Eclisse solare su Marte immortalata per la prima volta dal rover Perseverance, il video è mozzafiato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Phobos, una delle lune di Marte, transita di fronte al Sole, coprendolo parzialmente per circa 40 secondi: è un’eclisse solare per un osservatore marziano. Lo spettacolare evento è stato immortalato dal rover Perseverance della Nasa. Il video è mozzafiato

Come conservare al meglio le fragole

Perseverance, il rover della Nasa atterrato su Marte l’anno scorso, ha catturato un’eclisse solare sul Pianeta Rosso: per circa 40 secondi Phobos, una delle sue due lune, ha transitato davanti al Sole. Il video è mozzafiato e può aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’orbita del satellite e come la sua gravità riesce a modellare la crosta e il mantello del pianeta.

Le riprese sono state effettuate da Mastcam-Z, telecamera di di nuova generazione di Perseverance: era 2 aprile, il 397° giorno marziano della missione, l’eclissi è durata poco più di 40 secondi, molto più breve di una tipica eclissi solare che coinvolge la Luna terrestre, in quanto Phobos è circa 157 volte più piccolo del nostro unico satellite.

Le immagini sono le ultime di una lunga storia di veicoli spaziali della Nasa che catturano eclissi solari su Marte. Le prime risalgono al 2004, quando i rover gemelli Spirit e Opportunity scattarono le prime foto time-lapse di Phobos durante un’eclissi solare. Curiosity ha poi continuato con i video tramite Mastcam.

Ma Perseverance, che è atterrato a febbraio 2021, ha fornito il video più ingrandito di un’eclissi solare di Phobos mai realizzato e con il frame rate più alto di sempre. Questo grazie al sistema di telecamere Mastcam-Z di nuova generazione di Perseverance, un aggiornamento della Mastcam di Curiosity.

Leggi anche: L’atterraggio di Perseverance su Marte: la Nasa rilascia il video che tutti aspettavano

Sapevo che sarebbe stato bello, ma non mi aspettavo così straordinario – dichiara entusiasta Rachel Howson membri del team Mastcam-Z che gestisce la telecamera – Sembra un compleanno o una vacanza quando arrivano. Sai cosa sta arrivando, ma c’è ancora un elemento di sorpresa quando vedi il prodotto finale

Il colore distingue anche questa versione di un’eclissi solare di Phobos: Mastcam-Z è dotata infatti di un filtro solare che agisce come fosse un paio di occhiali da sole per ridurre l’intensità della luce, in modo che siano visibili i dettagli dell’ombra di Phobos, come creste e dossi sul paesaggio lunare. Proprio come l’ha “vista” Peseverance e come la vedrebbe un marziano sulla superficie del Pianeta Rosso.

Ma c’è di più. Infatti mentre Phobos orbita intorno a Marte, la sua gravità esercita piccole forze di marea all’interno del Pianeta Rosso, deformando leggermente la roccia nella crosta e nel mantello del pianeta e lentamente modificando anche l’orbita del satellite stesso: i geofisici possono quindi utilizzare questi cambiamenti per capire meglio quanto sia flessibile l’’nterno di Marte, rivelando di più sui materiali all’interno della crosta e del mantello.

Inoltre gli scienziati sanno già che Phobos è condannato: la luna si sta avvicinando alla superficie marziana ed è destinata a schiantarsi sul pianeta tra decine di milioni di anni: osservazioni dell’eclissi dalla superficie di Marte negli ultimi due decenni hanno anche permesso agli scienziati anche di affinare la loro comprensione della spirale di morte lenta di Phobos.

Molto di più di un video spettacolare quindi. Che comunque noi possiamo ammirare in tutto il suo splendore.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonti: Nasa / Nasa/Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook