Se soffri di artrite dimentica l’ibuprofene: l’uso degli antidolorifici FANS non lenisce il dolori, ma aumenta l’infiammazione (soprattutto al ginocchio)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un recente studio ha sottolineato come l’uso dei farmaci antidolorifici e antinfiammatori possa aumentare nel tempo il dolore articolare al ginocchio nei pazienti affetti da osteoartrite

Nudi contro il cancro alla pelle

L’assunzione di antidolorifici antinfiammatori, come l’ibuprofene e il naprossene, per l’osteoartrite può peggiorare l’infiammazione dell’articolazione del ginocchio nel tempo, questo è il risultato di un nuovo studio che verrà presentato la prossima settimana all’incontro annuale della Radiological Society of North America.

L’osteoartrite è la forma più comune di artrite, che colpisce più di 500 milioni di persone in tutto il mondo. Si verifica più frequentemente nelle mani, fianchi e ginocchia. Nelle persone con osteoartrite, la cartilagine che ammortizza l’articolazione si consuma gradualmente. L’artrite è spesso accompagnata da infiammazione o gonfiore dell’articolazione, che può essere dolorosa.

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono comunemente prescritti per il dolore e l’infiammazione dell’osteoartrosi. Ma poco si sa degli effetti a lungo termine di questi farmaci sulla progressione della malattia.

Johanna Luitjens, borsista post-dottorato presso il Dipartimento di radiologia e imaging biomedico dell’Università della California, San Francisco ha dichiarato:

I FANS sono spesso usati per trattare il dolore, ma è ancora una discussione aperta su come l’uso di questi farmaci influenzi i risultati per i pazienti affetti da osteoartrite. In particolare, l’impatto dei FANS sulla sinovite, o l’infiammazione della membrana che riveste l’articolazione, non è mai stato analizzato utilizzando biomarcatori strutturali basati sulla risonanza magnetica.

Leggi anche: Artrite: cosa dovresti mangiare (e cosa no) per prevenire il dolore ed evitare riacutizzazioni

Lo studio

I ricercatori hanno deciso di analizzare l’associazione tra uso di FANS e sinovite nei pazienti con osteoartrite del ginocchio, e di valutare in che modo il trattamento con FANS influisce sulla struttura articolare.

L’obiettivo dello studio era analizzare se il trattamento con FANS influenza lo sviluppo o la progressione della sinovite e indagare se i biomarcatori di imaging della cartilagine, che riflettono i cambiamenti nell’osteoartrosi, sono influenzati dal trattamento con FANS.

I partecipanti della coorte dell’Osteoarthritis Initiative con osteoartrite, da moderata a grave, e trattamento prolungato con FANS per almeno un anno tra il basale e il follow-up di quattro anni, sono stati inclusi nello studio e confrontati con un gruppo di 793 partecipanti di controllo, che non erano trattati con FANS.

Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a risonanza magnetica 3T del ginocchio inizialmente e dopo quattro anni. Le immagini sono state segnate per biomarcatori di infiammazione.

Lo spessore della cartilagine, la composizione e altre misurazioni MRI sono servite come biomarcatori non invasivi per valutare la progressione dell’artrite.

I risultati non hanno mostrato alcun beneficio a lungo termine dell’uso di FANS. L’infiammazione articolare e la qualità della cartilagine erano peggiori al basale nei partecipanti che assumevano FANS, rispetto al gruppo di controllo, e sono peggiorate al follow-up di quattro anni.

In questo ampio gruppo di partecipanti, siamo stati in grado di dimostrare che non esistevano meccanismi protettivi da parte dei FANS nel ridurre l’infiammazione o rallentare la progressione dell’osteoartrosi dell’articolazione del ginocchio. Quindi, l’uso dei FANS dovrebbe essere rivisitato, poiché non è stato possibile dimostrare un impatto positivo sull’infiammazione articolare.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: RSNA

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook