Mirtilli rossi: nuovo studio rivela gli incredibili benefici se ne mangi 100 gr al giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo una nuova ricerca i mirtilli rossi possono aiutare a prevenire malattie cardiovascolari, migliorare la salute delle arterie, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Il motivo? Questo superfood è una ricchissima fonte di antiossidanti.

Uno stile di vita sano può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e, secondo un nuovo studio, mangiare mirtilli rossi ogni giorno potrebbe essere la chiave per un cuore sano.

Il team di ricerca ha rivelato che gli uomini che hanno consumato l’equivalente di 100 g di mirtilli al giorno hanno segnalato evidenti benefici nella funzione cardiaca già dopo un mese. (Leggi anche: Mirtilli rossi: efficaci (anche) contro il cancro al colon retto)

Lo studio

I mirtilli sono considerati un superfood in grado di mantenere il cuore sano, prevenire l’infiammazione, l’ipertensione e proteggere le cellule dai danni dell’invecchiamento.

I ricercatori ora hanno affermato che gli effetti dei mirtilli rossi, ricchi di antiossidanti, sul flusso sanguigno nelle arterie sono evidenti già in sole due ore.

Precedenti studi avevano già dimostrato che questi piccoli frutti sono in grado di aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario, e possono ridurre il rischio di malattie gengivali, ulcere allo stomaco e addirittura cancro.

I medici raccomandano di mangiare i mirtilli interi o frullati, invece di consumarli sotto forma di succo, in modo da beneficiare di tutte le sue proprietà. (Leggi anche: Cranberry: proprietà, usi e controindicazioni del mirtillo rosso americano)

In quest’ultimo studio i ricercatori hanno monitorato 45 uomini di età compresa tra 18 e 45 anni nell’arco di un mese per vedere come i mirtilli influenzano pressione sanguigna, frequenza cardiaca e arterie.

Ai partecipanti è stata data polvere di mirtillo rosso intero, equivalente a 100 g di mirtilli freschi al giorno, mentre a un gruppo di controllo è stato somministrato un placebo.

Gli uomini che hanno consumato i mirtilli ogni giorno hanno visto le loro arterie allargarsi dell’1,1% dopo un mese, un segno chiave di miglioramento del flusso sanguigno.

Quando le arterie si restringono, invece, può diminuire il flusso sanguigno al cuore e innescare una serie di problematiche di salute anche gravi, come l’infarto.

Tuttavia, non ci sono stati miglioramenti sulla frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, colesterolo o sui livelli di zucchero nel sangue.

I ricercatori hanno misurato la “dilatazione flusso-mediata” (FMD), che si riferisce all’allargamento delle arterie a causa dell’aumento del flusso sanguigno.

Hanno constatato che coloro che hanno mangiato i mirtilli hanno visto le loro arterie allargarsi dell’1,5% entro due ore dal consumo.

Si ritiene che la spinta immediata avvenga quando il corpo scompone il frutto, e il sangue diventa ricco di antiossidanti.

Dopo un mese, i livelli complessivi di afta epizootica sono aumentati dell’1,1% rispetto alla larghezza originale dell’arteria.

Anche l’analisi di campioni di sangue e urina ha mostrato che 13 sostanze chimiche contenute nei mirtilli rossi erano associate a un aumento dei livelli di afta epizootica.

Gli autori hanno affermato di poter ipotizzare, seppur con cautela, che questi antiossidanti, noti come polifenoli, presenti nei mirtilli rossi abbiano causato il miglioramento della salute delle arterie. Ma hanno anche sottolineato che sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare tali collegamenti.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Food & Function

Sui mirtilli ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook