Il vento solare punta verso la Terra: in arrivo una tempesta geomagnetica. Si teme blackout elettrico globale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una veloce tempesta solare si sta muovendo verso la Terra a una velocità di 1,6 milioni di chilometri all'ora

Nuova tempesta geomagnetica in arrivo. A segnalarlo è stato Spaceweather sulla base dei dati della National Oceanic and Atmospheric Administration. Una veloce tempesta solare si sta muovendo verso la Terra a una velocità di 1,6 milioni di chilometri all’ora.

Tra le conseguenze peggiori, legate a questi eventi, vi è un’interruzione di corrente elettrica a livello globale. Ma allarmarsi non serve. Accade molto più spesso di quanto immaginiamo. Le tempeste geomagnetiche infatti si verificano nella magnetosfera terrestre a causa dell’efficiente scambio di energia dai venti solari che raggiungono il nostro scudo protettivo, l’atmosfera.

In questi giorni ne stiamo sperimentando diverse. L’ultima è legata a un brillamento solare che secondo Spaceweather è stato rilevato per la prima volta il 3 luglio scorso. Una grande quantità di “materiale” è stata espulsa da un buco equatoriale nell’atmosfera del sole ed è stata spinta dal vento solare fino alle nostre porte. La National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha classificato la tempesta in arrivo oggi come G-1.

A fare i conti con queste particelle cariche di energia sarebbero per primi i satelliti che orbitano nell’atmosfera superiore della Terra. Ciò potrebbe avere un impatto diretto sulla navigazione GPS, sul segnale dei nostri smartphone e sulla TV satellitare. Anche le reti elettriche possono essere colpite da brillamenti solari.

Secondo lo Space Weather Prediction Centre degli Stati Uniti, la tempesta potrebbe provocare un blackout delle comunicazioni radio ad alta frequenza per quasi un’ora in una vasta area. 

Ma non ci sono solo effetti nefasti. Tali eventi generano anche uno spettacolo mozzafiato, quello dell’aurora boreale. Com’è già accaduto in passato, non abbiamo sperimentato alcun blackout ma chi vive alle alte latitudini si è ritrovato immerso nel tripudio di colori delle aurore polari.

aurora boreale

@123rf/pilens

Cosa sono le tempeste solari

Come spiega la NOAA, esse si verificano quando un’eruzione solare, che spesso causa un’espulsione di massa coronale, accelera le particelle cariche nell’atmosfera solare a velocità molto elevate. A queste velocità, i protoni possono attraversare i 150 milioni di km dal sole alla Terra in soli 10 minuti o meno. Una volta raggiunto il nostro pianeta, essi si muovono nella magnetosfera che protegge la Terra e viaggiano lungo le linee del campo magnetico, penetrando nell’atmosfera vicino ai poli nord e sud.

Ed è per questo che ai poli si verificano le aurore boreali:

Fonti di riferimento: Spaceweather, Noaa

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook