Occhio al messaggio via SMS di pacco Amazon in attesa. È una truffa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In molti stanno ricevendo in questi giorni un sms truffa da un sedicente Amazon, che starebbe inviando il solito link sul quale cliccare per risolvere problemi di spedizioni.

Truffa via sms: il mittente sembra Amazon ma si tratta di phishing

Tornano agli onori delle cronache nuovi casi di phishing: in molti stanno ricevendo in questi giorni un sms truffa da un sedicente Amazon, che starebbe inviando il solito link sul quale cliccare per risolvere chissà quale problema tecnico. Ovviamente, niente di più falso, non date credito e soprattutto non fate click.

Sembrano messaggi personalizzati, ma in realtà si tratta di phishing, quel tipo di truffa online con cui i malintenzionati vogliono convincere la vittima a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso.

Anche in questo caso non c’è da fidarsi, prima di tutto perché mai Amazon, e qualsiasi altra piattaforma di e-commerce, ha utilizzato e utilizza sms per comunicare con i propri utenti, come riportato dal sito ufficiale.

Dopo il phishing col conto PayPal, quindi, o quello più remoto della carta scontata Carrefour, questo è il momento della falsa comunicazione da parte di uno dei colossi delle spedizioni. In realtà questo tipo di truffa non è nuova e circolava già negli anni con mittente DHL, come pure la truffa del “reso Amazon” che ha portato il colosso dell’e-commerce a modificare la sua policy dei resi.

truffa pacco dhl

Come funziona la truffa

L’sms che vi arriva sul telefonino punta su alcuni elementi per convincere il malcapitato utente a cliccare sul link. Innanzitutto, il falso disguido nella procedura di spedizione è spiegato in maniera generica, per cui ciò già dovrebbe mettere in allerta chi riceve l’sms. Poi è dato al messaggio un carattere di urgenza, che sottintende l’azione immediata da parte del destinatario. E, infine, nel messaggio compare il nome del destinatario, facendo pensare così a un messaggio personalizzato.

Chi clicca sull’indirizzo che comprare nell’sms entra in una pagina di phishing, in cui viene richiesta una serie di dati personali e i dati della carta di debito o di credito, l’obiettivo degli autori della truffa.

Se ricevete un sms simile, diffidate, ma, in genere, non seguite mai i link riportati nei messaggi che vi arrivano e non fornite alcun dato personale. Qui vi spieghiamo come difendervi dal phishing.

Leggi anche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook