Registro delle Opposizioni: in arrivo multe salate per gli operatori che continuano a chiamare nonostante l’iscrizione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il nuovo "Registro delle Opposizioni" non ferma il telemarketing aggressivo: in arrivo multe salatissime per le aziende trasgressori, che continuano a tartassare gli utenti di telefonate indesiderate

Come conservare l'avocado

Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato dell’apertura del “nuovo” Registro delle Opposizioni, un’iniziativa del Governo per tutelare anche i possessori di un contratto telefonico cellulare dall’assalto di call center e telemarketing aggressivo.

Leggi anche: Stop alle telefonate moleste a partire da oggi: ecco come iscriversi al nuovo Registro delle Opposizioni

Rivolto inizialmente solo alle linee telefoniche fisse, il registro si è aperto a tutelare anche le linee dei cellulari su pressione delle associazioni dei consumatori. Come vi abbiamo spiegato in questo articolo, iscrivere il proprio numero è molto semplice: la procedura può essere effettuata attraverso il portale ad hoc o telefonando al numero 0642986411 dalla linea che si vuole iscrivere e seguendo le indicazioni della voce registrata.

Si tratta di un’iniziativa volta a tutelare gli utenti di reti telefoniche che si è resa necessaria viste le pratiche pubblicitarie sempre più aggressive e invasive della privacy, ma che purtroppo sembra non funzionare come dovrebbe. Alcuni operatori di telemarketing, infatti, continuano ad effettuare telefonate anche a chi si è iscritto al Registro.

Per questi trasgressori che non rispettano il rifiuto di essere disturbati, a casa come sul cellulare, il Governo ha disposto sanzioni molto salate che possono arrivare fino al 4% del fatturato dell’azienda che trasgredisce (per un valore complessivo che può raggiungere i 20 milioni di euro).

Come si legge sul portale dedicato all’iniziativa:

La violazione del diritto di opposizione dei contraenti telefonici – ovvero la mancata osservanza del RPO da parte degli operatori di telemarketing – è disciplinata dal Codice in materia di protezione dei dati personali e dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), che prevede l’applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie fino a 20 milioni di euro o per le imprese, fino al 4% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore.

Ricordiamo che, per i nuovi iscritti al Registro delle Opposizioni, è previsto un periodo successivo all’iscrizione di quindici giorni durante il quale si potrà ancora essere contattati da call center e chiamate promozionali (anche registrate).

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Registro delle Opposizioni

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook