10 alimenti esotici supernutrienti che vale la pena mangiare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cane traumatizzato torna ad abbaiare

L’anno scorso l’Huffington Post aveva stilato una classifica dei 10 alimenti esotici (dei veri e propri “superfood“) che avrebbero spopolato nei paesi Occidentali nel corso dei mesi successivi grazie alle loro proprietà benefiche.

Beh, senza saperlo, in questo blog ne avevo sponsorizzati e pubblicizzati parecchi (ormai lo sapete sono un’appassionata di alimentazione naturale) e alcuni di essi mi proponevo di approfondirli prossimamente! Ma bando alle ciance e vediamo quali sono:

1) TOPINAMBUR

Ah quanto lo amo! Buono, ricco di ferro e di altri minerali preziosi ma anche di vitamine, questo tubero è facilissimo da coltivare (se potete fatelo, dato che è un alimento molto costoso). Per conoscere meglio le sue proprietà, di cui abbiamo già parlato, leggete questo articolo: Il topinambur, questo sconosciuto!

2) AGLIO NERO

Altro non è che aglio fermentato ad alte temperature per circa un mese. Personalmente non lo conosco ma le notizie che si hanno a riguardo parlano di un alimento dalle ottime proprietà antiossidanti. Per approfondire leggete qui.

3) SPIRULINA

Un super integratore, un’alga ricca di ferro, calcio e vitamine del gruppo B e A. Se volete conoscere meglio le proprietà della spirulina e capire quando è il caso di utilizzarla leggete: Alga spirulina: proprieta’ benefiche e utilizzi.

 

4) SEMI DI CANAPA

Ottima fonte di Omega 3 e proteine. Meglio mangiarli crudi e possibilmente pestati, esiste anche l’olio di canapa, anch’esso da utilizzare crudo come condimento sulle verdure o altro. Per conoscere meglio questi preziosi semini leggete: Semi di canapa: proprieta’, usi e dove trovarli.

5) TE KUKICHA

Ne abbiamo già parlato, si tratta del tè a rametti o tè bancha. A basso contenuto di caffeina, questa bevanda è ottima contro i dolori di stomaco ed è ricca di antiossidanti. Per saperne di più leggete: Te’ bancha: una bevanda povera di teina ma ricca di vitamina A, calcio e ferro.

6) FAGIOLI AZUKI

Piccoli fagioli rossi che contengono una buona dose di ferro e proteine e pochi grassi. Maggiori informazioni utili, anche su come cucinarli, le trovate in questo articolo: Azuki: piccoli, preziosi fagioli depurativi e ricchi di ferro.

7) GHEE

Ovvero il burro chiarificato. Più leggero di quello comunemente utilizzato, il ghee fa parte della tradizione ayurvedica. Per conoscerlo meglio e imparare come autoprodurlo leggete qui: Ghee, come fare il burro chiarificato.

8) FIENO GRECO

Questo alimento è tipico della cucina indiana, della pianta vengono utilizzati in particolare i semi in polvere o interi. Tra le sue proprietà spiccano quelle antiossidanti e antinfiammatorie. Potete approfondire qui.

9) CUPUAḈU

Devo ammettere che di questo frutto dalla polpa cremosa e della stessa famiglia del cacao non ho mai sentito parlare. In quanto alle proprietà, il Theobroma Grandiflorum (questo il nome botanico) contiene vitamine A, B e C. Ha un effetto stimolante del sistema nervoso simile alla caffeina e ha proprietà antiossidanti. Per saperne di più, leggete qui.

10) SEMI DI CHIA

Ultimamente si parla davvero molto di questi piccoli semi di ricchi di omega 3. Come tutti i semi è meglio utilizzarli crudi per mantenere inalterate le proprietà. Se volete conoscere meglio i semi di chia leggete: Semi di chia: proprieta’, usi e dove trovarli.

Vi siete accorti che in questa lista vi è almeno un grande assente? Quale? Le bacche di Goji di cui in occidente si parla sempre di più e con grande interesse, l’ho fatto anch’io qui: Bacche di Goji: frutti della vita e della longevita’.

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania!

Twitter: NaturoManiaBlog

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook