Non gettare via le foglie e il gambo del cavolfiore, utilizzali per preparare un risotto antispreco al cacao

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi vi presentiamo una ricetta antispreco in cui il protagonista è il cavolfiore. Si tratta di un risotto arricchito dal cacao in polvere

Siamo soliti gettare via le foglie del cavolfiore e pezzi del gambo ma in realtà anche queste parti sono buonissime e si possono tranquillamente utilizzare all’interno delle nostre preparazioni culinarie. Oggi vi presentiamo una ricetta antispreco in cui il protagonista è proprio il cavolfiore. Si tratta di un risotto arricchito da un ingrediente d’eccezione: le fave crude di cacao in polvere!

Il cavolfiore è ricco di proprietà e si può usare in diverse ricette, difficilmente però vi sarà venuto in mente di associarlo al cacao. Sì avete capito bene, cacao o meglio fave crude di cacao (in polvere), un vero e proprio superfood conosciuto come “il cibo degli dei”.

Queste si ricavano dall’albero del Cacao, una pianta il cui habitat naturale è quello delle foreste tropicali, dove può svilupparsi bene grazie al clima costante e le abbondanti piogge che sono ben distribuite durante tutto l’anno.

Ma perché le fave di cacao sono così speciali?

Le particolarità delle fave di cacao crude

Le fave di cacao, crude e in polvere, che vengono utilizzate nella ricetta che ci presenta oggi il “nostro” Roberto Cruciani, provengono dal Perù e sono certificate biologiche e Vegan Ok, tutte caratteristiche molto importanti che assicura il marchio NaturaleBio.

In quanto a proprietà, poi, queste fave di cacao sono davvero il top, vengono infatti lavorate con un metodo antico che prevede la raccolta manuale e l’essiccazione al naturale. Le fave, infine, vengono macinate a basse temperature, così da preservare tutti i nutrienti in esse contenuti.

Si ottiene così una polvere fine e profumata, perfetta per aromatizzare anche un risotto, come appunto vi mostriamo oggi.

L’aggiunta di questo superfood, che anche se arriva da lontano ha una filiera super controllata (garantita da NaturaleBio che è importatore diretto dal paese d’origine), arricchisce il risotto di preziosi sali minerali (come magnesio e fosforo) e antiossidanti.

Il vantaggio di queste fave di cacao in polvere è poi che contengono pochissimi grassi ma anche pochissimi zuccheri, praticamente solo quelli naturalmente presenti nell’alimento, senza nessuna aggiunta.

Tra l’altro, anche a livello sociale, le coltivazioni di cacao presentano dei vantaggi. Nell’ultimo decennio, infatti, sono molto aumentate e in diverse aree del Perù hanno sostituito piantagioni meno nobili e spesso legate a traffici illeciti. Si può dire quindi che il cacao, in un certo senso, è riuscito anche a riportare lavoro e legalità in alcune zone del Paese. 

Ma vediamo adesso come preparare il nostro risotto antispreco cavolfiore e cacao

Risotto al cavolfiore e fave di cacao crude in polvere

Ingredienti per 2/3 persone

  • 200g circa di cavolfiore con torsolo e foglie tenere
  • 250g circa di riso Carnaroli
  • Olio, sale&pepe
  • 1 lt di brodo vegetale (il nostro è fatto con gli scarti!)
  • 200ml acqua per frullare

Per la crema al cacao

  • 1tsp Cacao naturale in polvere da fave crude
  • 2tsp di sciroppo d’acero o di un dolcificante
  • 10ml acqua calda

Preparazione

  • Tagliate le foglie del cavolfiore e mettetele da parte, poi tagliate le cime in piccoli pezzi e mettete tutto in una pirofila da forno. Condite con olio sale e pepe, mescolate per bene e poi separate le foglie dalle cime prima di infornare a 200 gradi per 20 minuti circa.
  • Preparate il brodo vegetale (a seconda di quello che state usando) e tenetelo in ebollizione a fuoco basso. In un’altra pentola o padella con il bordo alto versate un giro d’olio, fatelo scaldare qualche minuto e poi aggiungete il riso. Mescolate e fate tostare per 5 minuti circa. Aggiungete il brodo a mestolate singole fino a coprire il riso e continuate a farlo sempre nello stesso modo fino a cottura del riso al dente. Evitate di far asciugare troppo il risotto per avere una cremosi migliore alla fine.
  • Mentre il risotto cuoce, versate in un blender le cime del cavolfiore cotto al forno insieme all’acqua e a un giro di sale. Frullate fino ad ottenere una crema liscia e versatela nel risotto appena cotto. Amalgamate tutto a fuoco basso per qualche minuto e poi lasciatelo riposare il tempo di preparare la crema.
  • In una ciotolina aggiungete il cacao, lo sciroppo d’acero e l’acqua calda e mescolate energicamente con un cucchiaino. Scegliete voi la cremosi della vostra crema e l’intensità del cacao aggiungendo acqua e dolcificante come meglio è per voi. Impiattate il risotto e fate cadere delle gocce di crema a cacao direttamente nel piatto. Guarnite con le foglie di cavolfiore al forno e servite!

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook