Hai più di 40 anni? Ecco quante ore di attività fisica a settimana dovresti fare per rimanere in salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uno studio rivela che cinque ore di attività fisica moderata a settimana sono necessarie per evitare l’ipertensione tipica della mezza età

Uno studio rivela che cinque ore di attività fisica moderata a settimana sono necessarie per evitare l’ipertensione tipica della mezza età

Cinque ore di attività fisica moderata a settimana sono necessarie per evitare l’ipertensione tipica della mezza età. È quanto rivela uno studio dell’Università della California. I giovani dovrebbero incrementare le loro routine di allenamento e mantenerle costanti nel tempo per ridurre le possibilità di sviluppare pressione alta o ipertensione – problemi che possono portare a infarto e ictus, come anche demenza in età avanzata.

Le linee guida attuali indicano che gli adulti dovrebbero svolgere almeno due ore e mezza di attività fisica moderata a settimana, ma un recente studio condotto dall’UCSF Benioff Children’s Hospitals rivela che aumentare l’attività fisica fino a cinque ore a settimana può proteggere dal rischio di ipertensione della mezza età – in particolare se svolta fra i trenta e i cinquant’anni. I ricercatori hanno seguito 5000 persone di età compresa fra i 18 e i 30 anni – meno della metà di queste di sesso maschile – nel corso di 30 anni. Ai partecipanti sono state fatte domande sulle loro abitudini sportive, su eventuali problemi di salute, sull’uso di alcol o della sigaretta. Oltre a questo, sono stati monitorati valori come peso, pressione del sangue, colesterolo e trigliceridi.

All’interno di questo gruppo, suddiviso in sottocategorie per genere e razza, si è osservato che gli uomini di colore erano quelle leggermente più attivi nella prima età adulta rispetto ai loro coetanei bianchi e di gran lunga più attivi delle donne (bianche o nere). Ma, al raggiungimento dei 60 anni circa, la mole di esercizio fisico finiva quasi per dimezzarsi, riducendosi alle due ore e mezza settimanali raccomandate dal Dipartimento per la Salute. Si è osservato, inoltre, che l’attività fisica per i maschi bianchi è meno intensa e frequente nell’età giovanile, ma riprende peso attorno ai 40 anni. Per quanto riguarda le donne, queste iniziano a fare sport in modo costante attorno ai 30 anni, mantenendo buoni livelli fino ai 60. (Leggi: Ora non hai più scuse, anche gli allenamenti di 1 solo minuto fanno bene alla salute)

Benché i maschi di colore fossero da giovani molto attivi a livello sportivo, fattori socio-economici e responsabilità lavorative e familiari possono aver intaccato la loro dedizione all’attività fisica durante l’età adulta,” spiega il dottor Jason Nagata, autore dello studio. “Inoltre, la fetta del campione rappresentata dai maschi di colore è quella con i più alti numeri per ciò che riguarda il fumo di sigaretta – cosa che, con il tempo, limita lo svolgimento dell’attività sportiva.

I valori dell’ipertensione rispecchiano la carenza di attività fisica. Circa l’80-90% degli uomini di colore soffre di ipertensione a cominciare dai 60 anni, rispetto al 70% degli uomini bianchi e al 50% delle donne. Lo studio suggerisce quindi che mantenersi attivi durante l’età adulta – a livelli superiori rispetto a quelli finora consigliati – può essere particolarmente importante.

Fonte: UCSF

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook