La slow art conquista New York in attesa della giornata internazionale ad aprile

Cima Depero New York

La slow art arriva a New York. Merito di Fortunato Depero, uno dei più creativi esponenti del futurismo italiano, che a partire dal 22 febbraio è protagonista della mostra di inaugurazione del CIMA, Center for Italian Modern Art, in un appartamento in Broome Street a Soho.

Il Cima è nato per mano di Laura Mattioli, storica e collezionista d’arte, con l’intento di far apprezzare l’arte italiana moderna negli States. La mostra inaugurale coincide poi con la rassegna sull’avanguardia futurista del Guggenheim, cui sono esposte anche undici opere dell’artista di Trento. Depero, seguito a settembre da Medardo Rosso, resterà nella Grande Mela fino al 28 giugno.

“Abbiamo deciso di aprire per appuntamento per consentire a chi viene di passare quanto tempo vuole con i pezzi come in una casa”, ha spiegato la Mattioli all’Ansa, “Ho avuto la fortuna di essere immersa nell’arte di questo periodo fin da bambina e sono emozionata all’idea di introdurre queste opere a un nuovo pubblico”.

L’arte non può essere, un prodotto “mordi e fuggi” come troppo spesso viene consumata nel mondo di oggi da chi visita un museo. Per questo è nata l’International Slow Art Day, la giornata dell’arte vissuta lentamente che si terrà il prossimo sabato 12 aprile. In Italia la città ad aver risposto con maggiore entusiasmo alla giornata è stata Firenze: la Basilica di Santa Croce, il Palazzo Strozzi e la Galleria degli Uffizi offriranno ai visitatori l’opportunità di vivere in modo diverso la propria arte.

L’iniziativa è partita tre anni fa e funziona così: un giorno dell’anno le persone si incontrano in musei e gallerie di tutto il mondo per ammirare l’arte lentamente. Scelgono cinque opere per dieci minuti ciascuna e poi si incontrano con gli altri visitatori per discutere insieme dell’esperienza.

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

tuvali
seguici su Facebook