Incidenti con animali selvatici: In Piemonte un’app per prevenirli sui tratti stradali più a rischio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un'app gratuita avvisa agli automobilisti piemontesi quando si trovano su strade ad alto rischio di attraversamento animali selvatici

Ogni anno centinaia di animali selvatici restano coinvolti in incidenti stradali, attraversando strade che costeggiano boschi e aree verdi. Nello scontro, o nel tentativo di evitare l’impatto, automobilisti e animali rischiano di rimanere gravemente feriti o di perdere la vita.

Per prevenire tali incidenti oggi è disponibile un’app gratuita che consente di avvisare per tempo circa la presenza di animali selvatici lungo i tratti di strada maggiormente a rischio, comunque segnalati anche dai consueti cartelli stradali. 

L’applicazione, ideata dalla Regione Piemonte, con la collaborazione delle Università degli Studi del Piemonte Orientale e di Torino, è stata messa a punto grazie all’analisi dei dati relativi agli incidenti segnalati nel corso di tredici anni, dal ‘98 al 2011.

Sui dati a disposizione è stato poi costruito un modello matematico che incrocia informazioni inerenti al traffico, alla densità di animali nel territorio e altri fattori. In questo modo è possibile ottenere una sorta di mappa dei tratti di strada più rischiosi e di inviare una notifica allo smartphone di chi sta percorrendo zone pericolose.

S.P.I.A. (segnalatore di pericolo investimento animali selvatici) è un’app disponibile gratuitamente per Android e iOS e, per ora, copre 82 tratti e 126 punti considerati ad alto rischio solo nella provincia di Cuneo ma potrebbe essere estesa anche ad altre zone del Paese.

Gli incidenti con cinghiali, cervi, caprioli e altri animali selvatici sono infatti diffusi in tutta Italia. Secondo gli ultimi dati disponibili dell’Osservatorio ASAPS – Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale – nei primi sei mesi del 2021 gli incidenti gravi che hanno coinvolto animali selvatici sono stati 76 provocando quattro morti e 86 feriti. L’anno precedente, l’ASAPS ha registrato 157 incidenti gravi che hanno causato 16 morti e 215 feriti. Gli incidenti con conseguenze minori sono invece migliaia.

Grazie ad applicazioni come SPIA si potrebbero evitare dunque diversi morti e feriti ogni anno, non solo tra gli animali selvatici ma anche tra gli automobilisti che percorrono strade a rischio.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti di riferimento: ASAP/SPIA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook