L’Universo come non lo abbiamo mai visto! Tra pochi giorni le immagini mozzafiato dal telescopio Webb

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 12 luglio i nostri occhi si riempiranno di meraviglia: per la prima volta vedremo le spettacolari immagini scattate dal potente telescopio James Webb, che ci offriranno una nuova visione del cosmo

Ci siamo quasi. Manca ormai pochissimo alla presentazione delle prime immagini a colori ufficiali del telescopio James Webb Space (JWST) della Nasa, che si trova a 1,2 milioni di chilometri dalla Terra. C’è grande trapidazione e curiosità fra gli appassionati di astronomia che non vedono l’ora che arrivi il gran giorno: la data da segnare è il 12 luglio, quando verrà svelata anche l’immagine più profonda mai ottenuta finora del nostro Universo.

Leggi anche: Eccola, la prima foto del buco nero al centro della nostra galassia che riscrive la storia

Per dare un assaggio di ciò che vedremo la prossima settimana, la Nasa ha pubblicato uno scatto di prova, catturato dallo strumento Fine Guidance Sensor (sviluppato dall’Agenzia spaziale canadese) del telescopio, che ci mostra il cosmo come non lo abbiamo mai visto.

Nell’immagine test, realizzata lo scorso maggio, l’obiettivo era la stella HD147980, mentre l’esposizione complessiva ammonta a 32 ore (con 72 sessioni singole).

Ma quanto ammireremo martedì 12 luglio sarà senza dubbio più sensazionale. Il rilascio delle immagini segnerà l’avvio delle operazioni portate avanti grazie al sofisticato telescopio Webb.

Cosa potremo ammirare il 12 luglio

Quindi cosa dobbiamo aspettarci di vedere la prossima settimana? Attraverso un comunicato diffuso ieri dalla Nasa, le immagini che verranno svelate riguarderanno:

  • la Nebulosa della Carena: una nebulosa tra le più grandi e luminose nel cielo che si trova a 7600 anni luce di distanza dalla Terra nella costellazione della Carena. Al suo interno si trovano stelle massicce, molto più grandi del nostro Sole
  • l’esopianeta WASP-96 b: di questo grande espoianeta vedremo lo spettro che dovrebbe assomigliare a quello di un gigante gassoso (metà massa di Giove). L’esopianeta, scoperto nel 2014, si trova a 1150 anni luce dalla Terra e orbita intorno alla sua stella in 3,4 giorni.
  • NGC 3132 (Nebulosa Anello del sud): è una nebulosa planetaria, in cui una nuvola di gas in espansione circonda una stella morente. La sua distanza dal nostro Pianeta è pari a 2000 anni luce
  • Quintetto di Stephan: si tratta di un gruppo cinque galassie che dista 290 milioni di anni luce dalla Terra e si trova nella costellazione di Pegaso. La sua scoperta risale al 1877 e un’immagine famosa è stata realizzata grazie alla WFC3 di Hubble.
  • SMACS 0723: ammassi di galassie in primo piano che ingrandiscono e distorcono la luce degli oggetti dietro di loro; secondo quanto riferito dalla Nasa, vedremo anche oggetti celesti considerati relativamente deboli

Le immagini mozzafiato verranno rilasciate contemporaneamente a partire dalle 16.30 (ora italiana) sul sito web e sui canali social ufficiali della Nasa e dell’Esa. Pronti a fare questo viaggio senza precedenti nelle meraviglie del nostro Universo?!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: NASA 

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook