Autismo: questo comune farmaco usato per tutt’altra patologia può aiutare a trattare i sintomi principali dell’ASD

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo una recente analisi uno specifico farmaco comunemente utilizzato per trattare i sintomi della diarrea, potrebbe rappresentare un’alternativa ai trattamenti per i sintomi del disturbo dello spettro autistico

La loperamide, un comune farmaco anti-diarrea, potrebbe aiutare a trattare i sintomi principali associati al disturbo dello spettro autistico.

Il motivo? Il farmaco attiva il recettore μ-oppioide, contribuendo a migliorare i comportamenti sociali nei soggetti autistici.

Sebbene i trattamenti farmacologici per i sintomi principali del disturbo dello spettro autistico (ASD) non siano attualmente disponibili, un farmaco esistente potrebbe fornire un nuovo trattamento anche se in precedenza non aveva alcuna associazione con l’autismo?

Questa è stata la domanda posta da un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Pharmacology.

Leggi anche: Cosa causa l’autismo? Nuovo studio individua un fattore chiave nello sviluppo del cervello

Lo studio

Nel tentativo di trovare un nuovo modo per trattare l’autismo, i ricercatori si sono rivolti al riutilizzo dei farmaci, che implica l’esplorazione di farmaci esistenti per trattare diverse condizioni.

I ricercatori hanno utilizzato un modello computerizzato che comprende le proteine ​​coinvolte nell’ASD e il modo in cui interagiscono.

Osservando il modo in cui i diversi farmaci hanno influenzato le proteine ​​nel sistema, hanno identificato potenziali candidati per trattare il disturbo.

Un farmaco antidiarroico comunemente usato, chiamato loperamide, ha attirato l’attenzione dei ricercatori che hanno voluto osservare come può funzionare per trattare i sintomi dell’ASD. Alcuni dei sintomi più comuni dell’autismo sono difficoltà con l’interazione sociale e la comunicazione.

Non ci sono farmaci attualmente approvati per il trattamento dei deficit di comunicazione sociale, il sintomo principale del disturbo dello spettro autistico. Tuttavia, la maggior parte degli adulti e circa la metà dei bambini e degli adolescenti con autismo viene trattato con farmaci antipsicotici, che hanno gravi effetti collaterali o mancano di efficacia.

Sebbene possa sembrare strano che un farmaco antidiarroico possa trattare i sintomi principali dell’autismo, i ricercatori hanno sviluppato un’ipotesi su come potrebbe funzionare.

La loperamide si lega e attiva una proteina chiamata recettore μ-oppioide, che è normalmente influenzata dai farmaci oppioidi, come la morfina.

Insieme agli effetti che normalmente ti aspetteresti da un farmaco oppioide, come il sollievo dal dolore, il recettore μ-oppioide influisce anche sul comportamento sociale.

Questi risultati evidenziano la possibilità che la loperamide, o altri farmaci che prendono di mira il recettore μ-oppioide, possa rappresentare un nuovo trattamento per i sintomi sociali dell’autismo, ma sono necessari ulteriori lavori per testare questa ipotesi.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Fonte: Frontiers

Sull’autismo ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook