Con questo sito possiamo scoprire come riutilizzare i set Lego per costruire nuovi oggetti senza spendere altri soldi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Con Rebrikable possiamo scoprire come usare i nostri set Lego per ottenere nuove creazioni senza comprare nuovi set: un modo economico e divertente per riusare i mattoncini più famosi del mondo. È sufficiente inserire il codice del set per ottenere tante idee

Riutilizzare i Lego per avere nuove creazioni: con Rebrikable possiamo dare nuova vita ai mattoncini più famosi del mondo, senza spendere altri soldi. Un modo green per continuare a divertirci e arredare la nostra casa in modo sempre diverso.

I Lego (così come tutte le costruzioni) sono divertenti e allenano mente e creatività, un toccasana anche per l’intelligenza emotiva dei bambini. Ma spesso sono giochi costosi, occupano molto spazio e – the last but not the least – sono ancora fatti di plastica (nonostante recentemente alcuni progetti sembrano voler andare in altra direzione).

Leggi anche: Giocare con le Lego (e con tutte le costruzioni) ha effetti sorprendenti su mente e intelligenza emotiva

Perché non sfruttare la loro principale caratteristica, quella di poter essere smontati e rimontati, per ottenere nuove creazioni? Questa l’idea di Rebrikable, un sito che ci indica cosa altro si può costruire con gli stessi mattoncini a nostra disposizione (è sufficiente inserire il codice del set). E che funziona non solo con i Lego originali tra l’altro.

Rebrickable ti mostrerà quali set LEGO puoi costruire dai set e dalle parti che già possiedi – si legge sulla pagina – Puoi scegliere tra set LEGO ufficiali o MOC (My Own Creations) personalizzati inviati da migliaia di designer. Tutti i MOC includono le istruzioni per la costruzione e gli elenchi completi delle parti

In caso manchi proprio qualche pezzo indispensabile il programma lo segnala e a quel punto sta a noi decidere se comprare pezzi sfusi, controllare in altri nostri set o magari chiedere ad altri appassionati degli scambi o dei prestiti (il sito è anche una piattaforma di scambio messaggi tra utenti, ma chiaramente si possono usare anche altri canali).

Il sito riporta anche le istruzioni di costruzione, permette di confrontare i set, per esempio per trovare i pezzi in comune, e include anche un verso e proprio “scanner di step”.

Ma è necessario registrarsi (gratuitamente).

Un’idea originale che va davvero verso la sostenibilità (e il risparmio).

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Rebrickable

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook