Sintomi di tumore alla cervice che puoi “annusare”: se senti questo odore potrebbe essere un campanello d’allarme da non ignorare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il tumore alla cervice è uno dei più comuni tra le donne over 25, ma poiché non ha sintomi evidenti è molto importante prestare attenzione ad eventuali sintomi e cambiamenti sospetti. Tra questi un odore in particolare potrebbe aiutarti significativamente.

Il tumore alla cervice è uno dei più comuni tra le donne over 25, ma poiché non ha sintomi evidenti è molto importante prestare attenzione ad eventuali sintomi e cambiamenti sospetti. Tra questi un odore in particolare potrebbe aiutarti significativamente.

La cervice è la parte inferiore dell’utero che si unisce alla parte superiore della vagina ed è talvolta chiamata il collo dell’utero. Inoltre, ad oggi l’unica infezione riconosciuta come causa di tumore della cervice uterina è quella del papillomavirus (HPV).

Tuttavia, è bene tenere a mente che non tutte le donne con diagnosi di cancro cervicale avranno sintomi, ecco perché è molto importante partecipare a regolari screening cervicali.

Leggi anche: Cancro al collo dell’utero: i funghi possono sconfiggere il Papilloma Virus?

Sintomi di tumore alla cervice

Come abbiamo visto, spesso il tumore alla cervice può presentarsi senza apparenti sintomatologie.

In tal senso, un ruolo molto importante è svolto dallo screening con il pap test, noto anche come striscio, che ha permesso per decenni ai medici di rilevare cambiamenti precancerosi che potrebbero portare al cancro o alla malattia nelle sue fasi iniziali.

Vediamo però quali sono i sintomi più comuni del tumore alla cervice:

  • Grave sanguinamento vaginale
  • Dolore o disagio durante il sesso
  • Sanguinamento vaginale dopo il sesso, tra una mestruazione e l’altra oppure dopo la menopausa
  • Sanguinamento durante la minzione
  • Dolore alla parte bassa della schiena, al fianco o al bacino
  • Stipsi
  • Fare pipì o cacca più del solito
  • Perdere il controllo della vescica o dell’intestino
  • Gonfiore in una o entrambe le gambe

Un segno chiave, però, potrebbe essere constatato nei cambiamenti delle perdite vaginali, in termini di consistenza, colore e soprattutto odore.

Se infatti se le perdite vaginali sono del tutto normali nella maggior parte delle donne, per la protezione dalle infezioni, è importante osservare che queste non emanino un cattivo odore o non siano dense di consistenza e dal colore giallo.

Leggi anche: Odori vaginali spie della salute: ecco quando preoccuparsi

Conclusione

In definitiva, insieme ad altri sintomi la presenza di una secrezione vaginale dall’odore sgradevole potrebbe essere un campanello d’allarme da non ignorare.

Ricorda, però, di effettuare periodicamente uno screening cervicale, che mira a prevenire lo sviluppo del cancro e di consultare il tuo medico se noti anche soltanto uno dei sintomi menzionati sopra.

Fonte: cancerresearchuk.org

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook