La roccia scoperta nelle campagne è in realtà un meteorite di 4,6 milioni di anni fa: contiene risposte sull’origine della Terra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il frammento di roccia trovato per caso nel Regno Unito sarebbe in realtà un antico meteorite risalente a 4.6 milioni di anni fa

Il frammento di roccia trovato per caso nelle campagne di Gloucestershire (Regno Unito) sarebbe in realtà un antico meteorite risalente a 4,6 milioni di anni fa, che può rivelare vitali informazioni sulla formazione del Sistema Solare e l’origine della vita.

Un piccolo frammento roccioso rinvenuto in un campo nel Gloucestershire, nel Regno Unito, potrebbe non destare alcuna curiosità ad un occhio poco attento – e invece contiene vitali informazioni sull’origine del Sistema Solare e, conseguentemente, anche sulla vita sulla Terra. Questo perché il frammento non proviene dalla Terra, ma è piovuto sul nostro pianeta da qualche parte oltre l’orbita di Marte.

Lanciato via da qualche interazione gravitazionale o da una collisione fra asteroidi, il frammento ha viaggiato attraverso la vastità dello spazio ed ha squarciato l’atmosfera terrestre in forma di meteorite, finendo il suo viaggio nel countryside inglese. Non si tratta quindi di un meteorite qualsiasi: gli scienziati sono al lavoro per determinare gli elementi chimici che lo compongono, nella speranza di comprendere meglio da dove venga e come si sia formato.

La struttura interna è fragile, porosa, con fessure e fratture – spiega lo scienziato Shaun Fowler dell’Università di Loughborough. – Non sembra aver subito metamorfismo termico, il che significa che si trovava in orbita già prima che i pianeti che conosciamo si formassero. Questo vuol dire che abbiamo la rarissima opportunità di esaminare un pezzo del nostro passato primordiale.

(Leggi anche: Scoperta una galassia che mette in dubbio le teorie sulla creazione dell’universo)

Il piccolo meteorite sarebbe infatti caduto sulla superficie terrestre circa 4,6 milioni di anni fa – più o meno la stessa età del Sistema Solare. Ciò vuol dire che si è formato dalla stessa nube di polvere e gas che ha dato vita al Sole e a tutti i pianeti, compreso il nostro. Tuttavia, mentre i pianeti del Sistema Solare hanno subito diverse trasformazioni nel corso dei millenni, il frammento appena scoperto sembra aver superato indenne lo scorrere del tempo, conservandosi come era alla sua formazione: il fatto che presenti una struttura poco aggregata è la dimostrazione che non ha subito il compattamento derivante dalle collisioni con altri meteoriti.

Si tratta di un meteorite roccioso, costituito essenzialmente da carbonio e silicone: questi materiali, generalmente, non sopravvivono al passaggio nell’atmosfera terrestre. Ecco perché si tratta di un ritrovamento molto raro. Ora verrà analizzato con veri strumenti, come spettroscopio, microscopio elettronico e raggi X: queste tecnologie permetteranno di scoprire l’esatta struttura fisica della roccia e le sue componenti.

pietra marte

@ East Anglian Astrophysical Research Organisation/Facebook

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: EAARO 

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook