Samantha Cristoforetti, regina dei record, sarà anche la prima donna europea a compiere una passeggiata spaziale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Samantha Cristoforetti sarà protagonista di un’emozionante passeggiata spaziale il prossimo 21 luglio alle 16 ora italiana. E sarà la prima donna europea in un’attività extraveicolare (Eva). Con lei il cosmonauta russo Oleg Artemyev

Integratori 100% naturali

Incredibile donna, orgoglio italiano: Samantha Cristoforetti compirà una passeggiata spaziale il prossimo 21 luglio alle 16 ora italiana insieme al collega russo Oleg Artemyev. Sarà la prima donna europea protagonista di un’attività extraveicolare (Eva).

Lo annuncia entusiasta Josef Aschbacher, direttore generale Esa, sulla sua pagina Twitter: tutti pronti il 21 luglio alle 16.

Sono molto felice annunciare che la prima passeggiata spaziale di Samantha Cristoforetti è prevista per il 21 luglio! L’inizio è fissato alle 16:00 CEST e potrebbe durare fino a 7 ore. Complimenti Samanta! Sono sicuro che ci terrai aggiornati

Che cos’è una passeggiata spaziale

Come spiega la Nasa, ogni volta che un astronauta esce da un veicolo mentre si trova nello spazio, si dice che sta compiendo una passeggiata spaziale, detta anche attività extraveicolare (EVA).

La prima persona a compiere l’impresa fu l’astronauta russo Alexei Leonov. Era il 18 marzo 1965 e la passeggiata durò 10 minuti. Oggi gli astronauti fanno passeggiate spaziali fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale, che di solito durano dalle cinque alle otto ore.

Gli astronauti fanno passeggiate spaziali per molte ragioni: queste, infatti, consentono di lavorare fuori dalla loro navicella spaziale mentre sono ancora nello spazio, per esempio svolgendo esperimenti scientifici che permettono agli scienziati di imparare come essere nello spazio influisce su differenti condizioni e di testare nuove apparecchiature.

Nel corso di un’attività extra veicolare, i cosmonauti possono anche riparare satelliti o veicoli spaziali direttamente nello spazio, invece di riportarli sulla Terra per aggiustarli.

La loro sicurezza è garantita da tute pressurizzate, ovvero che permettono loro di respirare ossigeno, disponibilità di acqua, e cavi di sicurezza che li tengono vicino alla loro navicella spaziale. Gli astronauti, inoltre, indossano il cosiddetto SAFER, acronimo di Simplified Aid for EVA Rescue, che si indossa come uno zaino, utilizza piccoli propulsori a reazione per consentire a un astronauta di muoversi nello spazio, e viene comandato da un piccolo joystick, come in un videogioco.

A dispetto del nome che potrebbe far pensare ad un’esperienza ludica, una passeggiata spaziale è quindi un’attività che necessita di personale altamente specializzato.

Per questo Samantha Cristoforetti, che si definisce grata per l’opportunità, continua a renderci così orgogliosi di lei.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Josef Aschbacher/Twitter / Samantha Cristoforetti/Twitter

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook