In arrivo asteroide potenzialmente pericoloso: il 29 agosto sarà alla distanza minima dalla Terra ?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama 2016 NF23 ed è il nuovo asteroide che si sta avvicinando a gran velocità alla Terra. Ma non allarmiamoci. Anche se di grandi dimensioni e molto veloce, questa roccia spaziale passerà a distanza di sicurezza dal nostro pianeta.

Ecco il carrello smart per la spesa

Si chiama 2016 NF23 ed è il nuovo asteroide che si sta avvicinando a gran velocità alla Terra. Ma non allarmiamoci. Anche se di grandi dimensioni e molto veloce, questa roccia spaziale passerà a distanza di sicurezza dal nostro pianeta.

Ogni tanto vengono a farci visita. Si tratta dei cosidetti “potentially hazardous asteroid”, asteroidi classificati come potenzialmente pericolosi per via della distanza, notevole per la Terra ma ridotta se si considera quelle immense dell’universo, ma anche per le dimensioni.

Qualsiasi asteroide che si trova a 1,5 milioni di km dalla Terra con un diametro maggiore di 150 metri è definito “potenzialmente pericoloso”, secondo la NASA.

Nel caso in questione, 2016 NF23 ha un diametro ancora incerto ma è stato stimato tra i 70 e i 160 metri, più di un aereo per dare un’idea. Dovrebbe raggiungere la distanza minima dalla Terra il 29 agosto prossimo a una velocità di 9,04 chilometri al secondo, secondo quanto reso noto dalla Nasa su Close Approaches Earth.

asteroide 2016 nf23

Ma non sarà l’unica visita che riceveremo a breve. Altri due asteroidi raggiungeranno la Terra nella prima parte di settembre. Sono 2001 RQ17 2001 e 2015 FP118. Entrambi viaggiano più o meno alla stessa velocità di 2016 NF23 ma 2015 FP118 vanta notevoli dimensioni, che vanno da 370 a 820 metri. I due asteroidi raggiungeranno la distanza minima dalla Terra rispettivamente il 2 e il 3 settembre.

Per fortuna, il loro passaggio si conosce da tempo ma ci sono tanti altri corpi che vengono scoperti a pochissimi giorni dal loro arrivo. Per questo le agenzie spaziali di tutto il mondo monitorano costantemente il cielo, nella speranza che una di queste rocce non si avvici troppo alla Terra.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook