Puzza spia della salute: 5 cattivi odori del corpo che non dovresti sottovalutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I sintomi di cattiva salute passano anche per l'olfatto: i cattivi odori che il corpo a volte emana potrebbero essere segnali di patologie

Ecco il carrello smart per la spesa

I sintomi di cattiva salute passano anche per l’olfatto: i cattivi odori che il corpo a volte emana potrebbero essere segnali di patologie

L’argomento può essere un po’ imbarazzante, ma un odore sgradevole può essere un avvertimento di problemi di salute. In genere, gli odori sgradevoli scompaiono dopo la doccia o la pulizia dei denti, in caso di alito cattivo; il problema è quando questi cattivi odori persistono, perché possono essere un segno che qualcosa non va.

Ecco cinque odori corporei che non dovrebbero essere ignorati, poiché possono essere un segno di alcune malattie.

L’alito fruttato 

Se noti o se qualcuno ti avverte che hai un odore fruttato nell’alito, questo potrebbe essere un segno di diabete. Questo sintomo è dovuto alla chetoacidosi diabetica, una complicazione della malattia.

La chetoacidosi diabetica si verifica quando il corpo ha un calo di insulina, o un picco di zucchero nel sangue. Poiché il corpo non è in grado di ottenere energia correttamente, inizia a scomporre gli acidi grassi come compensazione. Uno dei prodotti risultanti da questa rottura è l’acetone, che può lasciare un odore fruttato nell’alito.

Questa condizione può causare vomito e minzione frequenti, con conseguente perdita di liquidi e persino la morte; quindi, se noti questo odore nell’alito, associato ad altri sintomi, come affaticamento, visione offuscata e perdita di peso senza motivo, il consiglio è di consultare sempre un medico.

Cattivo odore dei piedi

Il cattivo odore dei piedi è molto imbarazzante, poiché di solito è associato a una scarsa igiene. Questo, però, non è del tutto vero poiché la causa di cattivo odore ai piedi potrebbe essere il piede dell’atleta.

Si tratta di un’infezione fungina, una tigna, che può essere facilmente trasmessa ad altre parti del corpo o ad altre persone toccando o condividendo scarpe, asciugamani e biancheria da letto. Per questo motivo, è sempre più sicuro usare le infradito quando si fa la doccia o si frequenta luoghi come le palestre. Pertanto, se noti che, oltre al cattivo odore i tuoi piedi hanno pelle secca intorno alle dita, arrossamento e vesciche, è opportuno consultare un dermatologo per diagnosticare e curare l’infezione. (Leggi anche: Dal tallone screpolato al gonfiore, cosa dicono i tuoi piedi della tua salute?)

Feci più maleodoranti del solito

Quando le feci hanno un odore più sgradevole del solito, potrebbe indicare un’intolleranza al lattosio. Altri sintomi di questo problema sono:

  • gonfiore addominale
  • gas
  • diminuzione della consistenza delle feci.

L’intolleranza al lattosio si verifica quando l’intestino tenue non è in grado di produrre abbastanza dell’enzima lattasi e, quindi, non è in grado di digerire il lattosio. In questo modo il lattosio non passa nel flusso sanguigno, ma nel colon, dove viene fermentato dai batteri intestinali. Il risultato di questo processo è proprio l’odore più sgradevole nelle feci.

L’urina dall’odore forte

Le infezioni del tratto urinario possono portare alla produzione di urina con un odore pungente. Ciò accade quando batteri come Escherichia coli entrano nell’uretra e si moltiplicano nella vescica, causando un’infezione. Le infezioni del tratto urinario sono più comuni nelle donne rispetto agli uomini, perché l’uretra è più corta, rendendo più facile l’ingresso dei batteri. Quindi, se noti un odore diverso nelle tue urine, assicurati di consultare un medico.

L’alitosi 

Hai buone abitudini di igiene orale e ti lavi sempre i denti prima di andare a letto, ma il tuo respiro mattutino è ancora molto sgradevole? Questo potrebbe essere un segno di apnea notturna, un disturbo che fa sì che le persone smettano di respirare sporadicamente mentre dormono.

L’apnea notturna può portare a russare eccessivamente, facendoti respirare attraverso la bocca durante la notte. Questo finisce per far seccare la mucosa orale, che favorisce la moltiplicazione dei batteri e la produzione di gas solforoso. Se l’alito mattutino è accompagnato da sonnolenza e un russare eccessivo, vale la pena consultare un medico. Oltre a presentare questi sintomi spiacevoli, l’apnea notturna è stata collegata a malattie cardiache, ipertensione e diabete.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook