Impronte di dinosauro perfettamente conservate da 113 milioni di anni riemergono in Texas a causa della siccità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scoperta incredibile in Texas: delle impronte di dinosauro di 113 milioni di anni fa sono state ritrovate a causa della siccità che ha prosciugato completamente il corso di un fiume. Per via delle prossime piogge le impronte fossili potrebbero scomparire nuovamente

Tutto il mondo sta facendo i conti con una siccità devastante che se da un lato sta mettendo in ginocchio i fiumi e i laghi del nostro Pianeta ridotti ormai ad aride distese, sta anche facendo riaffiorare meraviglie che non avremmo potuto mai lontanamente immaginare. Purtroppo per colpa del cambiamento climatico.

Ne sono esempio le impronte di dinosauro di 113 milioni di anni fa perfettamente conservate e rinvenute di recente in Texas. Questi incredibili resti fossili sono riemersi non a caso proprio nel Dinosaur Valley State Park, dopo che il fiume Paluxy si è prosciugato completamente.

Secondo gli esperti queste tracce sarebbero da attribuite a un Acrocanthosaurus, un dinosauro bipede del Cretaceo inferiore alto circa 5 metri e dal peso di oltre 6 tonnellate. Come spiega il National Park Service degli Stati Uniti d’America numerose impronte preistoriche sono giunte fino a noi poiché coperte da detriti quali sabbia e piccoli ciottoli e trasformatesi in rocce.

Questo ha consentito di preservarle per milioni di anni fino a quando l’erosione del suolo e la siccità non le hanno riportate in superficie, rendendole visibili. Non è perciò un caso imbattersi in orme di dinosauro anche se ogni ritrovamento è naturalmente sensazionale. Proprio in Texas erano state scoperte anche delle impronte fossili di un Sauroposeidon.

Il Dinosaur Valley State Park continuerà a proteggere queste tracce di 113 milioni di anni non solo per le generazioni presenti, ma anche per quelle future, ha affermato la portavoce Stephanie Salinas Garcia.

Nei prossimi giorni in Texas è prevista pioggia e le impronte fossili potrebbero perciò scomparire nuovamente nel letto del fiume che le custodisce gelosamente da secoli e secoli. Peccato che per scoprirle il fiume abbia dovuto soffrire in questo modo.

Fonte: Dinosaur Valley State Park – Friends/Facebook

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook