Due iniezioni all’anno contro il colesterolo alto. Il Regno Unito userà un nuovo farmaco per il silenziamento genico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo l'uscita di due studi che ne confermano l'efficacia, il Regno Unito ha approvato l'uso del farmaco Inclisiran contro il colesterolo alto

Nel Regno Unito, il servizio sanitario nazionale ha da poco approvato l’utilizzo di un nuovo farmaco in grado di abbassare i livelli di colesterolo grazie ad un’azione di silenziamento genico. Sarà offerto a 300mila persone nei prossimi tre anni.

L’Inclisiran è il farmaco in questione che la sanità del Regno Unito intende prescrivere principalmente a pazienti che soffrono di una condizione genetica che porta ad avere colesterolo alto ma anche a coloro che hanno già avuto un infarto o un ictus o ancora a chi non risponde bene ad altri farmaci per abbassare il colesterolo.

Sembra dunque andata a buon fine la sperimentazione fatta lo scorso anno proprio su questo farmaco: Due iniezioni all’anno per abbassare il colesterolo. Il Governo UK sperimenta nuovo trattamento per ridurre la mortalità

E, dopo che due analisi presentate da Novartis (azienda che produce il farmaco) al Congresso di Cardiologia ESC 2021, ne hanno confermato l’efficacia in quanto a riduzione prolungata del colesterolo LDL, ora il Servizio Sanitario UK ha dato il via libera all’utilizzo di questo trattamento.

Come si legge nella nota del NHS England, che comunica le novità sul farmaco: 

Il trattamento rivoluzionario è stato implementato in tutto il NHS a seguito di studi clinici che hanno dimostrato che Inclisiran riduce il livello di un tipo di sostanza grassa chiamata LDL-C presente nel sangue.

Il farmaco, che sarà somministrato in una dose iniziale, poi dopo tre mesi e infine due volte l’anno, utilizza una tecnica nota come “silenziamento genico” che in pratica, prendendo di mira un particolare gene impedendogli di produrre una specifica proteina, va ad agire sulle cause alla base del disturbo e non sui sintomi.

Generalmente i trattamenti che utilizzano il silenziamento genico servono a curare le malattie genetiche rare e questa è di fatto la prima volta che invece andranno a beneficio di persone che hanno un disturbo molto più comune e diffuso tra la popolazione. 

L’innovativo farmaco per abbassare il colesterolo, che verrà somministrato in associazione alle statine, utilizza l’interferenza dell’RNA (RNAi) per aumentare la capacità del fegato di rimuovere il colesterolo dannoso dal sangue.

Le malattie cardiache rimangono la prima causa di morte nel mondo e ogni anno rappresentano circa un quarto dei decessi (140mila) in Inghilterra. Ma, come comunica l’NHS England:

È stato stimato che Inclisiran potrebbe prevenire 55.000 infarti e ictus, salvando 30.000 vite entro il prossimo decennio.

Diversi altri farmaci per il silenziamento genico sono attualmente allo studio per sviluppare potenziali trattamenti per un’ampia varietà di altri disturbi, inclusi alcune tipologie di cancro (melanoma, prostata, pancreas, cervello), disturbi oculari come la degenerazione maculare senile e il glaucoma ma anche per disturbi neurologici e cerebrali tra cui l’Alzheimer.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: NHS England / Science Alert 

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook