Perché le donne avrebbero bisogno di dormire (leggermente) di più degli uomini secondo la scienza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le donne avrebbero bisogno di dormire un po' di più rispetto agli uomini, e secondo la scienza dietro questo bisogno vi sono fattori biologici.

Tutti hanno bisogno e meritano una buona notte di sonno. Ma alcune persone hanno davvero bisogno di dormire più di altre? La scienza rivela che le donne potrebbero aver bisogno di dormire più degli uomini. Scopriamo perché, e quali fattori influiscono su questa necessità di maggiore riposo.

Di quanto sonno hanno bisogno le donne?

Non esiste un numero specifico supportato dalla ricerca quando si tratta di quante ore di sonno le donne hanno bisogno rispetto agli uomini. Gli adulti di qualsiasi sesso hanno bisogno di 7 o più ore di sonno al giorno, ma quando si tratta delle differenze, la ricerca ha dimostrato che le donne tendono a dormire più degli uomini da 11 a 13 minuti.

Le differenze di sonno tra uomini e donne si riducono a numerose variabili comportamentali e biologiche che cambiano attraverso le diverse fasi della vita. Detto questo, quasi tutti gli studi sull’argomento menzionano la necessità di ulteriori ricerche in quest’area.

Aumento del rischio di disturbi del sonno

Una revisione ha mostrato che il rischio delle donne di soffrire di insonnia è del 40% più alto rispetto agli uomini, il che potrebbe portarle a dormire un po’ di più nel tentativo di recuperare ore passate a girarsi e rigirarsi. Le donne hanno anche un rischio maggiore di sviluppare la sindrome delle gambe senza riposo (RLS) e l’apnea notturna, entrambi fattori che possono influire sulla qualità del sonno, causando la necessità di dormire di più per sentirsi riposati.

Gli altri fattori che incidono sono:

  • le fluttuazioni ormonali legate alle mestruazioni possono rendere difficile dormire bene la notte, specialmente durante la fase premestruale.
  • la gravidanza, poiché i cambiamenti nei livelli ormonali durante i diversi trimestri possono causare fatica, sonnolenza, minzione frequente (causando molte gite notturne in bagno), problemi di respirazione.
  • perimenopausa e la menopausa, ossia quando le fluttuazioni ormonali possono causare sintomi come vampate di calore e sudorazione notturna, che possono disturbare il sonno. Inoltre, il rischio di sviluppare l’apnea notturna aumenta anche dopo la menopausa.

Di quanto sonno hai bisogno?

Le esigenze di sonno cambiano con l’età a causa di fattori come gli ormoni, le abitudini di vita e le condizioni mediche. Queste sono linee guida generali sul sonno per diversi gruppi di età, indipendentemente dal sesso:

  • dalla nascita a 3 mesi: da 14 a 17 ore
  • Da 4 a 11 mesi: da 12 a 16 ore
  • Da 1 a 2 anni: da 11 a 14 ore
  • Da 3 a 5 anni: da 10 a 13 ore
  • Da 6 a 12 anni: da 9 a 12 ore
  • Da 13 a 18 anni: da 8 a 10 ore
  • Da 18 a 64 anni: da 7 a 9 ore
  • 65 anni e oltre: da 7 a 8 ore

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Sui disturbi del sonno potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook