Diabete: perché vivere vicino ai lampioni potrebbe essere davvero dannoso per la salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una recente ricerca ha osservato che vivere vicino i lampioni che emettono luce artificiale, può aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e l’insulino resistenza

Il diabete è una condizione permanente che causa un aumento eccessivo dei livelli di zucchero nel sangue, e se non curato può portare anche conseguenze gravi per la salute.

Un nuovo studio condotto dalla dott.ssa Yu Xu e dai colleghi dello Shanghai Institute of Endocrine and Metabolic Diseases, Ruijin Hospital, Shanghai Jiaotong University School of Medicine di Shanghai, ha scoperto che la luce artificiale notturna (LAN) è collegata a un glucosio alterato e al rischio di diabete. Gli esperti hanno analizzato nove milioni di pazienti cinesi.

Lo studio

Nello studio la luce LAN è stata implicata come potenziale causa di disregolazione metabolica, poiché causerebbe anche un’alterazione dei tempi di assunzione di cibo.

I soggetti esposti alla LAN artificiale hanno sviluppato intolleranza al glucosio, mostrando livelli elevati di zucchero nel sangue e insulina.

In più, quelli esposti a luce bianca notturna fioca di luminosità minima per 4 settimane avevano una massa corporea aumentata e una ridotta tolleranza al glucosio, rispetto a coloro il cui ambiente era completamente buio durante la notte.

Questo è il primo tentativo di collegare i livelli esterni di luce artificiale al diabete. Un problema con questo studio è che le aree con i più alti livelli di luce artificiale all’aperto sono probabilmente le aree urbane e le città più grandi.

Ovviamente, sono necessari ulteriori studi che prevedano la misurazione diretta dell’esposizione individuale alla LAN per confermare se la sua relazione con il diabete sia causale.

Questa ricerca conferma i risultati di precedenti studi, secondo cui i modelli di sonno disturbato a causa dell’illuminazione sono collegati ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2.

I ricercatori hanno affermato che:

È noto da molto tempo ormai che vivere in un’area urbanizzata aumenta il rischio di obesità attraverso un maggiore accesso a cibi ricchi di grassi e processati, minori livelli di attività fisica dovuti ai mezzi di trasporto e minori attività sociali.

In conclusione, dai dati si è visto che l’esposizione cronica alla LAN è associata non solo a tassi più elevati di malattia, ma anche a livelli più elevati di glucosio nel sangue e all’insulino-resistenza.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: Diabetologia

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook