Scopre di avere 23 paia di lenti a contatto dopo aver accusato dolore agli occhi, l’oculista: “Mai visto niente di simile”

Va dall’oculista per capire la causa del suo dolore agli occhi e della vista appannata e durante la visita fa una scoperta assurda: aveva 23 paia di lenti a contatto ancora incastrate, che dimenticava puntualmente di rimuovere prima di andare a dormire

Da tempo soffriva di dolore agli occhi e la sua vista era offuscata, ma quando si è recata dall’oculista per una visita è rimasta senza parole. Per circa un mese ogni mattina aveva messo le lenti a contatto dimenticandosi di rimuovere le altre la sera prima. Così si è ritrovata ad avere ben 23 paia di lentine incastrate negli occhi. Protagonista di questa vicenda che ha dell’assurdo una donna di 70 anni che vive in California. A raccontare la storia, diventata virale, Katerina Kurteeva, l’oculista di Orange County che ha fatto l’amara scoperta.

Quando la signora è arrivata nel suo studio e ha iniziato a raccontare dei suoi fastidi, la dottoressa ha subito pensato di essere di fronte ad un caso di infezione o a una lesione alla cornea. Non avrebbe mai immaginato di trovare tutte quelle lenti a contatto.

Leggi anche: Ecco perché non dovresti mai dimenticare di togliere le lenti a contatto prima di andare a dormire

Il racconto dell’oculista che estratto le lentine

Per iniziare, ho usato un anestetico e una macchia gialla per identificare eventuali graffi o corpi estranei. – racconta la dottoressa al sito statunitense Insider – Non riuscivo a vedere nulla sulla cornea dall’esame iniziale, quindi ho provveduto a tirare manualmente le palpebre inferiore e superiore per vedere se c’era qualcosa nel fornice superiore o inferiore. Questi sono gli angoli profondi dell’occhio, come piccole sacche della palpebra, dove le cose a volte si bloccano. Non ho visto molto, solo un po’ di muco, che sembrava una reazione fisiologica all’irritazione. Ero perplessa.

Dopo aver usato lo speculum palpebrale e aver chiesto alla paziente di guardare in basso, l’oculista ha subito notato delle lenti a contatto attaccate le une alle altre. Una volta resasi conto che erano diverse ha chiesto al suo assistente di filmare la rimozione.

Per continuare la mia indagine, ho usato uno strumento chiamato speculum palpebrale che avrebbe tenuto aperte sia la palpebra superiore che quella inferiore contemporaneamente per un periodo di tempo più lungo, in modo da poter usare liberamente le mani per scoprire cosa stava succedendo.

Quando le ho chiesto di guardare in basso, ho potuto vedere i bordi di un paio di contatti attaccati l’uno all’altro. Tirandoli fuori, mi sembrava di poter vedere ancora di più e ho chiesto al mio assistente di prendere il mio telefono per filmare il processo di rimozione.

Ho iniziato delicatamente a usare un cotton fioc per staccare le lenti una per una, come si distribuisce un mazzo di carte. – spiega – C’erano molte lenti a contatto: pensavo che questo potesse essere il mio momento da Guinness dei primati. In quasi 20 anni di pratica, non avevo mai visto niente di simile.

Man mano che le estraeva, anche la donna era allibita. Alla fine la dottoressa ha tirato fuori ben 23 paia di lentine.

Com’è stato possibile non accorgersi di avere tutte quelle lenti a contatto agli occhi?

Per sensibilizzare tutti sull’importanza di rimuovere le lenti a contatto l’oculista ha poi deciso di pubblicare il video online, che ha ottenuto tantissime condivisioni ed è stato usato da vari esperti per educare le persone al corretto utilizzo di questa alternativa agli occhiali, che non bisogna mai dimenticare di rimuovere prima di andare a dormire.

Questa paziente è stata molto fortunata: avrebbe potuto perdere la vista, graffiarsi la cornea o avere un’infezione. L’ho pregata di non indossare più le lenti a contatto e di  concedere una pausa ai suoi occhi, ma è tornata subito a indossarle. L’ho vista un mese dopo il controllo e stava davvero bene e ci vedeva chiaramente. – conclude la dottoressa Kurteeva – Non capisco, però, come abbia fatto a dimenticare di rimuovere tutte quelle lenti, visto che le indossava da 30 anni.

Tenere le lentine per un lungo periodo di tempo può causare desensibilizzazione delle terminazioni nervose corneali, è probabile che per questo motivo non abbia sentito la presenza di 23 lenti. Potrebbe aver influito anche la sua età. Il fornice palpebrale delle persone anziane, lo spazio meno sensibile, è molto più profondo e quindi le lenti a contatto sono rimaste lì per un po’ senza darle fastidio.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Insider 

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook