Presbiopia: occhiali da lettura addio? Approvato il primo collirio al mondo che corregge la vista che invecchia in 15 minuti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E' stato scoperto un nuovo farmaco unico nel suo genere, perché è in grado di trattare e alleviare la presbiopia in soli 15 minuti

E’ stato scoperto un nuovo farmaco unico nel suo genere, perché è in grado di trattare e alleviare la presbiopia in soli 15 minuti

Addio occhiali da lettura? E’ stato approvato dalla FDA statunitense il primo e unico collirio in grado di trattare la presbiopia causata dall’avanzare dell’età. La nuova soluzione oftalmica denominata Vuity tratta la presbiopia, ed è ora disponibile sotto prescrizione medica.

La presbiopia può essere diagnosticata attraverso un esame oculistico di base da un oculista (optometrista o oculista), ed è una condizione oculare comune e progressiva che colpisce milioni di persone. Ora è giunto sul mercato questo trattamento unico nel suo genere, che potrebbe dare sollievo e beneficio in caso di presbiopia.

Solitamente, questa problematica inizia intorno ai 40 anni e, ad oggi, l’unico modo per affrontarla è fare affidamento su occhiali da lettura specifici, che consentono di vedere da vicino senza problemi.

Oggi, però, c’è Vuity, un collirio caratterizzato da una formulazione ottimizzata di pilocarpina, che consente alla goccia di adattarsi rapidamente al pH fisiologico del film lacrimale. Vuity utilizza la capacità dell’occhio di ridurre le dimensioni della pupilla, migliorando la visione da vicino e intermedia, e mantenendo la visione a distanza.

L’approvazione di Vuity è arrivata nell’ottobre 2021, e si è basata sui dati di due studi clinici, che hanno valutato l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità del prodotto utilizzando un totale di 750 partecipanti di età compresa tra 40 e 55 anni con presbiopia, randomizzati nei due studi in un rapporto uno a uno con Vuity o placebo. Ai partecipanti è stato chiesto di somministrare una goccia di Vuity o placebo, una volta al giorno in ciascun occhio.

Entrambi gli studi hanno raggiunto i loro risultati con una proporzione statisticamente significativa di partecipanti trattati con Vuity che guadagnavano tre righe, ossia la capacità di leggere tre righe aggiuntive su un grafico di lettura, o più in mesopico, cioè in condizioni di scarsa illuminazione, ad alto contrasto, rispetto al placebo.

Secondo l’azienda, il nuovo medicinale ha effetto in circa 15 minuti, con una goccia su ciascun occhio che fornisce una visione più nitida per 6-10 ore. Le gocce sono adatte per casi da lievi a intermedi, e sono meno efficaci dopo i 65 anni, poiché gli occhi invecchiano. Gli utenti possono anche avere difficoltà temporanee nel regolare la messa a fuoco tra oggetti vicini e lontani.

Non sono stati osservati effetti collaterali gravi in ​​nessuno dei partecipanti trattati con Vuity; gli effetti indesiderati più comuni sono stati lievi, e includevano mal di testa e arrossamento degli occhi.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook