L’AIFA ritira dalle farmacie un analgesico per un errore nel foglietto illustrativo. I lotti interessati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'Aifa ritira il farmaco analgesico “DYSPORT 500 U polvere per soluzione iniettabile 2 flaconi da 500 unità”.

La ricetta del porridge senza cottura

L’Agenzia italiana del farmaco ha disposto il ritiro dalla farmacie di un medicinale analgesico. Il provvedimento sarebbe stato disposto a seguito della comunicazione di ritiro volontario da parte della stessa ditta, concernente un errore in una sezione del foglio illustrativo.

Si tratta del farmaco analgesico “DYSPORT 500 U polvere per soluzione iniettabile 2 flaconi da 500 unità” della casa farmaceutica Ipsen e il provvedimento, come riporta l’associazione Sportello dei Diritti, riguarda i seguenti lotti:

  • Dysport 500 U 2 flaconi028362022 T05270 31-Dec-21
  • Dysport 500 U 2 flaconi 028362022 T08407 30-Nov-21
  • Dysport 500 U 2 flaconi 028362022 T08408 31-Jan-22
  • Dysport 500 U 2 flaconi 028362022 T13560 31-Jan-22
  • Dysport 500 U 2 flaconi 028362022 T19012 30-Apr-22

Dysport è indicato nel trattamento di:

– blefarospasmo
– spasmo emifacciale
– distonia cervicale (torcicollo spasmodico)
– spasticità focale degli arti superiori
– spasticità focale degli arti inferiori causata da ictus

Ora il ritiro dal commercio è stato disposto a seguito della comunicazione di ritiro volontario da parte della stessa casa farmaceutica, riguardante un errore in una sezione del foglio illustrativo.

Fonte: Sportello dei diritti

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook