
Ospite - lara il Martedì, 31 Marzo 2015 22:02

Posso portare il mio cane al supermercato rispettando la regola della museruola e guisa gli? Se non sbaglio la legge va in vigore dal 2/4/15

0
Posso portare il mio cane al supermercato rispettando la regola della museruola e guisa gli? Se non sbaglio la legge va in vigore dal 2/4/15
Ospite - Francesco il Mercoledì, 29 Aprile 2015 01:47
Un mondo di egoisti

Delle minoranze non importa mai a nessuno. Sono asmatico, allergico ai cani e ai gatti, e devo prendere atto che in questa società siano più importanti loro. Come ha detto qualche cerebroleso "mi attacco" il problema è il mio, e resto fuori. E parlerebbero così anche dei disabili se ne avessero la possibilità con leggi altrettanto stupide e irrespettose. Ma che senso ha mi chiedo io? Il cane portatelo all'aria aperta se tanto gli volete bene. La logica e il buonsenso vuole che ci debba essere rispetto per le persone che nello stesso posto con cani o gatti non possono starci. E chi lo nega appoggiando questa legge non è nel giusto. C'è poco da contestare, è un dato di fatto.

0
Delle minoranze non importa mai a nessuno. Sono asmatico, allergico ai cani e ai gatti, e devo prendere atto che in questa società siano più importanti loro. Come ha detto qualche cerebroleso "mi attacco" il problema è il mio, e resto fuori. E parlerebbero così anche dei disabili se ne avessero la possibilità con leggi altrettanto stupide e irrespettose. Ma che senso ha mi chiedo io? Il cane portatelo all'aria aperta se tanto gli volete bene. La logica e il buonsenso vuole che ci debba essere rispetto per le persone che nello stesso posto con cani o gatti non possono starci. E chi lo nega appoggiando questa legge non è nel giusto. C'è poco da contestare, è un dato di fatto.
Ospite - Sara il Domenica, 08 Novembre 2015 09:39
asmatici e animali in luoghi pubblici

Anch'io sono asmatica. Se sono seduta in un Cafe e arriva una persona con un cane o gatto accanto, spesso non accettano di andare più lontano, talvolta rispondondono con arroganza alla richiesta motivata di accomodarsi gentilmente altrove, e sono io che devo partire al più presto! I soggetti allergici sono in aumento in tutto l'Europa, e certo non possono lasciare a casa la loro patologia. Hanno loro meno diritti di persone che possono scegliere di lasciare a casa i loro animali? Bisogna dare un'aggiustatina alla legge, ma come procedere?

0
Anch'io sono asmatica. Se sono seduta in un Cafe e arriva una persona con un cane o gatto accanto, spesso non accettano di andare più lontano, talvolta rispondondono con arroganza alla richiesta motivata di accomodarsi gentilmente altrove, e sono io che devo partire al più presto! I soggetti allergici sono in aumento in tutto l'Europa, e certo non possono lasciare a casa la loro patologia. Hanno loro meno diritti di persone che possono scegliere di lasciare a casa i loro animali? Bisogna dare un'aggiustatina alla legge, ma come procedere?
Ospite - Claire il Mercoledì, 01 Luglio 2015 08:09
Claire B.

Finché la mentalità comune sarà specista e chiusa come la maggior parte di questi commenti dimostrano, cara autrice, non aspettarti la reazione gaudente che il piccolissimo passo avanti fatto meriterebbe.
Un buon padrone consapevole dell'aggressività e della scarsa educazione del cane non lo porterà mai in un locale pubblico. Purtroppo invece i genitori se ne infischiano dei ragazzini che urlano, girano fra i tavoli o si attaccano alla consolle di turno. Vogliamo giocare con un capovolgimento? Fingiamo che io sconosciuta mi alzi da tavola e venga ad accarezzare vostro figlio. Una buona parte di voi mi prenderebbe per maniaca. È altrettanto anormale lasciare che i bambini vadano ad accarezzare il cane altrui senza il permesso del padrone, che sa se il cane è correttamente socializzato coi bambini oppure no. Se il cane fosse malato e contagioso, per primo un buon padrone non lo porterebbe in un locale. In ultimo... Da allergica... Credetemi che non si verifica un attacco d'asma tempo zero a meno che l'allergico non respiri l'epitelio tuffando il naso nel cane o lo accarezzi. C'é tanta disinformazione anche riguardo le allergie, vedo. Se la vostra é stata certificata in ospedale, saprete di certo che in caso sia così grave da poter causare uno shock siete voi a non dovervi mettere in situazioni di pericolo, saprete anche che respirare la stessa aria del cane non dà allergia, la crisi può sopraggiungere per contatto con saliva o epitelio (e a quel punto... Il buon padrone non permette al cane di leccare sconosciuti, il buon senso impone che gli allergici non accarezzino cani). In sintesi? Umiltà, corretta informazione e buona educazione risolverebbero un bel po' di problemi inconsistenti...

0
Finché la mentalità comune sarà specista e chiusa come la maggior parte di questi commenti dimostrano, cara autrice, non aspettarti la reazione gaudente che il piccolissimo passo avanti fatto meriterebbe. Un buon padrone consapevole dell'aggressività e della scarsa educazione del cane non lo porterà mai in un locale pubblico. Purtroppo invece i genitori se ne infischiano dei ragazzini che urlano, girano fra i tavoli o si attaccano alla consolle di turno. Vogliamo giocare con un capovolgimento? Fingiamo che io sconosciuta mi alzi da tavola e venga ad accarezzare vostro figlio. Una buona parte di voi mi prenderebbe per maniaca. È altrettanto anormale lasciare che i bambini vadano ad accarezzare il cane altrui senza il permesso del padrone, che sa se il cane è correttamente socializzato coi bambini oppure no. Se il cane fosse malato e contagioso, per primo un buon padrone non lo porterebbe in un locale. In ultimo... Da allergica... Credetemi che non si verifica un attacco d'asma tempo zero a meno che l'allergico non respiri l'epitelio tuffando il naso nel cane o lo accarezzi. C'é tanta disinformazione anche riguardo le allergie, vedo. Se la vostra é stata certificata in ospedale, saprete di certo che in caso sia così grave da poter causare uno shock siete voi a non dovervi mettere in situazioni di pericolo, saprete anche che respirare la stessa aria del cane non dà allergia, la crisi può sopraggiungere per contatto con saliva o epitelio (e a quel punto... Il buon padrone non permette al cane di leccare sconosciuti, il buon senso impone che gli allergici non accarezzino cani). In sintesi? Umiltà, corretta informazione e buona educazione risolverebbero un bel po' di problemi inconsistenti...
Ospite - Valentina il Venerdì, 18 Settembre 2015 21:43
Opinione personale

Buonasera, a mio avviso è sempre l'uomo che evidentemente è poco dotato di buon senso ed educazione; come del resto si evince qui, dove non è possibile confrontarsi civilmente. Affermo ciò, dato che per la maggior parte i commenti scritti, sono pieni di insulti ed estremamente aggressivi. Detto ciò il buon senso e l'educazione a mio parere si dimostrano, tutelando se stessi ma tenendo anche conto che la nostra libertà, finisce dove comincia quella degli altri; e questo vale tutti. Il padrone di un cane non si comporta correttamente? Bene, che si sanzioni il diretto interessato, non che si faccia di tutta un'erba un fascio. E così vale per i genitori con figli molesti e per persone ineducate e via dicendo. Queste ordinanze per come la vedo io, sono discutibili, semplicemente perchè, non è possibile che per esempio a Torino un cane possa entrare in un bar obbligatoriamente, mentre a Milano, sia a discrezione del titolare dell'esercizio. Che differenza c'è? Oltretutto, suppongo che chi ha emanato tali decreti, con relative restrizioni, abbia una competenza in merito. Perciò quello che mi domando è con che scopo sono state fatte queste ordinanze. Per tutelare il benessere psicofisico uomo/animale, e con che serietà, viste le discordanze e le assurdità in merito, oppure solo per un fattore economico. La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” M. Gandhi
Buonasera.

0
Buonasera, a mio avviso è sempre l'uomo che evidentemente è poco dotato di buon senso ed educazione; come del resto si evince qui, dove non è possibile confrontarsi civilmente. Affermo ciò, dato che per la maggior parte i commenti scritti, sono pieni di insulti ed estremamente aggressivi. Detto ciò il buon senso e l'educazione a mio parere si dimostrano, tutelando se stessi ma tenendo anche conto che la nostra libertà, finisce dove comincia quella degli altri; e questo vale tutti. Il padrone di un cane non si comporta correttamente? Bene, che si sanzioni il diretto interessato, non che si faccia di tutta un'erba un fascio. E così vale per i genitori con figli molesti e per persone ineducate e via dicendo. Queste ordinanze per come la vedo io, sono discutibili, semplicemente perchè, non è possibile che per esempio a Torino un cane possa entrare in un bar obbligatoriamente, mentre a Milano, sia a discrezione del titolare dell'esercizio. Che differenza c'è? Oltretutto, suppongo che chi ha emanato tali decreti, con relative restrizioni, abbia una competenza in merito. Perciò quello che mi domando è con che scopo sono state fatte queste ordinanze. Per tutelare il benessere psicofisico uomo/animale, e con che serietà, viste le discordanze e le assurdità in merito, oppure solo per un fattore economico. La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” M. Gandhi Buonasera.
Ospite - marsico francesco il Martedì, 28 Marzo 2017 15:17

immaginiamo una sala di un ristorante gremita di avventori per il pranzo, ognuno dei quali con animale da compagnia al seguito, vari razze di cani, di grossa e piccola taglia, gatti di varie razze e perché no, conigli e criceti, sarebbe uno zoo o una stalla, con gli animali che ringhiano fra loro e gatti che si azzuffano. riflettete prima di sparare ******** cosi grosse.

0
immaginiamo una sala di un ristorante gremita di avventori per il pranzo, ognuno dei quali con animale da compagnia al seguito, vari razze di cani, di grossa e piccola taglia, gatti di varie razze e perché no, conigli e criceti, sarebbe uno zoo o una stalla, con gli animali che ringhiano fra loro e gatti che si azzuffano. riflettete prima di sparare ******** cosi grosse.
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 28 Giugno 2017