Quante calorie si bruciano camminando?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Camminare è un’attività fisica dai grandi benefici, ma quante calorie si bruciano camminando? Ecco tutto quello che bisogna sapere

Camminare è un’attività fisica dai grandi benefici, ma quante calorie si bruciano camminando? Ecco tutto quello che bisogna sapere

Non è un segreto che camminare faccia bene, ma quante calorie si bruciano effettivamente e come possiamo ottenere il massimo da questa attività?

Ci sono un sacco di diversi dispositivi per valutare quante calorie vengono bruciate camminando, tuttavia, non sono del tutto accurati, la ricerca lo ha dimostrato. Infatti, secondo uno studio la maggior parte delle persone consuma di più di quanto generalmente riportato dagli strumenti di monitoraggio del fitness. Ciò che hanno rilevato i ricercatori è che nel 97% dei casi esaminati, sono state riportate meno calorie bruciate. (Leggi anche: Camminare: 10 motivi per farlo 30 minuti al giorno)

La verità sulle calorie bruciate

Quindi, come puoi avere un’idea precisa delle calorie bruciate durante la camminata? Nonostante si brucino più calorie in un lasso di tempo più breve, con esercizi ad alta intensità che spingono a una frequenza cardiaca più alta, camminare è una forma di esercizio a intensità moderata che dona enormi benefici.

Per bruciare più calorie sembrerebbe che camminare a un ritmo costantemente sostenuto, mantenendo il battito del cuore alto, sia una buona routine di allenamento. Tuttavia, alcune ricerche dimostrano che cambiare il ritmo per variare l’intensità e, di conseguenza, la frequenza cardiaca durante la camminata può aumentare il tasso metabolico dal 6% al 20% in più, rispetto a rimanere a un ritmo costante per tutta la durata dell’attività. (leggi anche: Camminare: quante calorie bruci in base al tuo peso passeggiando anche solo 30 minuti?)

Presta attenzione alla frequenza cardiaca e a come ti senti

E’ importante sottolineare che le tecnologie per monitorare le prestazioni durante l’allenamento non sono del tutto imprecise; possono certamente fornire un’idea dei progressi, ad esempio l’utilizzo di un fitness tracker per aiutarti a monitorare la frequenza cardiaca può aiutarti a massimizzare i benefici per la combustione di calorie e per la salute in generale.

L’American College of Sports Medicine ha stabilito la frequenza cardiaca per l’attività fisica di intensità moderata dal 64% al 76%, della frequenza cardiaca massima. Poiché camminare non è un esercizio ad alta intensità, si può ottenere il massimo consumo calorico facendolo a un’intensità moderata, il che significa un ritmo vivace ma sostenibile. Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, per stimare la frequenza cardiaca massima correlata all’età, occorre sottrarre la tua età da 220; quindi, ad esempio, se hai 48 anni, la frequenza cardiaca massima stimata viene calcolata come 220 – 48 = 172 battiti al minuto. (Leggi anche: Calcolato quanto tempo esattamente devi camminare la settimana per vivere di più)

La camminata per bruciare grassi

Camminare è spesso considerato come un ottimo esercizio per bruciare i grassi, per una buona ragione. Quando cammini a un’intensità più leggera con una frequenza cardiaca compresa tra il 57% e il 63%, è più probabile che utilizzi il grasso come carburante, poiché stai camminando più lentamente, con una frequenza cardiaca lenta, che ti porta a consumare meno energia calorica, ma le calorie che stai bruciando proverranno probabilmente dal grasso.  (Leggi anche: Il trucco più efficace per perdere peso mentre si cammina)

Non importa la velocità, ma è la forma che conta

Durante la camminata ancor più importante del ritmo e della velocità è la buona postura. Ecco alcuni tips utili:

  • oscilla le braccia avanti e indietro
  • guarda avanti
  • distribuisci uniformemente il peso. 

Ricorda che, come qualsiasi altra forma di esercizio, camminare con una cattiva postura può portare a dolore cronico e persino a lesioni. (

Se fatto bene, invece, camminare è una forma di esercizio incredibilmente benefica per la salute e il benessere generale. Inoltre, camminare è probabilmente la forma di esercizio più accessibile ed economica perché non richiede indumenti specifici, attrezzature particolari o abbonamenti speciali in palestra; l’unica cosa in termini di accessori fitness sono un paio di sneakers comode e adatte a questa attività.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook