Stanotte ci “saluterà” il quarto asteroide più vicino alla Terra mai scoperto, non perdiamo la diretta!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E pensare che è stato scoperto solo tre giorni fa questo piccolo ma vicinissimo asteroide: parliamo di BU 2023, il quarto più vicino alla Terra mai trovato. Una diretta imperdibile per uno spettacolo unico (che non comporterà alcun rischio per noi). Tutti pronti a partire da stasera

Scoperto il 21 gennaio, passerà a meno di 10.000 km da noi, la quarta distanza più vicina mai registrata per un asteroide. La diretta del “saluto” di BU 2023 è davvero imperdibile, per uno spettacolo unico (che non comporterà alcun rischio per noi). Occhio allo streaming stasera a partire dalle 20.15 ora italiana.

Come spiega l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), la notte tra il 21 e il 22 gennaio l’astronomo Gennady Borisov scopriva il piccolo asteroide poi battezzato (provvisoriamente)  2023 BU, dall’osservatorio Margo della città di Nauchnij (Crimea centrale).

L’oggetto era talmente vicino che in effetti all’inizio era stata calcolata una probabilità di circa il 40% di collisione con la Terra, ma poi, con il susseguirsi delle osservazioni, l’ipotesi è stata scartata (in ogni caso, l’oggetto ha diametro stimato tra i 3 e i 7 metri, quindi in ogni caso del tutto innocuo).

Ora sappiamo con certezza che ci sarà solo uno straordinario spettacolo la notte tra il 26 e il 27 gennaio: in particolare il 27 gennaio all’1.16 ora italiana 2023 BU si troverà alla minima distanza dal nostro Pianeta, circa 9.970 km.

asteroide 2023 BU quarta minima distanza terra

©Nasa

Quarto posto quindi per questo asteroide. Per ora il record di minima distanza lo detiene ancora l’asteroide 2020 VT4 che il 13 novembre 2020 passò a soli 365 km dalla superficie terrestre.

Non perdiamo la diretta streaming offerta dal Virtual Telescope, a partire dalle 20.15 ora italiana.

Il prossimo passaggio in prossimità della Terra sarà nel dicembre 2036 alla distanza nominale di circa 4 milioni di km.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: INAF / Nasa / Virtual Telescope

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook