Planetario di Roma: dopo 8 anni, oggi riapre finalmente le sue porte al pubblico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo anni di attesa, ha riaperto il Planetario di Roma. Grazie ad un nuovo software i visitatori potranno vivere un'esperienza immersiva indimenticabile tra costellazioni e pianeti, scoprendo i misteri del nostro universo

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Nella capitale si torna a sognare e ad ammirare stelle e pianeti. C’è una splendida notizia per tutti gli appassionati di astronomia che vivono a Roma o si trovano nella città in vacanza: oggi ha riaperto al pubblico il Planetario custodito nel Museo della Civiltà Romana (nel quartiere Eur). La cerimonia ufficiale di riapertura si è svolta ieri, in occasione del 2775° anniversario dalla fondazione di Roma.

Un bellissimo regalo per il compleanno di Roma la riapertura del Planetario. – ha commentato il sindaco della capitale Roberto Gualtieri, che ha preso parte all’evento – Una struttura avanzata, divenuta un vero punto di riferimento per la nostra città che ha una vocazione per la cultura, il sapere e la scienza. Un luogo magico per scoprire le meraviglie dell’universo.

Nuove tecnologie per immergersi nelle bellezze del cosmo

La struttura è rimasta chiusa per 8 lunghi anni per lavori di manutenzione e di messa in sicurezza, ma adesso i cittadini romani e i turisti potranno riappropriarsi di questo posto e potranno scoprire gli affascinanti segreti dello spazio. Nel planetario rimodernato sarò possibile ammirare le stelle (in assenza di inquinamento luminoso artificiale) e immergersi nella bellezza del nostro universo, sorvolando le nebulose più nascoste.

Gli appassionati avranno la possibilità di assistere a spettacoli scientifici curati dagli astronomi del planetario, seduti comodamente su circa 100 poltrone disposte in maniera circolare, in tre anelli concentrici, nella sala. Per offrire un’esperienza immersiva indimenticabile la struttura si avvale delle più avanzate tecnologie.

A differenza del vecchio sistema di proiezione optomeccanico, che si limitava a riprodurre il cielo stellato visto dalla Terra, il nuovo avanzato software “Sky Explorer” permette di ricostruire sull’ampia volta della cupola ogni aspetto di un intero universo virtuale. – spiega lo staff del planetario – Consente infatti di aggiungere la dimensione della profondità, ossia di lasciare la Terra ed “entrare” letteralmente nel cielo e navigarlo in qualunque direzione dello spazio e del tempo. Si possono visitare gli altri pianeti e i corpi celesti, e ricostruire eventi astronomici avvenuti nel passato o previsti nel futuro. L’ampia superficie della cupola, uno schermo emisferico di ben 300 metri quadrati e 14 metri di diametro, funge da schermo di proiezione offre ai visitatori una visione estremamente coinvolgente. A illuminare i corpi celesti sulla cupola provvede un nuovo e potente sistema digitale di videoproiettori laser ad altissimo contrasto, con risoluzione 4K, che permette di ottenere una perfetta oscurità del cielo notturno, di modulare in maniera realistica le sfumature di luci e ombre della Via Lattea e, al tempo stesso, di mettere in grande risalto gli astri più luminosi e le superfici dei pianeti.

Inoltre, grazie ad un innovativo software (che consente di gestire dati aggiornati in tempo reale), il planetario mostrerà le più recenti scoperte fatte in campo astronomico.

“Planetario: ritorno alle stelle”: un viaggio nello spazio e nel tempo

Si riparte con l’emozionante spettacolo dal titolo “Planetario: ritorno alle stelle”. Lo show, dalla durata di 45 minuti, è stato prodotto dallo staff del Planetario di Roma e porta i visitatori a fare “un viaggio nello spazio e nel tempo, attraversando gli scenari mitici delle costellazioni per conquistare punti di vista inediti, da cui ammirare la Terra da lontano, sorvolando pianeti, nebulose e galassie, fino a rivivere le tappe cruciali dell’esplorazione spaziale e dell’astronomia più recente.”

Gli spettacoli sono in programma dal 22 aprile al 12 giugno e dal 20 settembre: da martedì a venerdì ore 16.00 – 17.00 – 18.00; sabato, domenica e festivi ore 10.00 – 11.00 – 12.00 – 16.00 – 17.00 – 18.00; poi dal 14 giugno al 18 settembre: da martedì a domenica ore 19.00 – 21.00 – 22.00.

Il Planetario resterà chiuso il 1° maggio e il 15 agosto.

Per le info sul costo dei biglietti e gli orari delle visite potete consultare il sito del Planetario di Roma.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Planetario di Roma 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook