Depressione: questa è la migliore vitamina per ridurre l’ansia e migliorare l’umore (e non è la vitamina D)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una nuova ricerca ha sottolineato come una specifica vitamina appartenente alle vitamine del gruppo B sarebbe in grado di alleviare gli stati di ansia e depressione, grazie al suo effetto calmante

Pitture ecologiche e naturali per la casa

Un nuovo studio ha rivelato che una specifica vitamina del gruppo B è in grado di ridurre i livelli di ansia e stress.

Stiamo parlando della vitamina B6, nota per aumentare la produzione nel corpo di GABA (acido gamma-aminobutirrico), una sostanza chimica che blocca gli impulsi tra le cellule nervose del cervello.

L’autore principale della ricerca, il dottor David Field, ha affermato che:

Questo nutriente aiuta il corpo a produrre uno specifico messaggero chimico che inibisce gli impulsi nel cervello, e il nostro studio collega questo effetto calmante con una riduzione dell’ansia tra i partecipanti.

Leggi anche: Vitamina B6: proprietà, sintomi carenza, fonti e dose giornaliera

Lo studio

Hanno partecipato allo studio circa 478 persone, alle quali sono state somministrate casualmente un placebo e vitamina B6 o B12 a dosi superiori rispetto alla normale raccomandazione.

Lo studio ha rilevato che la B12 ha mostrato poche differenze rispetto al placebo, ma la B6 ha avuto un effetto notevole sui partecipanti e ha aumentato i loro livelli di GABA.

Dove si trova la vitamina B6? Ceci, frutta e verdura contengono alte dosi di questo nutriente, tuttavia, quelle utilizzate in questo studio suggeriscono che sarebbe necessario assumere anche degli integratori per avere un effetto davvero positivo sull’umore e sugli stati di depressione.

Però, al tempo stesso, i ricercatori hanno dichiarato che:

Questa ricerca è in una fase iniziale, e l’effetto della vitamina B6 sull’ansia è stato piuttosto piccolo rispetto a quello che ci si aspetterebbe dai farmaci. Tuttavia, per un’integrazione ottimale è bene basarsi solo sull’alimentazione perché produce molti meno effetti collaterali rispetto ai farmaci.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Fonte:  Human Psychopharmacology

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook