Wiser: il social network per chi ha a cuore i problemi del mondo

Wiser.org Logo

Perché non creare uno strumento per far incontrare e dialogare tutti coloro che sono interessati alle questioni cruciali del nostro tempo? E’ questa la domanda che qualche anno fa si sono posti i volontari di WiserEarth. Nasce così Wiser.org, un social network dedicato a far incontrare persone impegnate nella promozione e difesa della sostenibilità ambientale, dei diritti umani, dello sviluppo sostenibile. Ad accogliere gli utenti arrivati sulla Home c’è una frase molto bella: “Scopri quello che la gente sta facendo nel mondo per il problema che ti sta a cuore“.

Tutto inizia nel 2004, quando un ristretto gruppo di tecnici e informatici inizia a lavorare a quello che all’inizio è solo una lista di migliaia di organizzazioni non governative, una specie di elenco telefonico della sostenibilità. L’idea viene al direttore esecutivo dell’ong Natural Capital Institute (l’antenata di WiserEarth) Paul Hawken, che stava lavorando al suo libro “Blessed Unrest: How the Largest Movement in the World Came into Being, and Why No One Saw It Coming“, (nella versione italiana “Moltitudine inarrestabile. Come è nato il più grande movimento al mondo e perché nessuno se ne è accorto”). “Capii che se potessimo conoscere le connessioni esistenti e visualizzare l’ampiezza degli sforzi globali per la giustizia sociale e ambientale, riconosceremmo il più grande movimento che il mondo abbia mai visto. Wiser è il luogo in cui questo movimento può iniziare a guardare sé stesso“.

Nella visione di Hawken, giornalista, scrittore e imprenditore nei settori della sostenibilità, la società civile è oggi “una forza con cui dover fare i conti” e al centro delle dinamiche sociali c’è sempre più la comunità. Locale ma anche, proprio grazie a strumenti come Wiser, globale. “Esistono più di un milione di organizzazioni e siamo complessivamente svariati milioni di persone nel mondo che si danno da fare per la sostenibilità ecologica, la giustizia economica, la protezione dei diritti umani, la responsabilità politica e la pace, problemi che sono sistematicamente interconnessi tra loro. Quello che fino ad oggi è mancato è una mappa della nostra rete che includesse le risorse per la comunicazione e la cooperazione; essenzialmente, un’infrastruttura attraverso la quale coordinare i nostri sforzi. WiserEarth fornisce questa infrastruttura. Fornisce uno strumento per meglio collegarci e rendere più efficiente il nostro lavorare insieme“.

Wiser.org – il cui codice sorgente open source consente a tutti i tipi di connessioni, anche a quelle molto lente tipiche delle aree marginali, di accedere alle informazioni e agli strumenti messi a disposizione sul portale – fu presentato in occasione dell’Earth Day di 5 anni fa e, ad oggi, conta quasi72.000 iscritti in tutto il mondo.

Dal giorno del suo lancio, le funzionalità e gli strumenti si sono evoluti. Nato come elenco di organizzazioni non governative, ora offre agli iscritti la possibilità e gli strumenti del social network, creando connessioni e gruppi per lavorare in collaborazione con altri intorno a specifiche aree tematiche.

E’ possibile consultare l’elenco di ben 114.326 organizzazioni non governative (ONG) e delle organizzazioni socialmente responsabili, visionare e pubblicare offerte di lavoro, informarsi sullesoluzioni di successo adottate da altre realtà e farle proprie, è possibile cercare l’argomento di proprio interesse consultando una vastissima tassonomia : “La classificazione più dettagliata al mondo delle problematiche relative alla giustizia sociale ed al ripristino ambientale“.

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

corsi pagamento

seguici su facebook