Oggi è il giorno di AstroSamantha: la Cristoforetti è ufficialmente la prima donna europea a guidare la ISS

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ancora un primato per la nostra fantastica Samantha Cristoforetti che, proprio mentre è ancora in orbita nell’ambito della missione ESA Minerva, diventa la prima donna europea comandante della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), subentrando al collega russo Oleg Artemyev.

Astrosamantha è il quinto europeo alla guida della Stazione Spaziale Internazionale – dopo i colleghi dell’ESA Frank De Winne (Belgio), Alexander Gerst (Germania), Luca Parmitano (Italia) e Thomas Pesquet (Francia). L’astronauta si è detta felice e onorata della nuova nomina, mentre non vede l’ora di guidare in orbita un team che definisce “molto capace”.

La scelta di Samantha come comandante dimostra chiaramente la fiducia e il valore che i nostri partner internazionali ripongono negli astronauti dell’ESA – ha commentato Il Direttore Generale dell’ESA, Josef Aschbacher. – Durante la missione Minerva, ha contribuito notevolmente ai successi scientifici e operativi della Stazione e il lavoro intenso continuerà ora sotto il suo comando.

La cerimonia di consegna di una chiave simbolica, che rappresenta il ruolo di guida dell’ISS, è avvenuta questo pomeriggio proprio all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, dove Samantha si trova dallo scorso aprile, ed è stata trasmessa in diretta streaming sul portale dell’Agenzia Spaziale Europea. Ora Astrosamantha è ufficialmente Comandante dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale.

Il bagaglio di conoscenze ed esperienze di Samantha la rende un’ottima candidata per questo ruolo – afferma David Parker, Direttore dell’Esplorazione Umana e Robotica dell’ESA. – Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante, spinge ancora una volta in avanti i confini della rappresentanza femminile nel settore spaziale.

La scelta di un comandante valido ed esperto è essenziale per il successo della Stazione Spaziale. Fra i suoi compiti, infatti, vi sono quello di amministrare il lavoro dell’equipaggio in orbita, di occuparsi del benessere di tutti i membri della squadra, di mantenere una comunicazione efficace con i team a terra e, infine, di coordinare le azioni dell’equipaggio in caso di situazioni di emergenza.

Non ci resta che augurare buon lavoro a Samantha e farle un grosso in bocca al lupo per questa nuova avventura spaziale!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: European Space Agency

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook