David Allen, il precursore dei tatuaggi estetici che ridonano autostima alle donne guarite dal cancro al seno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I tatuaggi estetici per le donne che hanno sconfitto il cancro iniziano a diventare una bella realtà. David Allen è tra i primi e più bravi tatto artist a realizzarli.

Accettare un corpo che cambia dopo un tumore al seno è una delle sfide maggiori che chi ha sconfitto questo male deve affrontare. I tatuaggi estetici ridanno a queste donne l’autostima che il cancro le ha portato via.  E David Allen è tra i primi e più bravi gli artisti a realizzarli.

È notizia proprio di questi giorni che la Regione Lazio rimborserà il costo totale dei tatuaggi estetici per coprire le cicatrici alle donne che hanno subito una mastectomia. Una grande conquista che speriamo faccia da apripista anche alle altre regioni italiane e che arriva dopo anni in cui questa tecnica era solo appannaggio di pochi. Fino a oggi, infatti, in pochissime potevano permettersela.  (Tatuaggi per coprire le cicatrici dei tumori, il Lazio finanzia il trattamento gratuito)

Oltreoceano i tatuaggi estetici per ridare sorriso alle donne guarite dai tumori sono già una pratica diffusa e specializzata. Il precursore, e sicuramente più famoso artista, è  David Allen,  rinomato tattoo artist di Chicago che da più di 7 anni  aiuta le donne che hanno sofferto di cancro al seno a ritrovare la loro femminilità e riavere fiducia in sé stesse.

Con i suoi tatuaggi post mastectomia crea dei bellissimi disegni floreali, simboleggianti la vita e la rinascita, che aiutano queste sopravvissute a superare una delle esperienze più traumatiche della loro vita. (LEGGI anche: Tatuaggi estetici per coprire le cicatrici del tumore al seno)

©David Allen

“Questi tatuaggi sono un modo per riprendere il controllo. Far parte del processo di guarigione di qualcuno è un onore. Se l’immagine è pensata e realizzata con cura ed empatia, la guarigione avviene!”, confessa il tatto artist.

Allen non dimenticherà mai il suo primo incontro con Adriana. Fu lei la prima a chiedergli di nascondere, con la sua arte, le cicatrici della sua battaglia vinta contro il cancro al seno. Quello che ne seguì fu, tanto per Adriana quanto per David, un vero e proprio viaggio emotivo.

©David Allen

“È stato meravigliosamente travolgente. L’intero processo è stato sbalorditivo. Quel giorno sono cambiato più di lei. Il processo è difficile. Richiede fiducia e vulnerabilità da entrambe le parti. Ma è la cosa più meravigliosa a cui mi sono dato… beh, oltre ad essere padre”, racconta Allen.

Tatuaggi medici, alcune considerazioni

La Regione Lazio ha recentemente approvato una legge con la quale si potrà accedere gratuitamente ai tatuaggi medici. Abbiamo chiesto a David quali siano le considerazioni e le precauzioni da seguire prima di sottoporsi a questo tipo di trattamento:

“Una volta che la cicatrice è guarita, per fare il lavoro è importante affidarsi a qualcuno abbia esperienza con il tessuto cicatriziale. La pelle può essere tesa, densa e fibrosa dopo un intervento chirurgico o una radioterapia. Ci vuole una mano leggera e qualcuno con pazienza che faccia attenzione con la pelle”, ci spiega.

©David Allen

Subire una mastectomia, ti segna fisicamente e psicologicamente. I tatuaggi come quelli di David Allen aiutano le donne a riappropriarsi della propria vita, trasformando le cicatrici in opere d’arte. L’arte che guarisce.

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook