Farmaco per l’epatite C contraffatto in circolazione in diversi Paesi: l’allerta dell’OMS

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'OMS riferisce che sta circolando un lotto contraffatto di Harvoni, il farmaco della casa farmaceutica Gilead usato per il trattamento dell'epatite C

In diversi Paesi del mondo sta circolando un lotto contraffatto di un farmaco utilizzato per il trattamento dell’epatite C. Il nome del medicinale è Harvoni (Ledipasvir/sofosbuvir).

A renderlo noto in Italia è il ministero della Salute che ha inviato una comunicazione alle Regioni, ai medici, alle forze dell’ordine e all’Istituto Superiore di Sanità. L’allerta è partita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha riferito che le confezioni del lotto, identificato lo scorso maggio in Brasile e poi a novembre in Turchia, sarebbero ancora in circolazione e “verosimilmente già fornite ai pazienti”.

Ecco la foto di un Harvoni contraffatto scoperto in Turchia:

farmaco-contraffatto-epatite

@OMS

La casa farmaceutica Gilead ha confermato di non aver prodotto il farmaco oggetto dell’allerta e che il numero del lotto e la data di scadenza non corrispondono ai lotti prodotti e registrati.

Di seguito riportiamo la tabella dell’Oms con le informazioni relative al farmaco contraffatto che non corrispondono a quelle riportate sul medicinale originale:

abella-farmaco-contraffatto

@OMS

Nel caso in cui facciate uso di questo farmaco, prestate massima attenzione alle informazioni riportate sulla confezione!

Fonte: OMS

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook