Le zecche sono tornate attive proprio adesso, ma per fortuna ci sono diversi modi per evitarne i morsi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In caso di morso di zecca togliete il prima possibile l’insetto dalla pelle, avendo cura, di farlo con delle pinzette senza schiacciarla.

Pronti per le vacanze? Ma cosa mettere in valigia se faremo lunghe escursioni all’aria aperta? Uno spray repellente sicuro, ma anche un paio di pinzette. Serviranno nel caso in cui le zecche debbano decidere di unirsi al divertimento!

I minuscoli aracnidi possono di fatto attaccarsi a noi o ai nostri animali domestici, succhiando sangue e trasmettendo potenzialmente delle malattie. Cosa c’è da sapere allora?

Leggi anche: Se fa troppo caldo, le zecche preferiscono gli uomini ai cani. Nuovo dannoso effetto del clima che cambia

Innanzitutto tenete a mente una cosa: le zecche hanno bisogno di un ambiente un po’ umido, quindi non si seccano e non si disidratano. Probabilmente non le troverete nel mezzo di un grande prato soleggiato, ma piuttosto lungo un sentiero falciato in un parco, dove l’erba più corta incontra l’erba più alta. Le zecche sono comuni anche nelle aree boschive.

Con l’arrivo della stagione calda, insomma, non solo pulci e zanzare, ma anche le zecche tornano alla ribalta, con la possibilità di trasmettere ai nostri amici animali ma anche a noi umani diverse patologie, come:

Cosa fare per evitare un morso di zecca

  • indossate pantaloni lunghi e magliette a manica lunga
  • meglio se i capi sono chiari, così sarà più facile individuare la presenza di una zecca addosso a voi
  • non toccate piante
  • non andate dove l’erba è troppo alta
  • a casa, prima di fare la doccia guardatevi bene la pelle e i vestiti

Cosa fare in caso di morso di zecca?

  • togliete il prima possibile l’insetto dalla pelle, avendo cura, se possibile, di farlo con una pinzetta
  • il corpo della zecca non va schiacciato e se la sua bocca rimane ancora attaccata, è bene rimuoverla con un ago sterile
  • in genere, gli esperti consigliano di non utilizzate alcol o altre sostanze e, se si teme un’infezione, di consultare un medico. In ogni caso, dal momento che la zecca ci mette circa 12 ore per completare la digestione del sangue umano e riversare nel torrente sanguigno il batterio responsabile della malattia di Lyme, il rischio di contrarre il morbo è praticamente nullo se si rimuove la zecca entro 12 ore dalla puntura.
  • solo dopo aver tolto la zecca, disinfettate bene la zona del morso e lavate le mani
  • controllate l’area per 30-40 giorni. In caso di comparsa di lesioni cutanee o altri sintomi (simil influenzali) rivolgersi al medico curante segnalando il morso di zecca
  • controllate il vostro cane

Altri metodi per rimuovere le zecche: Le zecche: come eliminarle nel modo più sicuro?

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook