La spettacolare Casa dei Vettii, gioiello simbolo di Pompei, è stata riaperta al pubblico dopo 20 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo 20 anni la Casa dei Vettii, uno dei simboli degli scavi di Pompei, potrà essere nuovamente visitata nella sua interezza. Pochi giorni fa la splendida domus è stata riaperta al pubblico alla presenza del Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano

Elegantissimi affreschi, statue e zampilli d’acqua che adornano l’ampio giardino. La Casa dei Vettii è pronta a mostrare nella sua interezza i suoi preziosissimi tesori ai visitatori. Dopo 20 lunghissimi anni una delle residenze più famose dell’antica Pompei è stata finalmente riaperta al pubblico.

La lussuosa dimora, protetta dal dio della fertilità Priapo, apparteneva a Aulus Vettius Restitutuse e Aulus Vettius Conviva, due liberti arricchitisi grazie al commercio e intenti a celebrare la loro attività e l’opulenza nella maestosa domus. Tra i saloni più spettacolari vi è quello con il fregio di Amorini dove fiori, vigneti e profumi si mescolano nelle scene raffigurate.

Di quella ricchezza, però, cittadini e turisti hanno potuto ammirare unicamente una piccola parte. La Casa dei Vettii era stata chiusa 20 anni fa. Solamente l’ambiente di ingresso dell’atrio e quelli circostanti erano tornati visitabili dal 2016. Da allora gli interventi di restauro sono andati avanti con non poche complicazioni.

Particolarmente difficile si è rivelata la rimozione di strati di cera, apportati sugli affreschi nel passato con l’intenzione di proteggerli e farli risplendere: un metodo di restauro che si è rivelato altamente dannoso e che ha inoltre oscurato molti dettagli delle raffinate pitture, con rappresentazioni di architetture fantastiche e scene mitologiche, ha spiegato il Parco Archeologico di Pompei.

Lo scorso 10 gennaio 2023 però tutto è cambiato. Il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano ha preso parte all’inaugurazione della Casa dei Vettii accanto al Direttore generale Musei del MiC Massimo Osanna e al Direttore generale del Parco archeologico di Pompei Gabriel Zuchtriegel.

Il sito di Pompeii – Parco Archeologico rappresenta un unicum mondiale. Qui c’è la memoria della nostra identità nazionale, della nostra storia. […] Abbiamo il dovere di tutelare e migliorare il nostro patrimonio, ha dichiarato il ministro Sangiuliano.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Pompeii – Parco Archeologico/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook