Sistema immunitario: scienziati individuano il momento esatto della giornata per stimolare le difese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo studio ha individuato perché il nostro sistema immunitario è più attivo in un determinato momento del giorno

Ecco il carrello smart per la spesa

Un nuovo studio ha individuato perché il nostro sistema immunitario è più attivo in un determinato momento del giorno

Anche il sistema immunitario segue il “bioritmo” ed è più attivo e recettivo in particolari momenti della giornata. Secondo una nuova ricerca, gli orologi circadiani che regolano la maggior parte dei processi fisiologici degli esseri viventi su un ritmo di circa 24 ore, sono uno dei meccanismi biologici più importanti. Decifrando i meccanismi di migrazione cellulare alla base della risposta immunitaria, un gruppo di scienziati ha dimostrato che l’attivazione del sistema immunitario è modulata a secondo dell’ora del giorno. Infatti, la migrazione delle cellule immunitarie dalla pelle ai linfonodi oscilla nell’arco di 24 ore.

La funzione immunitaria è massima nella fase di riposo, appena prima della ripresa dell’attività, al mattino presto per gli esseri umani. Questi risultati suggeriscono che l’ora del giorno dovrebbe eventualmente essere presa in considerazione quando si somministrano vaccini o immunoterapie contro il cancro, al fine di aumentarne l’efficacia.

A differenza del sistema immunitario innato, che reagisce immediatamente ma in modo non mirato, il sistema immunitario adattativo costruisce una risposta a lungo termine specifica per ciascun agente infettivo. Questo impiega settimane per formare una risposta, che poi dura a lungo grazie a un meccanismo di memoria cellulare. 

Lo studio

Per comprendere il ruolo dei ritmi circadiani sull’attivazione immunitaria, i ricercatori hanno esaminato la migrazione delle cellule dendritiche dalla pelle al sistema linfatico, uno dei pilastri della risposta immunitaria adattativa. Localizzate in molti organi periferici, compresa la pelle, le cellule dendritiche migrano attraverso i vasi linfatici verso i linfonodi, dove vengono presentati gli antigeni per innescare una risposta immunitaria contro un patogeno in arrivo.

Ulteriori dati indicano anche che, se il sistema immunitario viene stimolato in momenti diversi della giornata, compaiono le stesse oscillazioni con un picco al mattino. Ma perché il sistema immunitario è governato da un ritmo oscillatorio? I ritmi circadiani funzionano come un sistema di risparmio energetico, per utilizzare al meglio le risorse secondo i bisogni più immediati. 

Potrebbe essere questo un modo per mettere in allerta il sistema immunitario nei momenti in cui il rischio di esposizione ad agenti patogeni è maggiore, attraverso l’ingestione di cibo e/o le interazioni sociali? Allo stesso modo, potremmo essere più vulnerabili agli agenti patogeni di sera e di notte? Impossibile dirlo per il momento.

Tuttavia, l’importanza del ritmo circadiano sul sistema immunitario è solo da poco svelata, e potrebbe essere di primaria importanza sia per la vaccinazione preventiva sia per la somministrazione di terapie antitumorali oppure per la gestione delle malattie autoimmuni. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Nature

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook