Tartufi cocco e cioccolato vegan e senza glutine, la ricetta semplicissima e senza forno con solo 4 ingredienti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Queste palline con cocco e cacao sono buonissime, facilissime da realizzare e si preparano davvero in niente per chi desidera un po’ di dolcezza immediata da condividere con i propri amici o perché no da soli. Sono perfette per qualunque occasioni, provare per credere

Possiamo chiamarle palline, praline, tartufi o tartufini, poco importa perché la sostanza non cambia e rimane altrettanto squisita. Queste mini dolcette sono una tentazione per ogni palato e nella loro semplicità conquistano proprio tutti anche perché una tira l’altra, rendendole davvero irresistibili.

Del resto chi non ama l’abbinamento cocco e cioccolato, o per essere più precisi, cocco e cacao? Una accoppiata vincente anche in questa ricetta.

La ricetta che vi proponiamo per preparare questi tartufi non è solo semplice, ma anche senza glutine e totalmente vegetale perché non andremo ad utilizzare alcun ingrediente di origine animale. Questo li rende senza dubbio una versione più leggera di altri tartufi che hanno al loro interno panna, ricotta o burro.

Solo 4 ingredienti al cucchiaio per un successo assicurato, vediamo subito quali.

Ingredienti

  • 6 cucchiai di di cacao amaro;
  • 10 cucchiai di farina di cocco rapè;
  • 3 cucchiai di zucchero;
  • 50 ml di bevanda vegetale.

Preparazione

Versare in un piatto del cocco rapè che andremo ad utilizzare più tardi dopo per decorare i tartufi. È meglio fare questa operazione prima di dedicarci all’impasto dolce poiché le nostra mani saranno belle colme di cacao.

Uniamo in una ciotola il cacao, il cocco rapè e lo zucchero e aggiungiamo poco alla volta la bevanda vegetale, mescolando bene con le mani fin quando questa non sarà stata assorbita del tutto. Vi consigliamo di mescolare con le mani e non con una forchetta o un mestolo per rendersi conto della consistenza della nostra preparazione.

Una volta che abbiamo un bel panetto compatto e non troppo morbido, andiamo a formare delle palline che rotoleremo nel piatto con il cocco rapè. Ed ecco pronti i tartufi, semplice vero? Questi sono i nostri, per i quali abbiamo usato il doppio delle dosi.

@Redazione greenMe

A questo punto potete o provarli direttamente o farli riposare in frigo almeno per mezz’ora. Non c’è un tempo massimo, generalmente più riposano meglio è, ma sta a voi decidere.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook