Vola Ambra Sabatini! L’atleta paralimpica firma il record del mondo nei 200 metri T63

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La sua vita cambiò drasticamente nel 2019, quando un’auto le venne addosso mentre viaggiava sul suo scooter col padre. Una gamba amputata e giorni lunghi di sofferenza e rabbia. Poi la rivincita. E le medaglie

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

Per la prima volta al mondo sotto i trenta secondi, l’atleta paralimpica Ambra Sabatini rompe il record del mondo dei 200 metri T63 sfrecciando in 29.87 nell’ultima giornata degli Italian Open, il meeting internazionale del circuito World Para Athletics Grand Prix.

La ventenne grossetana firma così un miglioramento di quasi due secondi rispetto al precedente primato che apparteneva dal 2015 a un’altra campionessa azzurra, Martina Caironi (31.73 a Berlino).

Insieme con le azzurre Martina Carioni e Monica Contrafatto, la Sabatini aveva vinto l’anno scorso 3 medaglie ai 100 metri dei Giochi Paralimpici di Tokyo. Ne avevamo parlato qui.

E ora Ambra non è intenzionata a fermarsi.

Il prossimo 12 maggio, proprio insieme a Caironi e a Monica Contrafatto, il trio azzurro debutterà nei 100 metri allo stadio dei Marmi nel Roma Sprint Festival.

Alla prima prova stagionale -scrive Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico – ha fatto il record del mondo nel 200 metri T63, prima atleta a scendere sotto i 30 secondi in questa specialità. Grande Ambra, applausi a scena aperta per te.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook